Inviare un messaggio

In risposta a:
’NDRANGHETA: dagli arresti agli omicidi, ai traffici di rifiuti tossici, uno spaccato sull’Altopiano della Sila

NDRANGHETA: alcuni brani de La societÓ sparente sulla presenza della ’ndrangheta in Sila. Dal Trentino al Veneto, alla Sicilia, intervengono giovani dell’antimafia

La societÓ sparente: la ’NDRANGHETA domina sul nostro territorio
sabato 8 novembre 2008 di Francesco Saverio Alessio
Possiamo appropriarci delle dichiarazioni del sindaco Succurro all’amico e collega Gian Antonio Stella, sulla salubritÓ della nostra area, preservata, a suo dire, dai tentacoli della mafia? Possiamo gioire, in quanto nessuno ci vieta di parlare e lo Stato italiano ci assicura, attraverso enti e uffici meridionali, diritti e servizi?

In risposta a:

> NDRANGHETA: alcuni brani de La societÓ sparente sulla presenza della ’ndrangheta in Sila

mercoledì 5 novembre 2008

Nessuno ha fatto o chiesto un confronto con l’ottimo "Gomorra", edito da Mondadori. Lei, Mario (?), ha cambiato discorso. C’Ŕ o non c’Ŕ presenza criminale in Sila? Si nascondono o non si nascondono latitanti, nell’altopiano? Le ricordo, poi, che "La societÓ sparente" parla dell’intera Calabria, muovendo dalla Sila. Ovviamente mi dirÓ che la storia del povero Antonio Silletta c’entra poco. Lo ha letto? PerchÚ usa il lemma "semisconosciuto", a proposito del testo? Sa quante recensioni ha avuto e il dibattito che ha fatto sorgere, il movimento che ha suscitato? Le sarÓ sfuggito sicuramente qualcosa. Sa che lo stesso Saviano ne ha scritto su "L’Espresso"? Che cosa mi dice delle anomalie di cui Ŕ scritto in "La societÓ sparente", a proposito degli amministrativi in Regione Calabria? E dei "Fratelli di Calabria"? Che cosa mi dice della malasanitÓ anticipata nel testo? Dopo qualche mese, le ricordo, uscý l’operazione "Onorata sanitÓ". In quanto alle considerazioni sul nostro (supposto) occultamento di Barberio, le Ŕ ancora una sfuggita una cosa. Abbiamo pubblicato il suo pezzo integralmente. Non Ŕ colpa nostra se l’onorevole Mario Oliverio, di cui lei sarebbe omonimo, continua a non darci una risposta sulle questioni poste a proposito del consigliere provinciale Garofalo. Credo che l’argomento meriti ampiamente la prioritÓ. Tanto da preoccupare, il medesimo, perfino la radio del Santo Padre. Nessuno ci vieta di riproporre in home page il pezzo del buon Domenico Barberio. Ripeto, Ŕ stato pubblicato. Potevamo, se fossimo stati censori pro domo, tranquillamente evitare. La prossima volta lasci pure il cognome. Tanto per conoscerci e stare tranquilli.

Tanti saluti.

Emiliano Morrone


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: