Eu-ropa. Italia....

REGGIO CALABRIA - Ville, terreni, appartementi : 221 beni confiscati alla ’ndrangheta sono stati destinati a 36 comuni della provincia. Firmato il Protocollo - a cura di pfls

lundi 31 mars 2008.
 
[...] Questo Protocollo, dopo quello siglato nel febbraio 2007 con cui è stato destinato al Comune di Reggio Calabria un pacchetto di 48 immobili, rappresenta un passo decisivo nella destinazione dei beni in Calabria, terza regione, alle spalle di Sicilia e Campania, con la più alta concentrazione di sequestri alla criminalità organizzata. Grazie alla firma sottoscritta, la percentuale delle "ridestinazioni" è cresciuta dal 64% all’82%, per un totale di 1009 pezzi di patrimonio che possono essere finalmente utilizzati per scopi sociali [...]


-  Firmato il Protocollo d’Intesa che sancisce l’assegnazione dei beni
-  La Calabria ha un’elevata concentrazione di patrimoni sequestrati

-  Destinati i beni della ’ndrangheta
-  Ville, case e terreni a 36 comuni

In totale, 221 immobili. Sale all’82% la percentuale dei riutilizzi

REGGIO CALABRIA - Ville, terreni, appartementi : 221 beni confiscati alla criminalità organizzata sono stati destinati a 36 comuni della provincia di Reggio Calabria. Alla firma del Protocollo d’Intesa hanno partecipato l’Agenzia del Demanio, la prefettura di Reggio Calabria, il Commissario straordinario del Governo per la gestione e la destinazione dei beni confiscati alle organizzazioni criminali, l’A.N.C.I. Calabria, la Regione Calabria e la Società Italia Lavoro.

Si tratta, in totale di 98 tra appartamenti, abitazioni e ville ; 19 box e altre pertinenze ; 19 fabbricati ; 21 locali e 64 terreni. L’accordo sancisce la costituzione di un tavolo istituzionale di governance regionale che ha l’obiettivo di programmare il riutilizzo dei beni confiscati e di accelerarne la destinazione finale attraverso la collaborazione attiva degli enti locali interessati.

Questo Protocollo, dopo quello siglato nel febbraio 2007 con cui è stato destinato al Comune di Reggio Calabria un pacchetto di 48 immobili, rappresenta un passo decisivo nella destinazione dei beni in Calabria, terza regione, alle spalle di Sicilia e Campania, con la più alta concentrazione di sequestri alla criminalità organizzata. Grazie alla firma sottoscritta, la percentuale delle "ridestinazioni" è cresciuta dal 64% all’82%, per un totale di 1009 pezzi di patrimonio che possono essere finalmente utilizzati per scopi sociali.

Il tavolo tecnico, costituito per la prima volta, dovrà determinare gli indirizzi e le finalità dell’azione, coordinare le iniziative per il riutilizzo e riaffermare il principio della legalità, attraverso un impiego socialmente ed economicamente utile. I vari soggetti coinvolti si impegnano a garantire la collaborazione e l’assistenza per la destinazione dei beni oggetto di futura gestione dell’Agenzia del Demanio.

Il tavolo istituzionale regionale e la destinazione di ’’pacchetti’’ rappresentano due modalità operative per rendere sempre più snelle ed efficaci le procedure per il trasferimento dei beni.

L’impegno per il 2008 è proseguire nello smaltimento dello stock pregresso dei beni ancora da destinare e consentire una gestione a regime delle nuove confische.

* la Repubblica, 31 marzo 2008


Répondre à cet article

Forum