Inviare un messaggio

In risposta a:
In principio era il Logos. Ermeneutica e Sacre Scritture ...

PICCHIARE LE DONNE?! DIO, UOMINI E DONNE: "DARABA". LALEH BAKHTIAR TRADUCE IL CORANO E SPOSTA LE MONTAGNE DEL SIGNIFICATO. Mentre il cattolicesimo-romano parla ancora e solo di "guai ai vinti" e di "caro prezzo" (=caritas), il mondo islamico ri-scopre l’amore (= charitas) della Parola e illumina il mondo - a cura di pfls

venerdì 13 luglio 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] Daraba in arabo significa principalmente "picchiare", "battere": solo la terza persona di un passato, l’equivalente di un infinito per l’italiano, ma per secoli stata, a seconda dei punti di vista, una parola d’ordine, un precetto sacro, uno spauracchio da temere. Nella Sura (capitoli, a loro volta suddivisi in versetti) 4 del Corano, "daraba" quello che Allah, tramite Maometto, dice agli uomini di fare alle mogli che non ubbidiscono, dopo aver provato ad ammonirle e a farle (...)

In risposta a:

> DIO, UOMINI E DONNE: "DARABA". LALEH BAKHTIAR TRADUCE IL CORANO E SPOSTA LE MONTAGNE DEL SIGNIFICATO. Mentre il cattolicesimo-romano parla ancora e solo di "guai ai vinti" e di "caro prezzo" (=caritas), il mondo islamico ri-scopre l’amore (= charitas) della Parola e illumina il mondo - a cura di pfls

mercoledì 4 luglio 2007

MONICA LANFRANCO: UNA LETTERA DI SOLIDARIETA’ ALLE DONNE MAROCCHINE DOPO L’AGGRESSIONE AD UNA DI LORO

[Riceviamo e diffondiamo. Dounia Ettaib e’ la presidente della sezione lombarda (e vicepresidente nazionale) dell’Associazione delle donne marocchine Acmid-donna; ha subito un’aggressione e gravissime minacce all’indomani della manifestazione contro la violenza sulle donne in occasione dell’apertura del processo per l’uccisione di Hina Saleem; attualmente e’ costretta a vivere sotto scorta] *

Care tutte, care Souad,

vorrei esprimere tutta la mia solidarieta’, e quella della redazione di "Marea" per l’aggressione contro Dounia Ettaib, vostra attivista appassionata e coraggiosa per i diritti delle donne. Vorrei dire che il vostro impegno e’ il nostro, da sempre e per il futuro; finche’ non si afferma, forte e chiaro, che va spezzata la connesione tra patriarcato, sessismo e fondamentalismo religioso tutte le donne, e anche gli uomini che le sostengono, saranno in pericolo dovunque. Cosi’ come in pericolo saranno la liberta’ e l’autodeterminazione di tutte, che possono prosperare solo con l’aiuto di una societa’ laica e condivisa.

Grazie per il vostro lavoro, pur nella paura e nello sgomento per la doppia violenza subita (la non ammissione di parte civile al processo contro gli assassini di Hina e l’intimidazione a Dounia) vi prego: non smettete di alzare la voce.

* NOTIZIE MINIME DELLA NONVIOLENZA IN CAMMINO Numero 140 del 4 luglio 2007

Notizie minime della nonviolenza in cammino proposte dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a tutte le persone amiche della nonviolenza Direttore responsabile: Peppe Sini. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac@tin.it


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: