Esteri

In Italia domani le vittime italiane in Afghanistan

samedi 6 mai 2006.
 

Afghanistan, domani il rimpatrio delle vittime italiane

11:42 Clementini, operazione riuscita

E’ apparsa più serena, stamani, la famiglia di Massimiliano Clementini, 27 anni, l’ alpino rimasto ferito ieri pomeriggio nell’ attentato a Kabul. Attorno alle 22.30, ha raccontato ai giornalisti la mamma Doriana, è infatti giunta una telefonata della Farnesina con cui veniva comunicato che aveva avuto esito positivo l’ operazione a cui è stato sottoposto Massimiliano. Il soldato, che ha riportato un trauma cranico con ematoma, è stato operato anche al polpaccio per una ferita molto profonda.

11:21 Soldati feriti in Italia a mezzanotte

"Non sono preoccupanti" le condizioni dei quattro alpini feriti ieri nell’attentato a Kabul. E’ quanto ribadiscono oggi al comando del contingente italiano, sottolineando che i feriti sono tuttora ricoverati nell’ospedale militare da campo tedesco. Nel pomeriggio, confermano da Italfor, i quattro partiranno per l’Italia : l’arrivo all’aeroporto di Ciampino è previsto per dopo la mezzanotte.

11:21 Roma, aperto il Sacrario

Il Sacrario dello Stato maggiore dell’Esercito, a Roma, è stato aperto questa mattina alle 9:30 per permettere ai cittadini di partecipare al cordoglio per la morte del tenente Manuel Fiorito e del maresciallo ordinario Luca Polsinelli, rimasti uccisi nell’attentato di ieri a Kabul contro un convoglio di militari italiani.

11:20 Veltroni : "Dolore per i nostri ragazzi"

"Anche in un’occasione gioiosa non si può non provare dolore e dispiacere per due nostri ragazzi morti in un teatro di guerra". Lo ha detto il sindaco Walter Veltroni all’inaugurazione della piazza San Zaccaria Papa, nel quartiere Primavalle. "E’ un paradosso - ha aggiunto Veltroni - che dopo tante morti le persone contro cui dovremmo fare la guerra stanno ancora in sella".

11:18 Dubbi sulla missione

Per quanto riguarda la ricostruzione della dinamica dell’attentato, fonti del ministero dell’interno di Kabul hanno detto che i due mezzi italiani stavano andando in soccorso di una pattuglia delle forze di sicurezza afgane, a sua volta coinvolta nell’esplosione di un ordigno, ma questa ricostruzione non viene confermata dal comando italiano. "Come abbiamo già detto più volte - dice una fonte militare a Kabul - quello era un normale pattugliamento, un’attività di routine, e non ci risulta che fosse in corso un intervento di tipo diverso".

11:18 Non ancora recuperati i mezzi

Non sono stati ancora recuperati i due veicoli blindati ’PUMA’ coinvolti ieri nell’attentato in cui due militari italiani sono morti ed altri quattro sono rimasti feriti in Afghanistan.

11:17 Domani il rimpatrio delle vittime

L’arrivo delle salme in Italia è previsto per domani alle 22:30 circa all’aeroporto militare di Ciampino. I corpi dei militari uccisi saranno trasportati poi all’istituto di medicina legale del Celio per i rilievi autoptici. Sarà poi allestita all’interno dell’ospedale militare una camera ardente.

da www.repubblica.it


Répondre à cet article

Forum