Tragedia a Sorrento. Per i preparativi della festa patronale, crolla una "gru" nella piazza del municipio, in piazza sant’Antonino : morte due donne, e quattro feriti.

mardi 1er mai 2007.
 
[...] Una tragica fatalità, un incredibile appuntamento con il destino, una morte assurda e drammatica per le due donne - Claudia Morelli, di 86 anni e la nuora, Teresa Reale, di 50 - che sono state colpite dal braccio rovinato al suolo e che sono morte all’istante. Erano appena uscite dalla chiesa dove avevano assistito alla messa. Solitamente preferivano andare in cattedrale ma, avendo oggi ritardato, avevano fatalmente ripiegato sulla chiesa di Sant’Antonino. Nell’incidente sono rimasti feriti anche tre operai ed un altro passante. [...]

SORRENTO : CADE UN BRACCIO ELEVATORE, MORTE 2 PASSANTI *

SORRENTO - Due passanti sono morte e quattro persone sono rimaste ferite a Sorrento, a piazza Sant’Antonino, nel centro della città, in seguito ad un incidente sul lavoro, avvenuto proprio il 1° maggio, giornata dedicata ai lavoratori. Il braccio elevatore montato su un camion, con il quale tre operai della ditta Donnarumma di Pimonte erano impegnati nei lavori di sistemazione di luminarie per la festa cosiddetta di Sant’Antonino dei contadini, si è spezzato per motivi ancora non chiari (la rottura potrebbe essere dipesa o da usura del braccio meccanico o da un eccessivo peso caricato nel ’cesto’).

Una tragica fatalità, un incredibile appuntamento con il destino, una morte assurda e drammatica per le due donne - Claudia Morelli, di 86 anni e la nuora, Teresa Reale, di 50 - che sono state colpite dal braccio rovinato al suolo e che sono morte all’istante. Erano appena uscite dalla chiesa dove avevano assistito alla messa. Solitamente preferivano andare in cattedrale ma, avendo oggi ritardato, avevano fatalmente ripiegato sulla chiesa di Sant’Antonino. Nell’incidente sono rimasti feriti anche tre operai ed un altro passante.

I due feriti più gravi, ricoverati nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Sorrento, sono Massimo ed Eduardo Donnarumma, figli del titolare della ditta impegnata nei lavori, appaltati dal Comune di Sorrento. Eduardo Donnarumma, di 28 anni, è il più grave dei quattro feriti. E’ l’unico ancora ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale ed è politraumatizzato. Presenta fratture alla testa ed al torace. I sanitari dell’ospedale sorrentino stanno organizzando il suo trasferimento al Centro Traumatologico Ortopedico di Napoli.

Dopo una prima sosta in rianimazione, è stato poi trasferito in reparto Emilio Balestrieri, di 25 anni, anch’egli operaio impegnato nei lavori di sistemazione delle luminarie per la festa di Sant’Antonino dei contadini, commissionati alla ditta Donnarumma dalla Chiesa che si trova nella piazza, proprio dinnanzi al punto in cui è avvenuto il tragico incidente. Balestrieri è in prognosi riservata. Il fratello di Eduardo Donnarumma, Massimo di 22 anni, e Massimo Gargiulo, di 30 anni, autista del pulmino trovatosi a passare per caso, restano per il momento ancora ricoverati in ospedale, ma le loro condizioni non sono preoccupanti.

ANSA »2007-05-01 14:43


-  Incidenti lavoro : Sorrento, quattro i feriti, uno grave.
-  Ipotesi errore umano. Figlio vittima era ispettore del lavoro

(ANSA) - SORRENTO (NAPOLI), 1 MAG - Sono quattro i feriti per la caduta del braccio di un elevatore avvenuta questa mattina a Sorrento e costata la vita a due donne.I due feriti piu’ gravi sono Massimo ed Eduardo Donnarumma, figli del titolare della ditta incaricata dalla Chiesa di allestire le luminarie per la festa del patrono. Feriti, ma non gravemente, anche l’autista di un ristorante e un operaio. Il figlio di una delle due donne uccise mentre tornavano dalla Messa, ispettore del lavoro, e’ stato colto da malore

ANSA »2007-05-01 17:39


-  Nel giorno dedicato alle morti bianche nuovo infortunio sul lavoro. Muoiono suocera e nuora.
-  La tragedia nella piazza del comune dove era in allestimento il palco per la festa patronale

-  Crolla la gru in piazza, morte due donne
-  Indagato il figlio del proprietario della ditta
*

SORRENTO - Un’altra tragedia sul lavoro. Il Primo Maggio, festa dei lavoratori dedicata quest’anno alle morti bianche, cede a Sorrento il braccio di un elevatore uccidendo due donne e ferendo quattro persone. Le vittime sono Claudia Russo, 86 anni e Teresa Reale, cinquant’anni, suocera e nuora di Sorrento. Feriti i tre operai che si trovavano sulla pedana per inastallare le luminarie davanti alla chiesa del paese e un carabiniere Enrico Balestriere, militare in servizio in Sardegna, che si trovava a passare in piazza e poco dopo avrebbe dovuto incontrare degli amici quando è stato travolto dal braccio metallico. L’uomo è ricoverato all’ospedale di Sorrento per un trauma addominale e le sue condizioni sono tenute costantemente sotto controllo da parte dei sanitari.

Due operai, Eduardo Donnarumma, figlio del titolare della ditta, ed un operaio che lavorava con lui, sono in gravi condizioni. Erano nel "cesto" dell’elevatore montato su un camion. Il braccio della gru si è spezzato proprio nel centro. Ferito, ma in maniera non preoccupante, anche il conducente di un pullmino colpito da uno dei segmenti della gru crollati. Aniello Donnarumma, figlio e socio del titolare della ditta cui apparteneva la gru, sarà ascoltato come indagato.

L’incidente è accaduto nella piazza del municipio, in piazza Sant’Antonio, dove gli operai della Donnarumma illuminazione stavano allestendo il palco per la festa patronale di Sant’Antonino. Il procuratore capo di Torre Annunziata, Diego Marmo, ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.

Le due vittime tornavano dalla messa e passavano dalla piazza centrale proprio per dare un’occhiata ai preparativi per la festa del paese. In genere le due donne andavano a messa in cattedrale, ma stamani erano in ritardo e hanno "ripiegato" sulla chiesa di Sant’Antonino più vicina a casa.

Il sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino, e l’amministrazione comunale hanno proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali.

* la Repubblica, 1 maggio 2007


Répondre à cet article

Forum