Pianeta Terra. Nuova Zelanda ....

SCUOLA E VITA. PER I RECUPERI, IMPARARE DAI DELFINI. La storia di "Moko", che ha salvato due capodogli - a cura di pfls

lundi 10 mars 2008.
 
[...] « Non ho mai assistito a una cosa del genere, Ŕ stupefacente », ha raccontato Malcolm Smith, funzionario del Conservation department. Smith ha raccontato che lunedý i capodogli si erano arenati pi¨ volte, malgrado i suoi tentativi - tutti falliti - di farli allontanare dalla spiaggia. I cetacei, un esemplare femmina di tre metri e il suo piccolo di un metro e mezzo, erano disorientarti, apparentemente disturbati da un banco di sabbia vicino alla spiaggia e non riuscivano a ritrovare la via per il mare [...]

NUOVA ZELANDA


Delfino salva capodogli arenati *

WELLINGTON. Un delfino Ŕ riuscito a guidare due capodogli, che si erano arenati pi¨ volte, lontano dalla spiaggia di Mahia, sulla costa orientale di North Island, una delle isole maggiori della Nuova Zelanda. L’esemplare femmina di delfino tursiope, che i frequentatori della spiaggia hanno soprannominato Moko, Ŕ riuscita a comunicare con i due cetacei (capodogli pigmei) che rischiavano di morire sulla spiaggia e a salvarli.

« Non ho mai assistito a una cosa del genere, Ŕ stupefacente », ha raccontato Malcolm Smith, funzionario del Conservation department. Smith ha raccontato che lunedý i capodogli si erano arenati pi¨ volte, malgrado i suoi tentativi - tutti falliti - di farli allontanare dalla spiaggia. I cetacei, un esemplare femmina di tre metri e il suo piccolo di un metro e mezzo, erano disorientarti, apparentemente disturbati da un banco di sabbia vicino alla spiaggia e non riuscivano a ritrovare la via per il mare.

« Per un’ora e mezzo ho provato a spingerli in mare, ma erano erano riluttanti a lasciare la banchina », ha continuato. « Erano esausti », ha detto, « e io ero arrivato al punto che credevo di non farcela pi¨, avevo fatto del mio meglio ». A quel punto Ŕ arrivata Moko, la "star" della spiaggia - nuota abitualmente tra i bagnanti, si avvicina alle barche per farsi accarezzare e spinge con il muso i kayak - che ha cominciato a produrre suoni e a comunicare con i compagni ».

I capodogli sono riusciti a stabilire un contatto con lei e Moko li ha basilarmente scortati per circa 200 metri fino al margine del banco di sabbia », ha raccontato Smith, « poi ha fatto una virata attraverso un canale abbastanza stretto e li ha scortati in mare ». Da allora i due cetacei sono rimasti lontani dalla spiaggia di Mahia, dove ogni anno si arenano una trentina di balene (la maggior parte della quali non riesce a salvarsi).

« Non so se la prossima volta che una balena si arena riusciremo a fare tornare Moko », ha concluso l’esperto, « sicuramente stavolta ha salvato la giornata a noi e la vita ai due capodogli ».

* La Stampa, 12/3/2008


Répondre à cet article

Forum