Poster un message

En réponse à :
Pianeta TERRA e UmaNITA’. Per il dialogo, quello vero.....

MYANMAR, EX BIRMANIA. YANGON. I MILITARI ATTACCANO. MOBILITAZIONE INTERNAZIONALE A FIANCO DEI MONACI BUDDISTI IN TESTA AL MOVIMENTO DI DEMOCRATIZZAZIONE E DELLA VOLONTA’ DI PACE E DI DIALOGO DI AUNG SAN SUU KYI. Si prepara condanna ONU - a cura di pfls

samedi 6 octobre 2007 par Maria Paola Falchinelli
MYANMAR : ATTIVISTI PER DEMOCRAZIA AL TIMES, COMBATTEREMO FINO ALLA MORTE
Londra, 6 ott. - (Adnkronos) - "Combatteremo fino alla nostra o alla loro morte". E’ questo il grido, disperato e determinato, lanciato da due attivisti birmani per la democrazia, che hanno contattato il Times di Londra dal loro nascondiglio nello stato meridionale birmano di Mon. "Abbiamo bisogno di un grande aiuto da parte della comunita’ internazionale, ma non ci arrenderemo" - affermano Myint Htoo Aung e la signora (...)

En réponse à :

> MYANMAR, EX BIRMANIA. YANGON. MONACI E MONACHE BUDDISTE IN TESTA AL MOVIMENTO DI LIBERAZIONE --- SOLIDARIETA’ : ROMA, OGGI MANIFESTAZIONE IN CAMPIDOGLIO.

lundi 24 septembre 2007


-  Da qualche giorno i religiosi sono scesi in piazza contro la giunta militare al potere da 45 anni
-  All’iniziativa del Comune di Roma si sono uniti anche la Cisl e l’associazione Articolo 21

-  Solidarietà alla rivolta dei monaci birmani
-  Oggi manifestazione in Campidoglio
*

ROMA - Da qualche giorno, per chiedere libertà per il popolo birmano, lanciando il guanto della sfida alla giunta militare, ormai al potere a Yangon da 45 anni, sono scesi in piazza anche i monaci e le monache buddiste. Il Comune di Roma è da tempo in prima linea nell’appoggiare la battaglia libertaria dell’opposizione, guidata dal premio Nobel per la Pace Aung Suu Kyi, tuttora agli arresti domiciliari. E oggi, alle ore 18,30, davanti al Campidoglio, si svolgerà una manifestazione di solidarietà "alla rivolta dei monaci buddisti".

La manifestazione è stata indetta dal sindaco Walter Veltroni. Il primo cittadino ha spiegato che l’obiettivo dell’iniziativa è quello di esprimere la vicinanza del Campidoglio tanto al popolo birmano quanto ai monaci buddisti, che "in queste ore si battono per la democrazia nel loro Paese e per la libertà di Aung San Suu Kyi". In Myanmar, l’ex Birmania, le rivolte per il caro-vita hanno assunto un colore politico, e la leadership è stata assunta proprio dai religiosi. "I monaci buddisti che da giorni sfilano in Birmania, sfidando arresti e gas lacrimogeni, hanno iniziato una marcia della pace a cui idealmente ci uniremo il 7 ottobre con la Perugia-Assisi". Così ha dichiarato Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo21, associazione che si batte per la libertà di stampa, aderendo alla manifestazione del Campidoglio.

Anche la Cisl ha manifestato la propria adesione, annunciando la presenza del leader Raffaele Bonanni, assieme a una delegazione del dipartimento internazionale dell’organizzazione. Il sindacato ricorda di "essere da sempre a fianco del sindacato e del popolo birmano, contro la violenta dittatura militare". Ragione per cui la Cisl chiede che le istituzioni italiane "diano il massimo sostegno politico e operativo alle organizzazioni democratiche e sindacali birmane, per dare continuità alle straordinarie mobilitazioni pacifiche di questi giorni ed evitare che esse vengano represse duramente come nel passato". Bonanni ha chiesto al governo italiano un’iniziativa straordinaria a sostegno della libertà e della democrazia in Birmania, nel quadro dell’assemblea Onu e a livello europeo, per costringere la giunta militare al dialogo.

* la Repubblica, 24 settembre 2007.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :