Poster un message

En réponse à :
Europa

TURCHIA. LA SVOLTA. Dopo Ataturk, primo islamico a capo dello Stato. Abdullah Gul eletto presidente. I leader europei plaudono. Giudizio di Prodi molto positivo - a cura di pfls

Le prime dichiarazioni del nuovo presidente : "Difenderò la costituzione, inclusa la laicità".
mardi 28 août 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, ha espresso le sue "più vive congratulazioni" a Abdullah Gul per la sua elezione alla presidenza della Repubblica turca. Secondo Barroso con la formazione a breve in Turchia anche del nuovo governo "con un chiaro mandato popolare" si apre "una opportunità per un impeto nuovo e immediato al processo di adesione all’Ue, attraverso il progresso in vari settori chiave" [...]

Primo (...)

En réponse à :

> TURCHIA. Strage al corteo per la pace. Sanguinoso attacco terroristico nella capitale Ankara.

samedi 10 octobre 2015

Turchia : Terrore ad Ankara, 97 morti. Strage al corteo per la pace

Le esplosioni sono avvenute stamani vicino alla stazione

di Redazione ANSA *

ISTANBUL Le esplosioni vicino alla stazione di Ankara prima di una manifestazione per la pace secondo il partito filo-curdo di opposizione Hdp hanno causato 97 morti. L’ANSA ha contattato l’unità di crisi istituita dal partito per l’emergenza di oggi. Fonti ufficiali turche continuano tuttavia a parlare di 86 vittime.

La Turchia è sotto shock per il sanguinoso attacco terroristico nella capitale Ankara. A tre settimane dalle cruciali elezioni politiche, due esplosioni hanno colpito una folla che si stava radunando per partecipare a una manifestazione per la pace, chiedendo la fine del conflitto con il Pkk curdo. Le violente esplosioni sono avvenute intorno alle 10 nei pressi della stazione ferroviaria. Lo stesso ministero l’ha definito un "attacco alla pace e alla democrazia in Turchia". Il premier turco Ahmet Davutoglu ha subito convocato una riunione d’emergenza sulla sicurezza, mentre i principali leader politici hanno interrotto la loro campagna elettorale per recarsi sul luogo dell’attacco.

"Ci sono indizi seri" che l’attacco sia stato compiuto da 2 kamikaze. Lo ha detto il premier turco Ahmet Davutoglu, annunciando anche 3 giorni di lutto nazionale. "E’ un attacco alla democrazia e all’unità del Paese", che si prepara alle elezioni anticipate del primo novembre. Davutoglu ha annunciato l’intenzione di incontrare i leader dei partiti di opposizione socialdemocratico Chp e nazionalista Mhp, ma non del filo-curdo Hdp.

Il Pkk curdo ha dichiarato un cessate il fuoco unilaterale nel conflitto con la Turchia nel sud-est del Paese in vista delle elezioni anticipate del primo novembre. Nel suo annuncio il Pkk spiega di aver invitato i suoi membri a non compiere più attacchi per garantire la sicurezza del voto, ma di essere comunque pronto a rispondere nel caso dovesse subirne da parte dell’esercito turco. Ieri il vicepremier di Ankara, Yalcin Akdogan, aveva detto che la Turchia non intende interrompere le sue azioni contro i guerriglieri curdi.

La manifestazione per la pace è stata annullata e gli organizzatori hanno chiesto ai partecipanti e a quelli che stavano arrivando da altre città di tornare a casa nel timore di nuovi attentati. "Stiamo assistendo a un enorme massacro. È una continuazione di quelli di Diyarbakir e Suruc", ha denunciato il leader del partito filo-curdo Hdp, Selahattin Demirtas, riferendosi all’attentato a un suo comizio a Diyarbakir alla vigilia del voto di giugno, in cui morirono 2 persone, e a quello del 20 luglio a Suruc, con 33 attivisti diretti a Kobane uccisi da un kamikaze dell’Isis.

"Condanniamo con forza questo attacco che prende di mira l’unità. Siamo contro ogni forma di terrorismo" : così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan sulle due esplosioni. Erdogan ha deciso di annullare i suoi impegni a Istanbul, dove si trovava e oggi era atteso in due incontri, per tornare ad Ankara. Anche il principale partito di opposizione, il socialdemocratico Chp, e il partito filo-curdo Hdp hanno interrotto le iniziative odierne nell’ambito della campagna elettorale per il voto anticipato del primo novembre.

Renzi, sgomento per efferato attentato - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi esprime il proprio sgomento e dolore "per l’efferato attentato terroristico contro la democrazia e la pace che è costato la vita a tanti manifestanti ad Ankara".

Casa Bianca, forte condanna per atto orribile - Gli Stati Uniti condannano nella maniera più risoluta l’orribile attentato terroristico di oggi ad Ankara. Lo si legge in una nota della Casa Bianca che spiega : "Il fatto che l’attacco sia stato effettuato prima di una manifestazione per la pace, sottolinea la depravazione di coloro che lo hanno architettato e ci ricorda la necessità di affrontare in maniera condivisa le sfide alla sicurezza nella regione".

* ANSA, 10 ottobre 2015 20:06 (ripresa parziale).


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :