Inviare un messaggio

In risposta a:
ESTETICA (E NON SOLO) E DEMOCRAZIA. PER LA CRITICA DELLA FACOLTÀ DI GIUDIZIO E DELLA CREATIVITÀ DELL’ "UOMO SUPREMO" (KANT).

CREATIVITÀ: KANT E LA CRITICA DELLA SOCIETÀ DELL’UOMO A "UNA" DIMENSIONE. Una sollecitazione a svegliarsi dal sonno dogmatico. Una nota di Federico La Sala

(...) È solo con Kant - scrive Hogrebe - che emerse veramente ciò che può essere definito un problema della costituzione; il problema cioè di fornire una serie di regole e di definirle come il quadro nell’ambito del quale sono in generale empiricamente possibili le operazioni cognitive (...)
venerdì 8 marzo 2019
"UN UOMO PIÙ UNA DONNA HA PRODOTTO, PER SECOLI, UN UOMO"
LE DUE METÀ DEL CERVELLO. Il linguaggio del cambiamento
«Se una società basata sul mito della produttività ha bisogno di uomini a metà - fedeli esecutori, diligenti riproduttori, docili strumenti senza volontà - vuol dire che è fatta male e che bisogna cambiarla» (Gianni Rodari, Grammatica della fantasia. Introduzione all’arte di inventare storie, Einaudi, Torino 1973, p. 171). (...)

In risposta a:

> CREATIVITÀ. Una sollecitazione a svegliarsi dal sonno dogmatico. --- «Abbiamo visto la sua gloria» (Gv 1,14).

lunedì 24 dicembre 2018

CREATIVITÀ. Una sollecitazione a svegliarsi dal sonno dogmatico.... *


Abbiamo visto la sua gloria

di Mario Delpini (Avvenire, sabato 22 dicembre 2018)

      • L’arcivescovo di Milano parte dalla frase di san Giovanni, «Abbiamo visto la sua gloria» (Gv 1,14), per esortarci a imparare a vivere come figli di Dio

      • [Foto/Quadro] Oggi è nato per voi un Salvatore

Se il Verbo, Parola eterna del Padre,
-  deve imparare a parlare
-  per dire “mamma”, “papà”, “amici”, “fratelli”,
-  per dire “sì” e per dire “no”,
-  per dire “acqua” e “fuoco”, “campo”, “pecore”,
-  allora abbiamo visto la sua gloria
-  nella parola d’uomo che chiama e consola e illumina i figli degli uomini.

Se colui che ha fatto il cielo e la terra,
-  deve imparare a lavorare
-  nella bottega del falegname
-  per guadagnarsi il pane, per dare forma e bellezza e utilità
-  e sentire la fatica nelle braccia e le mani indurite dai calli,
-  allora abbiamo visto la sua gloria
-  nella fatica quotidiana che rende abitabile il mondo,
-  la casa dei figli degli uomini.

Se Gesù, che è la vita del mondo,
-  deve vedere la morte e imparare il soffrire
-  e piangere la morte degli amici e delle persone care,
-  e consolare le lacrime degli afflitti
-  e condividere lo strazio degli affetti spezzati,
-  allora abbiamo visto la sua gloria
-  nella compassione che abita in cuore d’uomo.

Se il Figlio Unigenito, che è nel seno del Padre,
-  deve imparare la strada per Gerusalemme
-  e camminare insieme al popolo per cantare le antiche preghiere
-  ed esultare alle porte della città santa
-  e commuoversi per la devozione e per il peccato,
-  allora abbiamo visto la sua gloria
-  nell’abitare del Figlio nel seno del Padre
-  per preparare un posto per ogni figlio d’uomo.

La terra è piena della gloria di Dio,
-  il Figlio di Dio ha imparato a essere figlio dell’uomo,
-  i figli degli uomini possono imparare a vivere come figli di Dio
.

Auguri!

Santo Natale 2018


*

Sul tema, nel sito, si cfr.:

GUARIRE LA NOSTRA TERRA: VERITÀ E RICONCILIAZIONE. Lettera aperta a Israele (già inviata a Karol Wojtyla) sulla necessità di "pensare un altro Abramo" -

CREATIVITÀ: KANT E LA CRITICA DELLA SOCIETÀ DELL’UOMO A "UNA" DIMENSIONE. Una sollecitazione a svegliarsi dal sonno dogmatico.

DAL "CHE COSA" AL "CHI": NUOVA ERMENEUTICA E NUOVO PRINCIPIO DI "CARITÀ"! DELLA TERRA, IL BRILLANTE COLORE.

Federico La Sala


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: