San Giovanni in Fiore

Ripristinare il tracciato della linea ferroviaria Camigliatello-San Giovanni in Fiore - di Marco Militerno*

Lo richiede lo sviluppo del Parco Nazionale della Sila
mardi 29 mai 2007.
 

Il mitico trenino della Sila deve ritornare a solcare anche i verdi altopiani silani di Righio e San Nicola e terminare il suo percorso nella stazione di San Giovanni in Fiore, come un tempo ! Lo sviluppo del territorio silano, fortemente legato alle attrattive del Parco Nazionale della Sila, non può prescindere dal ripristino del tracciato che da Camigliatello porta a San Giovanni in Fiore. I turisti e non solo, indubbie infatti sono le funzioni di mezzo di trasporto pubblico alternativo nei mesi invernali, una volta arrivati alla stazione di San Giovanni dovranno trovare dei bus navetta che li possano trasportare a Lorica, sede del parco e gioiello della montagna silana ancora sottovalorizzata ; altri ancora dovranno svolgere un servizio urbano con capolinea in Piazza Monastero dove scendere e poter visitare il nostro centro storico. L’amministrazione comunale deve promuovere tale richiesta presso le sedi competenti, facendosi forte di quanto sostenuto nell’ultima visita del ministro dell’ambiente Pecoraro Scanio in occasione dell’inaugurazione della nuova sede del Parco a Lorica. Il ministro, infatti, in quell’occasione parlò di un programma di valorizzazione per antiche stazioni lasciate a se stesse annunciando che, a breve, la proposta di sviluppo del territorio, attraverso il trenino della Sila, sarebbe arrivata sul tavolo del ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi. E’ doveroso quindi chiedere ufficialmente, a distanza di sei mesi, a che punto sia quella proposta e se nei programmi di sviluppo della vecchia ferrovia silana rientri anche il tracciato Camigliatello-San Giovanni in Fiore, vergognosamente lasciato trasformare in luogo elettivo per pub e ristoranti. Se così non fosse occorrerebbe attivare tutte le azioni possibili per porre ufficialmente all’attenzione dei soggetti competenti il ripristino della linea. Il comune di San Giovanni deve acquisire maggior consapevolezza del suo ruolo primario nel Parco Nazionale della Sila sia per la vastità del suo territorio ricadente nel parco, sia perchè sede di tale parco e quindi farsi promotrice attiva di iniziative volte alla valorizzazione delle sue risorse. Il dibattito in consiglio dovrà essere un passaggio obbligato, ma dovrà concludersi con un documento unitario che ne chieda a gran voce la sua riattivazione.

Marco Militerno

*Consigliere comunale “Lista Vattimo per la Città”


Répondre à cet article

Forum