Poster un message

En réponse à :
Editoriale

La strada del paesaggio, tristo e asfissiante in Fiore di Calabria, mentre la festa prosegue nelle case chiuse e per le vie sepolte

mardi 8 mars 2011 par Emiliano Morrone
"Almanacchi nuovi", potrei dire, citando felini di poesia, quasi fossimo a capodanno.
Sì, perché a San Giovanni in Fiore (Cs) cambia nulla. Tutti comodi, rilassati, proni, felici.
L’estate sta virando, poco manca al giro di boa, e già s’annuncia la notte immacolata, assegnata probabilmente al novero di giovinotti che sostiene dall’origine la maggioranza di governo ; divisa, impantanata nell’ordinario, vecchia.
Piaccia alla nostra lettrice palese, che interviene giustificando tutto e (...)

En réponse à :

> La strada del paesaggio, tristo e asfissiante in Fiore di Calabria, mentre la festa prosegue nelle case chiuse e per le vie sepolte

lundi 14 juillet 2008

La prima volta che un’amica venne a trovarmi mi prudevano i palmi. Avevo 17 anni e andai a prenderla alla fermata dell’autobus in vespa. Era settembre. L’estate era agli sgoccioli, ma cambiava poco. Da queste parti le stagioni sono tutte uguali. Il tempo è definito solo dalla neve. Tanta in inverno. I pullman rossi che traghettano l’emigrazione, che partono colmi e tornano sonoramente vuoti, erano lì. C’erano centinaia di ventenni pronti a partire, e non seppi rispondere alla domanda di chi era venuta a trovarmi per la prima volta a San Giovanni in Fiore : "Ma cosa c’è ? Una gita scolastica, oppure organizzata dalla chiesa ?". Né una né l’altra, risposi grattandomi i palmi, e con lo sguardo basso. Poi accesi la vespa e la portai via. Un’emigrazione così violenta non si può spiegare. Una fine così certa non puoi cambiarla. A San Giovanni in Fiore la ’ndrangheta ha combinato più danni che nella locride. Questo nonostante negli ultimi otto anni siano state uccise "soltanto" tre persone, un’altra è sparita, probabile vittima di lupara bianca. Un’altra ancora pare essere deceduta per overdose. La società florense non s’è schiodata. Continua, convinta, a credere che la ’ndrangheta sia solo lupara ed estorsioni, e che tre omicidi e uno scomparso è comunque un buon risultato confrontato ai numeri partoriti dal crotonese, dalla sibaritide. Si accontenta. E vota. Continua a votare. La stampa locale è fatta da gente appassionata del mestiere, corrispondenti che fanno il loro onesto lavoro. Poi la scheggia impazzita c’è, esiste. E cambia lato come in un valzer austriaco, durante la notte bianca. L’emigrazione è ’ndrangheta. Ma è concetto difficile da far passare. Dio aiuti i florensi, direbbe qualcuno che non c’è più. Ma ancora mi prudono i palmi.

Biagio Simonetta

www.biagiosimonetta.it


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :