Appello

SALERNO. GESTIONE EMERGENZA RIFIUTI. "Complimenti Bertolaso" ! Proposta di un comitato civico di Titti Santulli, responsabile area ambiente della Sinistra Europea - a cura di pfls

dimanche 27 mai 2007.
 
[...] Proponiamo a tutt@ le/i cittadin@ che vogliono difendere la loro salute, che vogliono che non ci sia mai più l’emergenza rifiuti in Campania, che sono stanchi di pagare ritardi, omissioni, sperpero di denaro pubblico, di costituire il Comitato contro l’inceneritore e per la raccolta differenziata, per la bonifica e la messa in sicurezza delle discariche [...]

Vi prego di fare il passaparola e farmi sapere* se siete d’accordo alla costituzione di un comitato. Vi abbraccio Titti Santulli

Ogg :

le discariche in provincia, il termovalorizzatore nel capoluogo : complimenti Bertolaso !

La gestione dell’"emergenza rifiuti" sta procurando solo danni a tutta la provincia di Salerno. Bertolaso, dopo aver intrapreso una vera battaglia contro i cittadini di Serre, colpevoli di non voler una discarica nell’ oasi, patrimonio di noi tutti, e capaci di indicare un sito alternativo, dopo aver rotto ogni patto con le altre popolazioni, decide di nominare subcommissario alla termovalorizzazione il sindaco De Luca.

Siamo al di fuori di ogni regola democratica ! Bertolaso non può sostituirsi all’infinito alle istituzioni locali e regionali. La costruzione di un inceneritore, per cui ci vogliono almeno 3 anni, non ha niente a che vedere con l’emergenza rifiuti ! Perché, lo ripetiamo, Bertolaso non ha usato i suoi poteri straordinari per commissariare i comuni inadempienti nella raccolta differenziata, in primis il Comune di Salerno, governato da tanti, tanti anni da De Luca, violatore di leggi nazionali, visto che il comune capoluogo è al 12% di raccolta differenziata ?

C’è una logica terribile nel modo in cui si sta gestendo l’emergenza rifiuti : colpendo solo le popolazioni e non i governanti inadempienti e creando le premesse per una nuova emergenza.

Ai cittadini restano solo bollette più care e decidere da dove devono provenire (discariche o inceneritore) i danni pesantissimi alla loro salute.

La Campania è tra le Regioni con il più alto tasso di tumori e si calcola che 250000 persone siano già state colpite dai danni derivati dall’emergenza rifiuti (discariche legali e illegali, rifiuti nelle strade,rifiuti tossici nelle falde acquifere) e, d’altro canto, i cittadini bresciani, il cui inceneritore è preso a modello dal Sindaco De Luca, stanno lottando contro la presenza ormai accertata di sostanze tossiche, tra cui la diossina.

Può sfuggire a Bertolaso che, se in Campania si arrivasse al 30% di raccolta differenziata,non avremmo affatto bisogno di un altro inceneritore ?

Proponiamo a tutt@ le/i cittadin@ che vogliono difendere la loro salute, che vogliono che non ci sia mai più l’emergenza rifiuti in Campania, che sono stanchi di pagare ritardi, omissioni, sperpero di denaro pubblico, di costituire il Comitato contro l’inceneritore e per la raccolta differenziata, per la bonifica e la messa in sicurezza delle discariche.

26 maggio 2007

Titti Santulli

Responsabile Area Ambiente, Nuovi Diritti e Movimenti, S.E.

* tittisantulli@virgilio.it



Répondre à cet article

Forum