Poster un message

En réponse à :
ITALIA

Dico e dico : pace...pace, e rispetto della dignità umana e dei diritti di tutti e di tutte !!! Per solidarietà G. Vattimo, lettera aperta di Federico La Sala a Prodi

GESU’ !!! "JE SUiS ... CHRETIEN" !!! Non ... "CRETIN" !!! NE’ "CATTOLICO-ROMANO" !!!
samedi 10 février 2007 par Vincenzo Tiano
[...] Caro Prodi
Proceda !!! Tutto il mio sostegno e il mio invito a continuare sulla strada di essere umani adulti, sia della ragione sia della fede !
Buon lavoro e VIVA L’ITALIA !!! [...]

Per solidarietà a Gianni Vattimo* ... una lettera a Prodi !!!
PACS... PACE, E RISPETTO DELLA DIGNITA’ E DEI DIRITTI DI TUTTI E DI TUTTE !!!
Lettera aperta a ROMANO PRODI
di Federico La Sala
 (...)

En réponse à :

> Un Forrest Gump contro i Pacs

dimanche 28 janvier 2007

Caro Federico,

che termine abusato l’ "Amore" ! Ma quale Amore ? Se tutti i nostri desideri diventano bisogni, e i bisogni devono diventare dei diritti, allora dove andremo a finire ? Antropologicamente parlando siamo dei poligami (se no come giustificare la prostituzione e la pornografia dilagante ? E poi basta osservare il comportamento dei primati) ; essere oggi, come ieri, monogami, è contro la legge di natura e quindi, seguendo il tuo ragionamento, dovremmo abolire la monogamia e introdurre la poligamia, come nei paesi arabi (così chi è ricco potrà permettersi più mogli). Seguendo sempre la natura, il "Partito dell’Amore" (sempre lui, l’Amore !) olandese ci ricorda che anche i bambini e gli adolescenti hanno dei desideri, dei bisogni, e quindi dei diritti che la società deve salvaguardare. Quindi via con una legge che legalizzi la pedofilia ! Però se guardiamo ancora più avanti esistono altri desideri, come quello di accoppiarsi con gli animali, ai quali dopottutto assomigliamo grazie ai nostri istinti. Allora via con la legalizzazione della zoofilia. Ma se poi a uno piace cibarsi di carne umana, perchè non una legge che salvaguardi il cannibalismo ? Di seguito, poi, c’è pure chi ama i morti e quindi via a una legge che permetta (grazie al consenso del defunto quando era in vita) la necrofilia.

Ci dobbiamo preparare e rassegnarci a questa realtà ? Glielo chiedo sinceramente, senza polemiche.

Se guardiamo al passato, duecento anni fa nessuno poteva prevedere la legalizzazione del divorzio, dell’aborto, dell’eutanasia, per non parlare dei PACS ...

Mi dispiace, ma penso che l’umanità, e in particolare la nostra società italiana, non possa accettare e non meriti tale supplizio.

A cosa servirebbe quell’armonia, quella libertà che tu auspichi in un inferno del genere ?

Grazie della tua graditissima risposta .

Tanti saluti. Biagio


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :