Vita

Le magie del poetico, polemico e prezioso Federico La Sala, che stavolta seleziona "Grazie alla vita", di Violeta Parra

sabato 25 marzo 2006.
 

GRAZIE ALLA VITA

di VIOLETA PARRA*

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato due stelle che, quando le apro,
-  io vedo e distinguo il nero dal bianco
-  e nell’alto cielo il fondo stellato,
-  e in mezzo alla folla l’uomo che amo.

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato l’udito che in tutto il suo raggio
-  sente notte e giorno grilli e fringuelli,
-  martelli, turbine, latrati, tempeste
-  e la dolce voce di colui che amo.

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato il suono e l’abecedario,
-  come le parole che penso e proclamo,
-  figlio, madre, amico e sentiero chiaro
-  che mi porta al cuore di chi sto amando.

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato la marcia dei miei piedi stanchi;
-  con essi ho varcato pozzanghere e spiagge,
-  citta’ e deserti, montagne e pianure,
-  e la strada tua, la casa, il cortile.

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato il cuore che vuole fuggire
-  quando guardo i frutti del cervello umano,
-  quando vedo il bene lontano dal male,
-  quando vedo dentro il tuo sguardo chiaro.

-  Grazie alla vita, che mi ha dato tanto:
-  mi ha dato il riso e mi ha dato il pianto;
-  cosi’ io distinguo la pena e la gioia,
-  i due elementi che fanno il mio canto,
-  che e’ il vostro canto, il mio proprio canto,
-  e il canto di tutti, il mio stesso canto.


-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me dió dos luceros, que cuando los abro
-  Perfecto distingo, lo negro del blanco
-  Y en el alto cielo, su fondo estrellado
-  Y en las multitudes, el hombre que yo amo

-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me ha dado el oído, que en todo su ancho
-  Graba noche y día, grillos y canarios
-  Martillos, turbinas, ladridos, chubascos
-  Y la voz tan tierna, de mi bien amado

-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me ha dado el sonido, y el abecedario
-  Con el las palabras, que pienso y declaro
-  Madre, amigo, hermano y luz alumbrando
-  La ruta del alma del que estoy amando

-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me ha dado la marcha, de mis pies cansados
-  Con ellos anduve, ciudades y charcos
-  Playas y desiertos, montañas y llanos
-  Y la casa tuya, tu calle y tu patio

-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me dió el corazón, que agita su marco
-  Cuando miro el fruto del cerebro humano
-  Cuando miro el bueno tan lejos del malo
-  Cuando miro el fondo de tus ojos claros

-  Gracias a la vida, que me ha dado tanto
-  Me ha dado la risa y me ha dado el llanto
-  Así yo distingo dicha de quebranto
-  Los dos materiales que forman mi canto
-  Y el canto de ustedes, que es el mismo canto
-  Y el canto de todos, que es mi propio canto
-  Y el canto de ustedes, que es mi propio canto.


*

In Meri Franco-Lao, Trovatori dell’America Latina, Borla, Roma 1977, pp. 110-111.

Violeta Parra fu pittrice, poetessa, musicista, ricercatrice e interprete di canzoni della cultura popolare cilena. Nata nel 1917 da padre professore di musica e madre contadina, sorella di Nicanor, si suicida nel 1967. Ha scritto Eduardo Galeano in Memoria del fuoco: "... quella cantante contadina, dalla voce flebile, che nelle sue canzoni provocatorie seppe celebrare i misteri del Cile. Violeta era peccatrice e piccante, amava la chitarra, le chiacchiere e l’innamoramento, e spesso, per ballare e fare la buffona, le si bruciavano le empanadas. ’Grazie alla vita, che mi ha dato tanto’, canto’ nella sua ultima canzone; e un sussulto d’amore la sbalzo’ nella morte".

Una raccolta di testi delle sue canzoni e’: Violeta Parra, Canzoni, Newton Compton, Roma 1979

(da: LA DOMENICA DELLA NONVIOLENZA. Supplemento domenicale de "La nonviolenza e’ in cammino", Numero 66 del 26 marzo 2006)



-  VIOLETA PARRA, GRACIAS A LA VIDA (VIDEO).

-  MERCEDES SOSA, GRACIAS A LA VIDA (Video)

-  L’MP3 della versione interpretata da Mercedes Sosa è scaricabile da questa pagina. Da quest’altra pagina si scarica invece la versione più "classica" interpretata da Claudia López Bascuñán. Anche la versione di Joan Baez può essere scaricata. Video You Tube (Fonte: CANZONI CONTRO LA GUERRA).



-  L’AMORE NON E’ LO ZIMBELLO DEL TEMPO: "AMORE E’ PIU’ FORTE DI MORTE" (Cantico dei cantici: 8.6).


Rispondere all'articolo

Forum