San Giovanni in Fiore

Il circolo culturale "Impegnocivile" entra nell’agone politico in vista delle elezioni comunali prossime

E preannuncia l’intenzione di organizzare momenti di dibattito
lundi 11 avril 2011.
 

CIRCOLO CULTURALE IMPEGNOCIVILE

SAN GIOVANNI IN FIORE

Comunicato n° 1 - 7 aprile 2011

Inizia in questi giorni a S. Giovanni in Fiore la campagna elettorale per il rinnovo della carica di Sindaco. Un evento questo che riveste sempre una grande importanza per la Città. Questa volta forse più che nelle precedenti occasioni.

E’ necessario, quindi, che ognuno dia il proprio contributo al dibattito ed alla riflessione per cercare di individuare la strada più utile per la comunità.

L’Associazione “Impegnocivile”, nel solco della strada percorsa sin dalle origini, intende offrire il proprio contributo per sollecitare la riflessione sui temi che saranno posti in questione al fine di creare le condizioni perché la scelta dei concittadini sia la più libera e consapevole possibile.

Ci sembra preliminarmente utile affermare quanto sia opportuno raccogliere l’auspicio formulato da S.E. Leonardo Bonanno nel corso della sua prima celebrazione eucaristica nella nostra Abbazia dopo la nomina a Vescovo affinché la competizione elettorale sia civile, senza odi, rancori e vendette. e tesa semplicemente alla ricerca della scelta ritenuta oggi migliore.

Detto questo, crediamo sia necessario svolgere alcune considerazioni sulla manifestazione di presentazione del candidato sindaco della coalizione di Centrosinistra nel corso della quale abbiamo registrato alcune contraddizioni. La prima è emersa al termine dell’intervento dell’avv. Emilio Vaccai che conosciamo come persona corretta e onesta, professionista serio e competente. Da un lato riteniamo molto apprezzabile la sua disponibilità a raccogliere l’invito per una competizione improntata a civiltà ed a far propria l’esortazione a chiederci non cosa il Comune possa fare per noi ma cosa ciascuno di noi può fare per la Comunità ; d’altro canto però ci sembra contraddittorio che, dopo avere rivendicato piena autonomia di giudizio e libertà d’azione, il candidato sindaco del Centrosinistra abbia sollecitato una valutazione sul suo intervento e sulla sua impostazione non ai rappresentanti formali ed ufficiali dei vari partiti della sua coalizione, bensì ai due maggiorenti del PD, l’on. Laratta ed il Presidente della Provincia di Cosenza, l’On. Oliverio riconoscendo agli stessi un ruolo di assoluta primazia.. Dal che è apparso, a nostro avviso, molto evidente che, ove fosse eletto alla carica di sindaco, l’avv. Vaccai avrebbe ben poche possibilità di muoversi con le proprie gambe e pensare con la propria testa ; sarebbe cioè titolare, al massimo, di una limitata sovranità graziosamente concessa dal vertice. Ma per far cosa ? Domanda che ci poniamo noi ma riteniamo si ponga anche, se ha operato in buona fede, chi lo ha scelto così di corsa.

La seconda pesante contraddizione è emersa nelle fasi conclusive della manifestazione quando il moderatore Saverio Basile ha posto al Presidente della Provincia il quesito se sia giusto ritenere che l’elezione a sindaco di Vaccai consenta di ripristinare il “feeling” fra la Provincia di Cosenza e l’Amministrazione Comunale di S. Giovanni in Fiore. Ci è sembrata grave la formulazione di questa congettura perché, ove si dovesse applicare la medesima logica al rapporto con la Regione, si potrebbe affermare che l’elezione di Vaccai comporterebbe la rottura del “feeling” con il Presidente della Regione. E poiché l’economia della nostra Città è maggiormente legata alle scelte della Regione ci troveremmo, con la elezione di Vaccai a sindaco e se fosse vera quella ipotesi, di fronte a conseguenze di ordine economico e sociale molto pesanti e negative per la nostra comunità.

Noi riteniamo invece che sia giusto legare la qualità dei rapporti del Comune con Provincia e Regione ad una corretta interpretazione dei rispettivi ruoli istituzionali.

*******************

Preannunciamo sin d’ora la nostra intenzione di organizzare, anche al di là dell’evento elettorale, momenti di dibattimento onde consentire un franco ma sereno confronto fra le diverse opinioni presenti in Città.


Répondre à cet article

Forum