Editoriale

Finanziamento ai partiti : anche Grillo spara cazzate

lundi 23 avril 2012.
 

di Emiliano Morrone

Beppe Grillo ha il merito d’aver smosso e svecchiato la politica. Con il linguaggio che sappiamo : diretto, rabbioso, violento, di pancia. Da qui, per˛, non si pu˛ farne un messia o il Pericle della Repubblica digitale in cui si compiono veritÓ e giustizia.

Per certo il suo vocabolario, il suo dire iperbolico urta spesso big di palazzo, che ne bandiscono parole e toni. ╚ vero che i suoi attacchi al sistema sono ritenuti « feroci » e « inaccettabili » da figuri moralmente compromessi, che giustificano comportamenti illeciti di parlamentari, amministratori e consiglieri pubblici ; che difendono i compari a prescindere da fatti, ipotesi di reato, intercettazioni inquietanti.

Adesso Grillo ha il favore della stampa, che, forse perchÚ innocuo, ne amplifica anatemi, analisi e profezie. E con poca critica di dettaglio o prospettiva. Grillo spettacolarizza la contestazione ; sempre legittima, insopprimibile. Nel contempo, il comico dispensa informazioni a modo suo : tratta di mercato, banche, potere ed esercizio della democrazia. Si contraddice eppure resta in cattedra ; infierisce contro i media ma rimane onnipresente, con tutto lo zapping che vuoi. Nei talk, ovunque si scaldi il brodo oleoso della politica.

L’equilibrio tra i poteri dello Stato Ŕ debole, e teorica, ormai, la sovranitÓ del popolo. Il momento Ŕ favorevole, dunque, per conquistare spazi politici ; a patto di non avanzare col populismo con cui la Lega s’Ŕ spacciata come rivoluzionaria, prima di sprofondare nelle pratiche spartitorie e predatorie del sistema.

Da Naro a Lusi, da Belsito alla Mauro, al Trota, a lady Bossi ; tra ex tesorieri, famigli e familiari, i partiti sono in crisi. Anzitutto, perchÚ fanno i loro comodi, di lÓ dai rimborsi, grazie a una legge elettorale che impedisce al popolo di scegliere i rappresentanti e al parlamento di proporre e votare buone leggi. In questa valle di lacrime, per˛, non sembra esserci lungimiranza politica, capacitÓ di costruire.

Continua la lettura su INFILTRATO


Répondre à cet article

Forum