APPELLO DI SAVIANO. PRESIDENTE BERLUSCONI, IL DIRITTO DELL’ITALIA NON E’ UNO STRUMENTO AD USO DEI "POTENTI, A PARTIRE DA LEI" : RITIRI QUELLA NORMA DEL PRIVILEGIO.

mercredi 18 novembre 2009.

PRESIDENTE, RITIRI QUELLA NORMA DEL PRIVILEGIO *

SIGNOR Presidente del Consiglio, io non rappresento altro che me stesso, la mia parola, il mio mestiere di scrittore. Sono un cittadino. Le chiedo : ritiri la legge sul "processo breve" e lo faccia in nome della salvaguardia del diritto. Il rischio è che il diritto in Italia possa distruggersi, diventando uno strumento solo per i potenti, a partire da lei.

Con il "processo breve" saranno prescritti di fatto reati gravissimi e in particolare quelli dei colletti bianchi. Il sogno di una giustizia veloce è condiviso da tutti. Ma l’unico modo per accorciare i tempi è¨ mettere i giudici, i consulenti, i tribunali nelle condizioni di velocizzare tutto. Non fermare i processi e cancellare cosè anche la speranza di chi da anni attende giustizia.

Ritiri la legge sul processo breve. Non è una questione di destra o sinistra. Non è una questione politica. Non è una questione ideologica. E’ una questione di diritto. Non permetta che questa legge definisca una volta per sempre privilegio il diritto in Italia, non permetta che i processi diventino una macchina vuota dove si afferma il potere mentre chi non ha altro che il diritto per difendersi non avrà più speranze di giustizia.

ROBERTO SAVIANO

Firmate l’appello - la Repubblica


Sul tema, nel sito, si cfr. :

-   STORIA D’ITALIA, 1994-2009 : LA LUNGA OFFESA E LA DEVASTANTE OFFENSIVA DEL CAVALIERE DI "FORZA ITALIA" CONTRO L’ITALIA.
-  ABUSO ISTITUZIONALE DEL NOME "ITALIA" DA PARTE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO : DIMISSIONI SUBITO

L’ITALIA E LA FORZA DI UN MARCHIO REGISTRATO !!! NEL 1994 UN CITTADINO REGISTRA IL NOME DEL SUO PARTITO E COMINCIA A FARE IL "PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA" DEL "POPOLO DELLA LIBERTA’" : "FORZA ITALIA" (2009) !!! Per i posteri, alcune note per ricordare


Répondre à cette brève

Forum