IL MISTERIOSO PROGETTO SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

SAN GIOVANNI IN FIORE E LA FRENETICA ATTIVITA’ DELLA GIUNTA BARILE
samedi 5 mai 2012.
 

Alla fine del 2010, in uno dei miei primi articoli scritto per “il Quindicinale”,avanzavo alcune considerazioni circa l’importanza, ai fini del rilancio e del risanamento della nostra città, della questione ambientale. In particolare sottolineavo come l’avvio di una seria ed efficace raccolta differenziata poteva considerarsi come il primo, significativo, passo per cercare di connettere difesa del territorio e sviluppo economico. Chiedevo inoltre al Sindaco Antonio Barile la sua posizione rispetto a questo tema. Lui naturalmente non mi ha mai risposto. Dopo pochi mesi però la sua claudicante Giunta cadeva per le dimissioni dei consiglieri di centro sinistra all’opposizione, allora in maggioranza in Consiglio Comunale. Iniziava quindi il periodo del commissariamento e della nuova campagna elettorale conclusa con le elezioni del maggio 2011. Proprio in quella fase sentivo Barile, per la prima volta, parlare di raccolta differenziata. Con la sua solita aggressività, con il suo solito italiano abborracciato misto a “sangiuvannise tuastu”, Barile si lamentava che le decisioni dei consiglieri di opposizione erano fatto gravissimo, che troppe cose lui e i suoi assessori avevano iniziato (una miriade di progetti), che tutto quel lavoro irrimediabilmente andava perso. Tra questa miriade di progetti, elaborati e non compiuti, c’era appunto anche quello sulla raccolta differenziata. Intanto Barile ritornava a vincere con una coalizione di partiti di centrodestra questa volta maggioranza schiacciante in Consiglio. Da quasi un anno, dal 30 maggio giorno del ballottaggio, Antonio Barile amministra San Giovanni in Fiore. A suo dire (e certo bisogna crederci, perché pensare il contrario ?) lui e i suoi assessori non si fermano un attimo :stanno sempre là in Comune a discutere, confrontarsi,incasellare cifre, redigere schemi in continuo affanno tra la scarsità di risorse e i tanti problemi da affrontare. Addirittura non hanno manco il tempo di ritornare a casa per il pranzo e se va male saltano pure la cena alla sera. Mi chiedo, e questa volta lo chiedo a me stesso senza rivolgermi a lui visto che con tutti gli impegni che ha probabilmente non avrà nemmeno il tempo di leggerlo questo piccolo articoletto, dicevo mi chiedo un po’ sconfortato :nella frenetica attività di questa Giunta stacanovista che fine avrà mai fatto il progetto sulla raccolta differenziata ? sarà alle battute finali ? mancherà magari solo una firma per presentarlo oppure non si è trovata la necessaria copertura economica ?

domenico barberio

articolo già pubblicato su "il Quindicinale"


Répondre à cet article

Forum