Politica vaticana

MILINGO torna da MOON e, insieme, rilanciano la sfida alla Chiesa ’cattolica’, sulla questione dei "PRETI SPOSATI".

mardi 26 septembre 2006.
 

Milingo torna da Moon

La setta del reverendo Moon sceglie il tema dei "preti sposati" come suo nuovo terreno di azione di Paola D’Anna*

Dunque Milingo è ritornato nella setta di Moon ed è insieme a sua moglie. Era una notizia che circolava da qualche settimana e che in tutti i modi si è cercato di smentire, inventando la storia di un ritiro spiritale che, evidentemente, era di tutt’altro tipo.

E anche da qualche settimana circolava con insistenza la voce che la setta del reverendo Moon avesse scelto il tema dei "preti sposati" come suo nuovo terreno di azione, mettendosi alacremente alla ricerca di preti sposati da arruolare nel suo movimento. E anche questo fatto è stato confermato nel modo più clamoroso possibile. Nella conferenza stampa tenuta da Milingo a New York, egli si è fatto paladino della causa dei preti sposati (oltre centocinquantamila secondo Milingo) affermando che « Non c’è guarigione più importante della riconciliazione di oltre 150 mila preti sposati con la Chiesa cattolica », e che la setta di Moon e la chiesa cattolica avrebbero le stesse posizioni sulla famiglia. Possono dunque collaborare. Ad affiancare Milingo in questa sua nuova campagna di "guarigioni" ci sono George Augustus Stallings, fondatore della Congregazione dei cattolici afroamericani, l’arcivescovo Patrick Trujillo, della ’Old Catholic Church in Americà e l’italiano don Giuseppe Serrone, che da qualche anno è diventato prete sposato. Questo il gruppo che insieme a Milingo cercherà di attrarre preti sposati nella setta di Moon.

La strategia di Milingo e Moon sembra essere molto chiara : « Contattateci, forniremo supporto e aiuti finanziari a voi e alle vostre famiglie », è stato l’appello rivolto ai preti sposati di tutto il mondo ben conoscendo le condizioni di sofferenza a cui vanno incontro i preti quando decidono di sposarsi.

La questione dei "preti sposati" diventa dunque decisivo per la chiesa cattolica. Il chiudersi a riccio, come ha fatto papa Woityla prima e Ratzinger poi, non ha fatto altro che acuire ancora di più il problema. Per ora ci fermiamo quì. Nelle prossime settimana contiamo di approfondire l’argomento che avrà sicuramente delle ripercussioni notevoli nella Chiesa Cattolica. In allegato riportiamo la rassegna stampa sulla conferenza stampa di Milingo


Allegato : Rassegna stampa*

Il prelato ha raccontato di aver incontrato un mese fa il reverendo Moon Usa, Milingo riappare con la sua Maria Sung L’arcivescovo si è presentato in conferenza stampa a Washington con la donna che sposò nel 2001 : « Lei è mia moglie per sempre »

WASHINGTON - Torna alla ribalta il caso Milingo. L’arcivescovo ed esorcista africano, scomparso a fine maggio da Zagarolo, è tornato in America dalla setta dei « Moon » e a Washington ha incontrato, a sorpresa, i giornalisti, rivelando loro di essere tornato con Maria Sung, la donna coreana che sposò nel 2001 provocando un vero e proprio terremoto all’interno della Chiesa Cattolica. « Maria - ha detto l’arcivescovo- è tuttora mia moglie e lo resterà finché morte non ci separi ». Milingo ha parlato al National press club, spiegando di avere incontrato di nuovo il reverendo Moon un mese fa. Dopo settimane di interrogativi sui suoi spostamenti, dunque , monsignor Emmanuel Milingo è ricomparso, rilanciando con forza il tema della libertà di matrimonio per i preti cattolici.

« Non c’è guarigione più importante della riconciliazione di oltre 150 mila preti sposati con la Chiesa cattolica », ha detto l’arcivescovo Milingo, noto per le sue doti di guaritore, parlando ai giornalisti al National Press Club di Washington. « Il reverendo Moon e la Chiesa cattolica - ha detto monsignor Milingo - sostengono fondamentalmente la stessa cosa sulla famiglia e sull’amore ». Ad affiancare l’ex arcivescovo di Lusaka nell’incontro organizzato a Washington c’era anche l’arcivescovo George Augustus Stallings fondatore della Congregazione dei cattolici afroamericani, da anni in lotta contro il Vaticano sul tema del celibato. E dall’Italia è arrivato il fondatore dell’Associazione preti sposati, don Giuseppe Serrone che da anni si batte per l’abolizione del celibato sacerdotale. Un altro leader religioso del dissenso con Roma, l’arcivescovo Patrick Trujillo, della ’Old Catholic Church in Americà, ha lanciato nel corso dell’incontro con Milingo un appello a tutti i preti sposati : « Contattateci, forniremo supporto e aiuti finanziari a voi e alle vostre famiglie », ha detto. (12 luglio 2006)

Fonte : http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/07_Luglio/12/milingo.shtml


*

WWW.ILDIALOGO.ORG,mercoledì, 12.07.2003


Répondre à cet article

Forum