’Ndrangheta

Sconosciuti, nella notte, in casa del testimone di giustizia Pino Masciari. Solidarietà e appoggio dal filosofo Gianni Vattimo, parlamentare europeo

jeudi 20 août 2009.
 

Stanotte, degli sconosciuti sono entrati nell’abitazione della famiglia del testimone di giustizia Pino Masciari, ubicata in località segreta. A tarda ora, Masciari ha trovato nella sua stanza da letto delle persone, che fortunatamente è riuscito ad allontanare. Pericolo scampato, ma tanta tensione e paura, che, purtroppo, permangono.

Pensavo che avessero toccato i miei figli”, ha dichiarato Masciari, profondamente scosso, al laboratorio culturale antimafia “la Voce di Fiore" (sorto grazie soprattutto a Gianni Vattimo), che ha espresso a lui e ai suoi la propria convinta vicinanza e solidarietà.

Al momento, non si conoscono le intenzioni degli autori dell’azione, ma è certo che l’imprenditore calabrese vive da anni in esilio, lontano dalla sua terra, e in costante pericolo per aver fatto condannare, testimoniando coraggiosamente, ’ndranghetisti e collusi ; perfino alti funzionari dello Stato.

Il 20 luglio scorso, il giorno successivo all’anniversario della strage di via D’Amelio a Palermo, è stato ritrovato un ordigno presso la casa di Masciari in Calabria. Possiamo parlare di coincidenze ? Si tratta di una strategia del terrore ?

Sull’accaduto di questa notte, interviene il filosofo italiano Gianni Vattimo, amico di Pino Masciari, della moglie e dei bambini. Vattimo, che è anche parlamentare europeo, sostiene che “mai come adesso si deve vigilare per la sicurezza della famiglia Masciari, poiché Pino è un bersaglio mobile ed è scomodo per le parole che dice in giro per l’Italia, per l’aggregazione che crea intorno ai valori della libertà e legalità”.

Vattimo - da tempo vicino a Masciari, agli altri testimoni di giustizia e a quanti rischiano per la democrazia - esprime il suo “fraterno appoggio al testimone di giustizia, alla coniuge Marisa e ai bambini”. Inoltre, assicura il proprio impegno, di politico e intellettuale, “per la tutela e la serenità di Pino Masciari, uomo esemplare, della sua famiglia e degli altri servitori dello Stato che vivono quotidianamente con l’incubo di ritorsioni”.


Répondre à cet article

Forum