San Giovanni in Fiore

Notizie su San Giovanni in Fiore : approvato dal governo Prodi il disegno di Antonio Barile in materia di lavoro ; Antonio Nicoletti informa della riqualificazione della Silana ; nasce l’emittente televisiva Sala tv

jeudi 25 mai 2006.
 

E’ fatta. Il governo Prodi ha approvato il disegno di legge presentato da Antonio Barile ad Antonino Mangialavori, ex assessore della giunta calabrese guidata da Chiaravalloti, all’ex ministro Gianni Alemanno e al sindaco di San Giovanni in Fiore, Antonio Nicoletti. "Da tempo - ha oggi dichiarato Prodi in una conferenza stampa - cercavamo un’alternativa alla legge Biagi, senza scomodare Confindustria. Finalmente, arriverà una legge che non prevederà contratti a progetto ma progetti a contratto". Il commento della Sial, società d’appoggio della Regione Calabria, è stato estremamente positivo. "Eccoci, giustizia è fatta", figura in una nota del suo ufficio per le relazioni esterne.

"Una politica culturale integrata che, praticamente, ci rilancerà in modo integrato in un’integrazione integrabile e nell’integrale e integra integrità che... non mi viene la parola. Insomma avete capito. La Silana sarà potenziata". Lo ha dichiarato il sindaco della città di Gioacchino, Antonio Nicoletti, che ha aggiunto, alla presenza di tre giornalisti : "Siamo in un momento calcisticamente difficile, che richiede una seria progettazione di fattispecie onomatopeiche tali da assecondare una elevazione delle aliquote triangolari che ci permetta di sceverare, all’interno d’uno schema a zona, le potenzialità dinamiche della geometria postindustriale della nostra squadra calcistica di casa". Per il primo cittadino, inoltre, "la Silana avrà il compito di riscattare il calcio nazionale, grazie all’assessore Incarnato, che ha incarnato lo spirito della riscossa calcistica della Silana, fornendoci utili strumenti di diagnostica clinica e metodologie adeguate a comprendere le necessità ideologiche di un calcio sempre più legato alle transazioni ortopediche di una fattispecie leale e coerente con la programmazione integrata della giunta".

Federico La Sala, filosofo e intellettuale cattolico italiano, ha annunciato oggi la nascita di Sala tv, che trasmetterà solo a San Giovanni in Fiore. La Sala ha dichiarato che "così, esisterà una concorrenza utile nell’ambito del mercato televisivo locale". Sila tv contro Sala tv, dunque. Il primo servizio del tg di Sala tv, diretto da quel pazzo da manicomio di Emiliano Morrone, andrà in onda domani alle 20 e sarà dedicato a Freud, "mammasantissima", la Costituzione dei nostri padri e delle nostre madri, Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi e papa Ratzinger, col titolo "L’Italia dei martiri, dei miti, dei dogmi e della pummarora, una nota di Federico La Sala".


Répondre à cet article

Forum