Poster un message

En réponse à :
ITALIA

Dico e dico : pace...pace, e rispetto della dignità umana e dei diritti di tutti e di tutte !!! Per solidarietà G. Vattimo, lettera aperta di Federico La Sala a Prodi

GESU’ !!! "JE SUiS ... CHRETIEN" !!! Non ... "CRETIN" !!! NE’ "CATTOLICO-ROMANO" !!!
samedi 10 février 2007 par Vincenzo Tiano
[...] Caro Prodi
Proceda !!! Tutto il mio sostegno e il mio invito a continuare sulla strada di essere umani adulti, sia della ragione sia della fede !
Buon lavoro e VIVA L’ITALIA !!! [...]

Per solidarietà a Gianni Vattimo* ... una lettera a Prodi !!!
PACS... PACE, E RISPETTO DELLA DIGNITA’ E DEI DIRITTI DI TUTTI E DI TUTTE !!!
Lettera aperta a ROMANO PRODI
di Federico La Sala
 (...)

En réponse à :

> Lettera aperta di Federico La Sala a Romano Prodi

mardi 5 décembre 2006

Padova dice sì alle coppie di fatto. Pollastrini : "Un atto di civiltà" *

PADOVA - Padova è la prima città italiana nella quale le coppie di fatto, sia etero che omosessuali, potranno ottenere il riconoscimento anagrafico, come famiglia fondata su vincoli affettivi. Lo prevede una mozione approvata in nottata dal consiglio comunale con 26 voti a favore (tutto il centrosinistra, esclusi i Verdi, non in giunta), 7 contrari e un astenuto. Si tratta di un provvedimento ben diverso dal registro delle coppie di fatto (da creare al di fuori della sfera anagrafica), e che sfrutta una possibilità offerta dal regolamento attuativo (1989) della legge sull’anagrafe datata 1954.

In sostanza, la mozione, proposta dal consigliere Ds Alessandro Zan, presidente dell’Arcigay veneto, impegna il sindaco e la giunta a istruire l’Ufficio comunale perchè rilasci, su richiesta degli interessati, l’attestazione di famiglia anagrafica basata su legami affettivi. Un atto simbolico, ma che secondo Zan dimostra che quello dei diritti civili e della tutela delle coppie omosessuali "è un tema che sta entrando pian piano nelle corde della politica italiana".

Sulla mozione divisioni nettissime in ambito politico : se per il ministro per le Pari opportunità, Barbara Pollastrini, si tratta di "un atto di civiltà", per Riccardo Pedrizzi, responsabile di An per le politiche della famiglia, si tratta di una decisione "incostituzionale, poichè equipara dal punto la famiglia fondata sul matrimonio ad una fantomatica famiglia basata su vincoli affettivi". "Propaganda pura" per Alessandra Mussolini, eurodeputata e leader di Alternativa sociale, di parere diametralmente opposto Franco Grillini, deputato dell’Ulivo e già presidente dell’Arcigay, che invece la definisce "una pagina importante per il riconoscimento dei gay".

* la Repubblica, 5 dicembre 2006


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :