La Voce 3.0

L’accordo della Voce col "Guallera Center" e la previsione sul nuovo ragioniere comunale

martedì 31 gennaio 2017.
 

Di recente “La Voce di Fiore” ha sottoscritto un accordo con il “Guallera Center for Research” di Boston, il primo centro mondiale per le previsioni sulle scelte delle amministrazioni pubbliche di tutto il pianeta.

La collaborazione prevede che “La Voce di Fiore” fornisca la sua esperienza profetica e il “Guallera Center for Research” elabori “i dati” ricevuti dalla nostra organizzazione.

Abbiamo l’onore, oggi, di presentare insieme il primo risultato di questo lavoro di squadra.

In sostituzione del ragioniere Franco Scigliano, andato in pensione, il Comune di San Giovanni in Fiore potrebbe assumere a tempo parziale, stando ai calcoli del “Guallera Center”, il ragioniere Emilio Martino del Comune di San Fili (Cs), il cui sindaco fu per molti anni il dirigente dell’Asp di Cosenza Ottorino Zuccarelli, cui di recente è stato assegnato l’incarico di responsabile della sicurezza sanitaria della “Cittadella” (ovvero la sede della giunta regionale della Calabria a Catanzaro, presieduta dal concittadino Mario Oliverio).

Su Repubblica.it, di Zuccarelli ha scritto la collega Alessia Candito: «Nel 2010 Zuccarelli, infatti, è finito ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta Ippocrate, che ha svelato un gigantesco giro di falsi certificati di invalidità rilasciati da medici compiacenti e fannulloni. Le telecamere nascoste dagli investigatori più volte li hanno ripresi mentre timbravano il cartellino per poi andare via. Uno di loro era Zuccarelli, che per questo oggi è sotto processo con le accuse di falso e truffa di fronte al Tribunale di Cosenza».

Naturalmente, né a noi di “La Voce di Fiore” né al "Guallera Center for Research” interessa attribuire marchi o responsabilità penali di sorta, atteso che chiunque è innocente sino a sentenza passata in giudicato e che, come ovvio, Martino non è Zuccarelli. Non vogliamo neppure sminuire le singole professionalità o creare collegamenti impropri.

Al di là delle accuse per cui si sta difendendo in giudizio, Zuccarelli ha comunque di recente ricevuto un incarico pubblico riconducibile a una scelta della giunta regionale (guidata da Oliverio), per cui potrebbe anche esserci un aspetto politico nella vicenda del sostituto del ragioniere Scigliano.

Qualora le nostre previsioni si avverassero, ci piacerebbe sapere tre cose:

1) perché il Comune di San Giovanni in Fiore non abbia voluto utilizzare una risorsa interna, cioè la Lsu Caterina Secreti, laureata in economia e in possesso di master in materie economiche, la quale - è noto - non ha affinità (di parte) politica con chi in questo momento storico governa il municipio;

2) perché il Comune di San Giovanni in Fiore, in dissesto finanziario, abbia fatto ricorso a una risorsa esterna, con un costo aggiuntivo, per le casse pubbliche, di diverse migliaia di euro all’anno;

3) perché il presidente del Consiglio comunale non abbia ancora voluto convocare una seduta consiliare, nello specifico già richiesta formalmente dalla minoranza.

La maggioranza consiliare di San Giovanni in Fiore ha sempre ritenuto un proprio cavallo di battaglia la stabilizzazione degli Lsu ed Lpu. Adesso potrebbe aver cambiato idea?

Restiamo sintonizzati.

Emiliano Morrone


Rispondere all'articolo

Forum