Poster un message

En réponse à :
In memoria di Sigmund Freud, innammorato dell’Italia - a gloria eterna ...

POLITICA E URBANISTICA. ROMA E I "SETTE COLLI" : LO SCEMPIO DEL “TERRITORIO” E LE “CAMERE” SGARRUPATE !!! L’allarme dell’Accademia dei Lincei. A "Lucio Camurzio Punico" e al prof. Giovanni Garbini, un ringraziamento e un omaggio - di Federico La Sala

mercredi 15 août 2018 par Emiliano Morrone
[...] il socio dell’Accademia, il prof. Giovanni Garbini, ordinario di filologia semitica all’Università di Roma “La Sapienza” e autore - tra tante altre opere - di una eccezionale traduzione del Cantico dei cantici (Paideia Editrice, Brescia 1992), che rende e restituisce - contro tutte le menzogne e le disperazioni - il v. 8.6 (“Amore è più forte di Morte”) al suo valore e splendore assoluto [...]
La "Camor-ra" ... e le "Camer-e" sgarrupate !!!
NAPOLI e LA CAMORRA. (...)

En réponse à :

> ITALIA. AMARE L’ITALIA. ROMA E I "SETTE COLLI". LO SCEMPIO DEL “TERRITORIO” E LE “CAMERE” SGARRUPATE !!! L’allarme dell’Accademia dei Lincei. ---- ’Paesaggio italiano aggredito, che fare ?’, domani convegno a Palazzo Valentini.

mercredi 24 octobre 2007

Negli ultimi 60 anni ‘mangiati’ in cemento e asfalto oltre 12 milioni di ettari intatti

’Paesaggio italiano aggredito, che fare ?’, domani convegno a Palazzo Valentini

Organizzato dal Consiglio Provinciale di Roma e dal Comitato per la Bellezza, chiamerà a consulto esperti e amministratori per dare risposte impegnative alla domanda dell’ambiente

Roma, 24 ott. - (Ign) - Tutelare il paesaggio e valorizzarne la risorsa per il sistema Paese. Questo l’intento di un convegno che si terrà domani, dal titolo ‘Paesaggio italiano aggredito, che fare ?’. Organizzato dal Consiglio Provinciale di Roma e dal Comitato per la Bellezza, l’appuntamento chiamerà a consulto esperti, docenti universitari, amministratori e specialisti di paesaggio per dare le prime impegnative risposte alla domanda dell’ambiente, chiedendo maggiore chiarezza e determinazione al governo e alle Regioni.

Il tema è quantomai attuale : nell’ultimo sessantennio, infatti, l’Italia si è ‘mangiata’ in cemento e asfalto oltre 12 milioni di ettari intatti, vale a dire un terzo dell’intero territorio dello Stivale : una regione più grande del Nord Italia, sino al 1950 libera da costruzioni e infrastrutture e coltivata a prato, è stata coperta dal cemento.

Per contro, malgrado la ‘febbre edilizia’ in atto da anni, si assiste a una esponenziale emergenza-casa, sintomo che la cementificazione avviene per lo più a fine di lucro, con un mercato che è spesso quello delle seconde e terze case, una tipologia che certo non incrocia la domanda abitativa delle giovani coppie, di immigrati, di ceti deboli alla ricerca di alloggi economici.

Così l’indebitamento delle famiglie per la corsa al mattone negli ultimi tempi è addirittura raddoppiato, toccando nel 2004 i 160 miliardi di euro.

A questa stridente contraddizione, che sta colpendo sia il paesaggio agrario e storico italiano sia le classi meno abbienti, è appunto dedicato il convegno che si svolgerà per tutta la giornata di domani a Palazzo Valentini (via IV Novembre 119/A) e che sarà aperto alle 9,30 dal presidente del Consiglio Provinciale di Roma, Adriano Labbucci. Coordineranno i lavori Luigi Manconi e Desideria Pasolini dall’Onda, del Comitato per la Bellezza. L’introduzione sarà curata dall’urbanista Vezio De Lucia.

Relatori della mattinata : Vittorio Emiliani, Adriano La Regina, Paolo Berdini, Filippo Ciccone, il sindaco di Mantova, Fiorenza Brioni, Igor Staglianò. Sempre per la mattinata è inoltre previsto l’intervento del ministro per le Politiche Agricole, Paolo De Castro.

Nel pomeriggio, con inizio alle 15,00 le comunicazioni dell’assessore regionale del Lazio all’Urbanistica, Massimo Pompili, di Violante Pallavicino, di Paolo Baldeschi, di Irene Berlingò dell’Assotecnici, e gli interventi della presidente della Bianchi Bandinelli, Marisa Dalai, di Alberto Asor Rosa, coordinatore dei Comitati Toscani, del vice-presidente del FAI, Paolo Baratta, della vice-presidente di Italia Nostra, Rossana Bettinelli, del presidente del Wwf, Fulco Pratesi, di Gianni Mattioli del Movimento Ecologista.

Al termine dei lavori, le conclusioni saranno tratte da Luigi Manconi e da Vittorio Emiliani, del Comitato per la Bellezza.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :