Inviare un messaggio

In risposta a:
COSTITUZIONE (ART. 87): IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E’ IL CAPO DELLO STATO E RAPPRESENTA L’UNITA’ NAZIONALE..... DELL’ITALIA!!!

La Corte Costituzionale ’’ha un solo padrone: la Costituzione della Repubblica". Grazie, Presidente Flick, ad avermelo ricordato!!! Io pensavo che dal 1994 - dalla nascita del partito "Forza Italia" - e dal "lodo Alfano", il padrone fosse ormai il presidente del "partito della libertÓ" - a cura di Federico La Sala -

Costituzione, art. 54 - Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge
sabato 15 novembre 2008 di Maria Paola Falchinelli
COSTITUZIONE, LINGUA E PAROLA.....
L’ITALIA (1994-2010), TRE PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA SENZA "PAROLA", E I FURBASTRI CHE SANNO (COSA SIGNIFICA) GRIDARE "FORZA ITALIA".


CONSULTA: FLICK ELETTO PRESIDENTE *
ROMA - E’ Giovanni Maria Flick il nuovo presidente della Corte Costituzionale. Succede a Franco Bile, il cui mandato Ŕ scaduto lo scorso 8 novembre. Ad eleggerlo sono stati, a scrutinio segreto, i quindici della (...)

In risposta a:

> La Corte Costituzionale ’’ha un solo padrone: la Costituzione della Repubblica". --- ╚ Francesco Amirante il nuovo presidente della Corte Costituzionale. Succede a Giovanni Maria Flick, il cui mandato Ŕ scaduto lo scorso 18 febbraio.

mercoledì 25 febbraio 2009

Consulta: eletto il nuovo presidente, Ŕ Francesco Amirante *

╚ Francesco Amirante il nuovo presidente della Corte Costituzionale. Succede a Giovanni Maria Flick, il cui mandato Ŕ scaduto lo scorso 18 febbraio. Amirante Ŕ stato eletto a scrutinio segreto dai 15 giudici della Consulta. Come primo atto, il neopresidente Francesco Amirante ha nominato come vicepresidente il giudice costituzionale Ugo De Siervo.

Settantacinque anni, di Napoli, Amirante Ŕ il 33/mo presidente della Corte Costituzionale e resterÓ in carica fino al dicembre del 2010. Dal 14 novembre 2008 era vicepresidente della Consulta. Sotto la sua presidenza la corte si dovrÓ occupare tra l’altro del lodo Alfano, del caso Abu Omar e della norma sulle intercettazioni illegali. Probabilmente se la cassazione dara il suo ok, la consulta sotto Amirante vaglierÓ anche il referendum sul lodo Alfano presentato da Di Pietro.

Il nuovo presidente Ŕ entrato in magistratura nel 1958. Nel 1980 Ŕ stato addetto all’ufficio del massimario e del ruolo della Cassazione ed Ŕ stato applicato alla sezione lavoro, di cui Ŕ diventato in seguito consigliere e presidente.

Dal 1987 Ŕ stato componente fisso delle Sezioni Unite della Suprema Corte. Eletto giudice costituzionale il 23 novembre 2001 dalla Corte di Cassazione ha giurato il 7 dicembre successivo nelle mani del Presidente della Repubblica.

* l’UnitÓ, 25 febbraio 2009


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: