Stampa

Regole universali: i contributi sulla Voce non sono mai stati censurati

lunedì 23 gennaio 2006.
 

Cari "il muratore" e "Pensiero debole",

su questo periodico on line che indegnamente dirigo, non ho mai censurato alcun genere di contributo. Se permettete, mantengo, a oggi, la responsabilitÓ della Voce presso il Tribunale di Cosenza. Concedetemi, almeno, di esercitare le mie funzioni. Potete scrivere ci˛ che vi pare, nel rispetto delle leggi. Potete accusare riccardo Succurro come volete. L’ex sindaco, se ritiene, ha tutto lo spazio disponibile, in queste pagine, per rispondere ai vostri rimproveri e dissenso. Non Ŕ giornalisticamente corretto, e su questo concordano tutti, da Franco Abruzzo a Giuseppe Soluri, trattare questioni politiche e investire personaggi pubblici nascondendosi dietro a nomi di fantasia. Ripeto, nessuna censura, come vi sarete, credo, resi conto, leggendo il giornale elettronico. Al muratore voglio solo dire che mi manca il suo prezioso aggiornamento: sono amico, e forse allievo, di Derrick De Kerckhove. Ovviamente, questo sarÓ, per molti, motivo di sdegno e scherno. Si dirÓ che mi gonfio al punto da esplodere. Non vedo che cosa ci sia di strano nello scrivere le proprie opinioni firmandosi col nome di battesimo. Sui forum, in genere, ognuno cambia identitÓ. C’Ŕ un bel corso di antropologia culturale, in Sapienza, che ne rende teoreticamente conto. Qui, siamo la stessa cosa d’un giornale. E le regole le fisso io, piaccia o no. Dovrei, poi, denunciare alla Procura della Repubblica la violazione di questo spazio libero. C’Ŕ qualcuno che, in possesso dei codici d’accesso, pubblica impropriamente ci˛ che gli pare. Vi prego, quindi, di voler chiarire questa posizione, contattandomi per e-mail all’indirizzo: nichilismopuro@libero.it . Confido nella vostra comprensione e, soprattutto, attendo risposte. Al muratore dico che la diversitÓ Ŕ una risorsa e non un limite. Cordialmente,

Emiliano Morrone


Rispondere all'articolo

Forum