Poster un message

En réponse à :
EUROPA. ITALIA, 2008 ....

ULTIMA NOTIZIA. Una riunione di grandi intellettuali (uomini e donne) delle Accademie e delle Università della Penisola ha deciso all’unanimità di approvare il nuovo inno "nazionale" : "Forza Italia" !!!

Per l’avvio del nuovo anno scolastico e del nuovo anno accademico..... è prevista la presenza di tutti i Premi No-bel del Mondo.
mardi 15 juillet 2008 par Maria Paola Falchinelli
Una riunione di grandi intellettuali (uomini e donne) delle Accademie e delle Università della Penisola ha deciso all’unanimità di approvare il nuovo inno "nazionale" : "Forza Italia" !!!
Alla fine, però, il Presidente della riunione, entusiasta ma non del tutto soddisfatto, ha detto : « Di più, molto di più ». E ha proposto la sostituzione, nella "Nona" di Beethoven, dell’inno "nazionale" al posto del vecchio "Inno alla gioia".
Un applauso che non finiva mai ha accolto le parole del (...)

En réponse à :

> ULTIMA NOTIZIA. Una riunione di grandi intellettuali ... Nel Paese di Sua Gioia (di Carlo Aladin).

mardi 15 juillet 2008

Il Paese di Sua Gioia

Ciao a tutti, mi chiamo Carlo e sono felice perché vivo nel paese di Sua Gioia, un bel paese, in cui tutti si vogliono bene e insieme lavorano per il Suo bene comune.

Nel "mio" Paese chi prende le decisioni per "noi cittadini" è il Governo di Sua Gioia, composto da persone talmente affabili, altruiste, umili e piene d’amore da agire solo per il Suo interesse comune e per elevare la dignità, la cultura e favorire in tutti i sensi la formazione dei singoli.

A capo di tale Governo impera, amorevolmente, il Presidente del Consiglio Oil Vis (faccia d’olio, l’unto del Signore) colui che con generosità e premura ha ben pensato di mettere a nostra disposizione il Suo impero economico, mediatico e sportivo, edificato con ingenti fatiche e lealtà, per informarci con notizie veritiere, obiettive, pluraliste e assolutamente imparziali.

Che dire poi della cultura ? I programmi che il nostro amato Oil Vis ci propone, attraverso il Suo impero mediatico, sono le punte di diamante della cultura, l’apogeo dei valori universali, l’apice del sapere ; il nostro amato palladino desidera acculturarci, renderci consapevoli dei valori veri, fornirci notizie dispensandoci dall’impegno di cercarle.

La scuola da noi è assolutamente innovativa, l’autonomia delle istituzioni scolastiche si basa, grazie al nostro Ministro Imen Gel, incarnazione del sapere e della competenza psico-pedagogica, sulla “teoria delle idee” platonica. Per la formazione dei futuri cittadini non sono importanti i fondi, le persone e gli strumenti è più importante l’idea unica e perfetta, il no-u-meno platonico della formazione e ad un livello più alto quello inconoscibile e kantiano. Solo attraverso l’immaginazione e la ragione senza esperienza si possono raggiungere le conoscenze, le abilità e le competenze più elevate. La vera innovazione della nostra scuola consiste nel binomio produttività - meritocrazia.

La scuola non può essere soltanto un luogo di formazione e di socializzazione, deve avere la capacità di produrre (“la psicologia degli acari” l’ultima opera di un nostro eminente professore è ormai un best seller) e competere con le altre scuole perché solo in tal modo è possibile mantenere il primato alle olimpiadi del sapere. Nel contesto scolastico la meritocrazia è importantissima e oltre a garantire la professionalità dei docenti favorisce la produzione di opere culturali importanti per tutta la società.

A titolo informativo vi cito alcune delle nostre opere più importanti : “La relazione tra RNA messaggero e Lancillotto” ; “Il teorema di Pitagora e le scarpe di Aladino” ; “Come rubare ai poveri per dare ai ricchi” di Tremont Hood. Non so dirvi chi stabilisce i criteri di merito, sicuramente persone valide, preparate e imparziali tuttavia una cosa è certa la meritocrazia è un principio validissimo rivolto assolutamente a tutti coloro che hanno la capacità di produrre.

Che dire poi degli insegnanti ? Aaah, che brave persone, nel nostro paese lavorano per amore del sapere, per la gioia di vedere fanciulli che, crescendo, diventano uomini, donne e "cittadini" consapevoli, capaci e autonomi. Gli insegnanti si nutrono e si vestono di ciò ed è per questo che si è pensato, da tempo, di non adeguare il loro stipendio, sarebbe per loro un’onta troppo grande, l’antitesi del fondamento della nostra scuola : “la teoria delle idee”.

Il Presidente della commissione cultura Arpia, considerando la professionalità docente per premiarla e rendere manifesta la gratitudine della società gioiosa, ha pensato di ridurre consistentemente il numero degli insegnanti in pochi anni e di smantellare la scuola pubblica per favorire quella privata.

Nooo, non dovete pensar male, lo ha fatto solo perché in questo meraviglioso paese di Sua Gioia la solidarietà è molto forte. Solo in questo modo la professionalità docente potrà raggiungere traguardi ancor più alti e gratificanti. Solo in questo modo anche i più ricchi potranno finalmente sentirsi più vicini a chi ha di meno, solo in questo modo si garantisce l’equità e il diritto allo studio per tutti.

E’ giusto e lecito, quindi, dirottare una parte di fondi pubblici verso le scuole private prive di strumenti e frequentate solo da una piccola parte della popolazione.

Aaah, che bontà  ! Ooohh, che meraviglia ! Ooohhh che progresso !

E’ talmente grande la benevolenza di Oil Vis e talmente umile la sua persona che ancor prima di farsi eleggere Presidente del Consiglio si è impegnato a risolvere gran parte dei problemi del paese. Voi penserete che sia normale, che faccia parte del gioco della politica. Ebbene non è così. Ciò che distingue il nostro eroe dai suoi predecessori è l’assoluta buona fede, pensate che si è fatto eleggere pur sapendo che l’immane impegno non gli avrebbe reso alcun interesse personale. E’ proprio una brava persona !

Ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai, dirò de l’altre cose ch’i’ vo scorte.”

Anche da noi purtroppo non tutto è perfetto ; il nostro amato Presidente del Consiglio è stato preso di mira dai soliti giudici zelanti e comunisti che non sopportano la sua integrità morale. Questi abominevoli inquisitori stanno cercando a tutti i costi di mandare in galera l’essenza incarnata dell’onestà, della lealtà e della rettitudine, che vergogna ! Anche in questo caso Il nostro caro Oil Vis per mettersi al riparo, con un atto di magnanimità senza precedenti, ha ben pensato di far introdurre una norma blocca processi che permetterà a lui di dedicarsi senza preoccupazioni al bene del paese e ad altri di trarne vantaggio. Anche in questo caso emerge il senso della giustizia, l’altruismo e la solidarietà che il nostro beniamino esprime con i suoi atti, alcuni già emanati altri in procinto di esserlo.

Concludo dicendovi che questo meraviglioso Governo di Sua Gioia si appresta ad introdurre nuove riforme sulla sanità e sulle pensioni per garantire a tutti il diritto alla salute. La sanità pubblica è troppo costosa. Il nostro paladino ha pensato, quindi, di informare con assoluta precisione e tempestività i "cittadini", dicendo loro che dovranno accollarsi, progressivamente, gli oneri sanitari.

Grazie a Bindao, un precedente ministro, oggi possiamo usufruire anche delle strutture private. Non posso dirvi di chi sono tali strutture perché da noi la riservatezza è un valore molto importante.

Che giocherellone il nostro Oil Vis, ci riserva sempre delle piacevoli sorprese.

In un paese così non c’è nulla da temere, l’informazione è pura, la scuola è innovativa, il lavoro, la salute e le pensioni, sono e saranno sempre garantite e gli interessi di tutti sono tutelati.

Che bel paese ! Viva il paese di Sua Gioia !!!

Carlo Aladin


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :