"Gomorra" : Campania ... Infelice !!!

A DIFESA DELL’OASI FAUNISTICA DI PERSANO E DEL FIUME SELE : SIAMO TUTTI CITTADINI E CITTADINE DI SERRE (SA) !!! CONTRO UNA CIVICA LUNGA MOBILITAZIONE GENERALE, BERTOLASO INSISTE ANCORA PER LA MEGA DISCARICA !!! SCONTRI A SERRE - a cura di pfls

samedi 12 mai 2007.
 

ANSA : 12.05.2007- 15:36

RIFIUTI : SCONTRI A SERRE TRA POLIZIA E MANIFESTANTI *

NAPOLI - Scontri si sono verificati questa mattina a Serre, nel Salernitano, quando le forze dell’ordine hanno sfondato il blocco costituito dai manifestanti per impedire l’accesso nell’area dove dovrà essere realizzata una delle quattro discariche indicate nel decreto approvato ieri dal Consiglio dei ministri per fronteggiare la grave emergenza rifiuti in Campania.

Tre persone sono rimaste contuse e sono state trasportate all’ospedale di Eboli. La tensione nel sito è altissima. I militari del Genio hanno già avviato i lavori di sbancamento e pulizia all’interno della cava di Valle dei Mulini. Il presidente della commissione Ambiente del Senato, Tommaso Sodano, presente sul posto, è entrato nel cantiere ed ha chiesto la sospensione dei lavori.

Lo stesso Sodano denuncia che sarebbero stati violati i patti : era stato infatti "comunicato davanti a mille persone" che fino alle 12 non ci sarebbero state "violenze, forzature, visto che é questa la rassicurazione che ho avuto dal ministero dell’Interno e dal prefetto". "Si sta scegliendo la strada peggiore - conclude Sodano - sappia, il Governo, che avrà bisogno del Parlamento per la conversione del decreto. Se questo é il clima sarà difficile".

COMUNE SEQUESTRA CAVA

I vigili urbani di Serre hanno apposto i sigilli all’area della cava di Valle della Masseria. All’interno dell’area ci sono ancora pero’ i mezzi dell’Esercito che erano giunti in mattinata per procedere alle opere di sbancamento. A quanto si apprende, il provvedimento e’ stato adottato perche’ mancherebbero le indicazioni dei responsabili del cantiere. L’apposizione dei sigilli e’ stata salutata con un lungo applauso da parte dei presenti.

I CONTUSI RACCONTANO,NOI TRATTATI COME BESTIE

"Ci hanno trattati come bestie". Parla Ada Cicatelli, 59 anni, insegnante di Serre, ricoverata da questa mattina nell’ospedale di Eboli (Salerno) in seguito ai tafferugli scoppiati tra i manifestanti e le forze dell’ordine davanti alla discarica di Serre. "Eravamo un’ottantina, quando ci hanno caricati, all’improvviso - prosegue la donna - E’ stata l’esperienza più orribile della mia vita". Al momento dei tafferugli, Ada Cicatelli era in compagnia del marito, Baldassarre Chiaviello, presidente del movimento ’Serre per la vita’ e preside del Liceo Scientifico di Eboli, e della figlia Angela. "All’improvviso ho visto mio marito che veniva scagliato a terra, mentre a pochi centimetri di distanza passava un mezzo del genio militare. Allora ho cominciato a gridare, ho sentito una fitta al cuore e sono svenuta". "Sono rimasta per terra per oltre un’ora - denuncia Ada Cicatelli - assistita solo dagli addetti della Croce Rossa, in attesa dell’ambulanza. E come me, hanno dovuto attendere anche gli altri feriti. Neppure gli animali vengono trattati così". "Siamo stati sbalzati via come fuscelli - aggiunge Baldassarre Chiaviello, presidente del Comitato ’Serre per la Vita’, medicato sul posto dagli addetti della Croce Rossa per varie contusioni - E’ stato assurdo. Non mi hanno dato neppure il tempo di aprire bocca che mi sono ritrovato a terra, mentre un camion del genio militare mi sfiorava. Ci avevano promesso che non sarebbero entrati nella cava prima di mezzogiorno, prima cioé dell’incontro tra il prefetto di Napoli Alessandro Pansa e il senatore Tommaso Sodano. Siamo stati traditi".

AMATO, NON CARICHE MA SPINTE

"Ho parlato con il capo della Polizia di quanto accaduto stamattina a Serre : mi ha riferito che ci sono stati spintonamenti ma non cariche" da parte della polizia verso i dimostranti. Lo ha detto il ministro dell’ Interno, Giuliano Amato, a margine della riunione del G6 a Venezia.

TRA NAPOLI E PROVINCIA SEMPRE PIU’ CUMULI IN FIAMME

Sempre più rifiuti in fiamme, a Napoli come in provincia. La scorsa notte i Vigili del fuoco hanno effettuato oltre 80 interventi ; molte le segnalazioni già a partire dalle prime ore di oggi. La provincia, Afragola, Casoria, tutta l’area vesuviana, continua a mantenere il primato, ma aumentano anche gli incendi a cassonetti e cumuli a Napoli, soprattutto nel centro storico della città.

*ANSA » 2007-05-12 15:36



Beppe Grillo:16.02.2007

Vicino a Serre, Salerno, ci sono lontre e aironi e acque pure. Posto ideale per una mega discarica con topi di fogna. Gli abitanti protestano, ma non dovrebbero. Anche loro vanno omologati alla m..da. Chi credono di essere ?

Per risolvere l’annoso problema delle discariche ci sono però due soluzioni. La prima è di lasciare i rifiuti dove si trovano : nelle città. Tra Pm 10, escrementi di cane (e anche umani) e spazzatura urbana di ogni tipo nessuno se accorgerà. Chi nota infatti il puzzo delle città ? Una discarica in Piazza del Duomo a Milano o in Piazza Venezia a Roma passerebbe inosservata.

Altra soluzione : la Cina. Da quel lontano e immenso Paese arrivano ogni giorno bastimenti pieni. Tornano vuoti. Vanno riempiti di rifiuti. Si paga qualcosa alla Cina che ci guadagna. A noi costerebbe meno della costruzione di depuratori e megadiscariche. Con beneficio delle aziende e dell’occupazione e del commercio con l’estero.

Leggiamo la lettera di Martino e visitiamo l’Oasi Faunistica di Persano finché siamo tempo. *

Caro Beppe Grillo,

sono un ragazzo che vive a Serre. La mia comunità sta vivendo un incubo da circa due mesi, da quando Bertolaso, l’attuale commissario dell’emergenza rifiuti, ha individuato a Serre una cava di argilla di estensione pari a 60.000 mq per un’altezza di 25 metri, dove ha deciso di impiantare una megadiscarica regionale, per risolvere l’emergenza rifiuti ! Una bella idea ? Non credo proprio ! Anche un bambino saprebbe riconoscere una st...zata così grande ! Perchè ?

Forse perchè questa megadiscarica regionale sorgerà nell’Oasi Faunistica di Persano (DPGR 4060/1976) dove vivono molti animali in via di estinzione, come la lontra, molte specie di uccelli tra cui l’airone ed è un punto di sosta molto importante per le rotte migratorie degli uccelli !

La discarica sarà a 400 metri dal Fiume Sele, che irriga tutta la piana del Sele, che sarebbe la zona agricola più produttiva di tutta la Campania, questa discarica metterebbe in ginocchio l’economia di tutta una provincia !

A pochi metri dal sito l’acquedotto pugliese preleva l’acqua potabile per le case dei pugliesi, credo che se mettono una discarica vicino al Sele i pugliesi berranno spazzatura !

Una considerazione che faccio é questa : perché dopo 15 anni di emergenza rifiuti i politici non hanno mosso un dito ? E perché deve pagare sempre la provincia di Salerno (che sta diventando la pattumiera della Campania) ? E perché deve pagare sempre Serre con la presenza già di tre discariche ?

La risposta di questi signori (tra cui anche la Lega ambiente e la Cgil) è : “Meglio uccidere un paesino che una grande città !”

Comunque Beppe aiutaci tu ! Io non so a chi rivolgermi.”

Martino

_

* BLOG DI BEPPE GRILLO, 16.02.2007


-  GRANDE MANIFESTAZIONE DI PROTESTA A SALERNO
-  GIOVEDI 25 GENNAIO 2007 : NO ALLA MEGADISCARICA DI SERRE
-  Comune di Serre (SA)
-  Comitato "Serre per la vita" -Serre- (SA)

-  NO ALLA MEGADISCARICA DI SERRE

GIOVEDI 25 GENNAIO 2007 GRANDE MANIFESTAZIONE DI PROTESTA A SALERNO

-  ORE 9.00 PIAZZA FERROVIA

-  AIUTACI A SALVARE L’OASI DI PERSANO ED IL SELE
-  NO ALLA VALLE DEI VELENI
-  LA NOSTA VALLE E’ LA VOSTRA VALLE
-  IL NOSTRO SELE E’ IL VOSTRO FIUME
-  PARTECIPA : nessuno puo’ salvarsi da solo

-  www.serreperlavita.it


SERRE HA PAURA *

Da questa notte oltre 400 cittadini, riparati all’interno di autovetture e di ruolottes, stanno presidiando la zona di Serre dove il commissario Guido Bertolaso ha intenzione di realizzare la nuova discarica regionale. Per la mattinata di domani potrebbe arrivare un contingente di agenti di Polizia in tenuta anti sommossa per consentire ai tecnici del commissariato l’accesso nell’area. Da Serre, intanto, arriva un appello anche al consiglio regionale che da domani comincerà la sua seduta fiume dedicata all’approvazione della nuova legge regionale sui rifiuti. Stringere i tempi e soprattutto chiedere al commissariato per l’emergenza rifiuti un nuovo rinvio in attesa di conoscere le decisioni definitive sulla gestione del sistema rifiuti in tutta la Regione Campania. Intanto ieri ennesima manifestazione di protesta da parte dei cittadini di Serre per difendere l’Oasi Naturale del WWF.

redazione, 19/02/2007

* TV OGGI SALERNO-ATTUALITA’


RIFIUTI : PECORARO SALVA SERRE *

E’ stato l’intervento del Ministro per l’Ambiente Alfonso Pecoraro a scongiurare, almeno per il momento, l’intervento delle forze dell’ordine nei pressi del sito di Serre dove continua, 24 su 24, il presidio da parte dei cittadini e degli amministratori locali, per impedire l’accesso dei tecnici del commissario Guido Bertolaso, inviati per effettuare i primi sopralluoghi per l’apertura della nuova discarica regionale. Pecoraro, nel tardo pomeriggio di ieri, ha inviato una dura lettera direttamente al Presidente del consiglio dei Ministri Romano Prodi, nella quale veniva chiesto l’immediata revoca della decisione di realizzare nel comune di Serre, a poche centinaia di metri dall’Oasi del Wwf di Persano, una discarica che avrebbe compromesso la qualità ambientale dell’intera zona. Una lettera cui ha fatto seguito, nel giro di poche ore, anche un colloquio telefonico tra il ministro per l’ambiente e quello degli Interni Giuliano Amato, che, nel pomeriggio aveva già allertato la Prefettura di Salerno, per un intervento nei pressi del sito di Serre, con l’ausilio di oltre 300 agenti, tutt’ora presenti tra Paestum e Battipaglia, pronti ad intervenire anche con la forza se necessario. La telefonata, almeno per il momento, ha scongiurato anche l’ipotesi dell’uso della forza. Intanto, sul fronte politico, in giornata il presidente della Provincia consegnerà, direttamente nelle mani del commissario per l’emergenza rifiuti Guido Bertolaso, un documento nel quale sono indicati i nomi di 4 località della provincia, alternativi a quello di Serre, per la realizzazione della nuova discarica. Una assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione provinciale, anche se per il momento vige il più assoluto riserbo sui nomi delle nuove località scelte da Villani.

redazione, 20/02/2007

* TV OGGI SALERNO - ATTUALITA’



La decisione dopo una difficile riunione con il ministro dell’Ambiente Pecoraro. Il delicato incarico affidato al direttore generale del ministero Mascazzini

Emergenza rifiuti, Bertolaso si dimette scelto nuovo commissario per la Campania *

ROMA - Il commissario per l’emergenza rifiuti in Campania, il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, si è dimesso dall’incarico. La decisione sarebbe stata presa al termine di un incontro a Palazzo Chigi con il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio. Il sostituto, su indicazione del ministro, sarebbe stato individuato nella figura del direttore generale del ministero dell’Ambiente, Gianfranco Mascazzini.

Nel corso della riunione si è parlato anche della decisione di aprire una discarica nei pressi dell’oasi del Wwf a Serre di Persano, in provincia di Salerno. "Una scelta che non condivido, spero che la notte porti buon consiglio", ha detto Pecoraro Scanio uscendo da Palazzo Chigi. "E’ stata una riunione abbastanza intensa - ha ammesso il leader dei Verdi - domani valuteremo in Consiglio dei ministri, ovviamente i poteri ce li hanno il presidente del Consiglio e il commissario straordinario".

Proprio oggi la situazione dei rifiuti in Campania era stata oggetto di un nuovo allarmato appello del presidente della Commissione bicamerale sul ciclo dei rifiuti, Roberto Barbieri. "In Campania siamo di fronte ad una situazione di grave e seria emergenza, che impone di provare a dare una risposta rapida", aveva detto il parlamentare al termine delle audizioni, svoltesi per due giorni nella sede della Prefettura di Napoli, cui hanno preso parte istituzioni locali e magistrati.

"Centinaia di migliaia di tonnellate di spazzatura sono in attesa di essere smaltite e la Campania rischia di diventare una discarica a cielo aperto", aveva denunciato ancora Barbieri rinnovando la fiducia nell’operato di Bertolaso, osservando però che la situazione "può essere risolvibile e la soluzione può essere rappresentata dalla provincializzazione del sistema". "C’è bisogno di una rete di impianti - aveva spiegato ancora il presidente della Commissione - che siano il più vicino possibile a dove si producono i rifiuti".

* la Repubblica, 6 marzo 2007



Ieri le dimissioni, oggi la riconferma da parte di palazzo Chigi. Messo a punto piano discarica per i problemi del periodo estivo

Emergenza rifiuti in Campania il governo conferma Bertolaso *

ROMA - Il Consiglio dei ministri ha confermato Guido Bertolaso come commissario straordinario dell’emergenza rifiuti in Campania". Lo ha comunicato il sottosegretario Enrico Letta al termine del consiglio, aggiungendo che è stato messo a punto anche un piano per il conferimento a discarica dei rifiuti in vista dell’emergenza che ci si attende per l’estate.

La decisione giunge dopo che Bertolaso aveva rassegnato le dimissioni dall’incarico al termine di un incontro a Palazzo Chigi con il ministro dell’ambiente Pecoraro Scanio. E aveva specificando : "Come servitore dello Stato non sarò certo io a creare dei problemi, anzi. Mi adeguerò alle decisioni che vorrà prendere il Governo".

* la Repubblica, 7 marzo 2007


Répondre à cet article

Forum