Poster un message

En réponse à :
"Perché Silvio Berlusconi non è adeguato a guidare l’Italia"(The Economist).

PER L’ITALIA E PER LA CHIESA, UNA SPERANZA ? IN SARDEGNA IL PAPA PARLA CHIARO AL PREMIER BERLUSCONI IN PRIMA FILA ?! Serve una nuova generazione di laici cristiani impegnati, capaci di cercare con competenza e rigore morale soluzioni di sviluppo sostenibile... - a cura di pfls

dimanche 7 septembre 2008 par Maria Paola Falchinelli
[...] Papa Ratzinger è arrivato alle 9.30 con un aereo dell’Aeronautica Militare, a bordo del quale ha viaggiato anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, che resterà accanto al Papa per l’intera giornata. A bordo pista, con il premier c’erano l’arcivescovo di Cagliari Giuseppe Mani, l’ambasciatore presso la Santa Sede Antonio Zanardi Landi, il presidente della Regione Renato Soru e il sindaco di Cagliari Emilio Floris [...] (...)

En réponse à :

> PER L’ITALIA E PER LA CHIESA, UNA SPERANZA. IN SARDEGNA IL PAPA PARLA CHIARO AL PREMIER BERLUSCONI IN PRIMA FILA. --- Benedetto XVI ha avuto un colloquio di circa 10’ da solo con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Quest’ultimo aveva raggiunto alle 13:07 la Penitenziaria adiacenti alla Basilica insieme al sottosegretario Gianni Letta, ma poi il premier è rimasto da solo col pontefice (Ansa).

dimanche 7 septembre 2008

Ansa » 2008-09-07 13:39

PAPA : SERVE NUOVA GENERAZIONE DI POLITICI CATTOLICI

CAGLIARI - Benedetto XVI riprende a pieno ritmo la sua attività pastorale con una visita di una giornata a Cagliari.

Il breve viaggio ha un intento molto spirituale : terzo pontefice a visitare la Sardegna, dopo Paolo VI e Giovanni Paolo II, Ratzinger rende omaggio di persona a "Nostra Signora di Bonaria", nel santuario mariano cagliaritano, in occasione del centenario della proclamazione della Madonna come "patrona massima della Sardegna".


In Italia serve una "nuova generazione" di politici cattolici, che abbiano "rigore morale" e "competenza". Lo ha affermato Benedetto XVI, durante la messa celebrata a Cagliari, davanti al Santuario di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari. Ad ascoltarlo decine di migliaia di persone e , in prima fila, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il governatore della Sardegna, Renato Soru, e il sottosegretario Gianni Letta.

Nell’omelia il Papa ha esortato la Chiesa e i cattolici a tornare ad "essere capaci di evangelizzare il mondo del lavoro, dell’economia, della politica" che - ha sottolineato - "necessita di una nuova generazione di laici cristiani impegnati, capaci di cercare con competenza e rigore morale soluzioni di sviluppo sostenibile".

Il Papa ha anche esortato i cristiani a "far sì che Cristo sia incontrato dai giovani, portatori per loro natura di nuovo slancio, ma spesso vittime del nichilismo diffuso, assetati di verità e di ideali proprio quando sembra negarli". Di giovani e ai giovani Ratzinger tornerà a parlare oggi pomeriggio, nell’incontro in programma alle 18:00 in piazza Yenne.

TROPPI DIVORZI E DOLORI, TUTELARE FAMIGLIA - Papa Benedetto XVI, nel riaffidare la Sardegna ancora una volta alla Madonna di Bonaria, ha denunciato i troppi divorzi e i troppi dolori che affliggono la famiglia nell’isola ed ha invocato Maria a proteggere i nuclei familiari dalle "sofferenze e dalla difficoltà", di tutelare i giovani "spesso tentati dalla droga" e di dare agli "adulti un supplemento di responsabilità perché ognuno si senta educatore".

10’ COLLOQUIO DA SOLO CON BERLUSCONI - Benedetto XVI ha avuto un colloquio di circa 10’ da solo con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Quest’ultimo aveva raggiunto alle 13:07 la Penitenziaria adiacenti alla Basilica insieme al sottosegretario Gianni Letta, ma poi il premier è rimasto da solo col pontefice.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :