"Rete per la Calabria" invoca la tutela per Emiliano Morrone e Francesco Saverio Alessio

Il pericolo in cui si trovano gli autori di "La societÓ sparente" ha spinto "Rete per la Calabria" a chiedere l’intervento del Questore e del Prefetto di Cosenza
lunedì 19 novembre 2007.
 

SIGNOR PREFETTO E SIGNOR QUESTORE DI COSENZA, NEL PUBBLICARE IL SOTTOSTANTE COMUNICATO STAMPA SENTIAMO DI ESSERE PREOCCUPATI PER L’INCOLUMITA’ DI EMILIANO MORRONE E FRANCESCO SAVERIO ALESSIO, E PER QUESTO CI FAREMO PROMOTORI DI UNA SEGNALAZIONE UFFICIALE DEGLI INQUIETANTI AVVENIMENTI CHE SI STANNO VERIFICANDO INTORNO ALLA PUBBLICAZIONE DEL LIBRO “LA SOCIETA’ SPARENTE”. NON DIMENTICHIAMO CHE PER UNA VICENDA PURTROPPO MOLTO SIMILE A QUESTA LE AUTORITA’ DI PUBBLICA SICUREZZA NAPOLETANE NON HANNO ESITATO UN MINUTO NEL METTERE IN CONDIZIONE DI TUTELA IL GIOVANE SCRITTORE NAPOLETANO ROBERTO SAVIANO, AUTORE DI “GOMORRA”. NOI COMINCIAMO AD ESSERE SERIAMENTE PREOCCUPATI, E LO DICIAMO PUBBLICAMENTE PERCHE’ I MOTIVI PER ESSERLO CI SONO TUTTI. E PERCHE’ - DIO NON VOGLIA - DOVESSE SUCCEDERE QUALCOSA, NESSUNO POSSA DIRE “NON SAPEVO”.

RETE PER LA CALABRIA

Il comunicato di Neftasia Editore si trova anche su "Rete per la Calabria"


Rispondere all'articolo

Forum