Servizi pubblici

Calabria, discariche e decisioni contro il popolo : oggi, venerdì 2 ottobre, alle 17 diretta web del consiglio comunale di San Giovanni in Fiore

vendredi 2 octobre 2009.
 

DIRETTA WEB

Venerdì 2 ottobre, "la Voce di Fiore" trasmetterà in diretta web la seduta del consiglio comunale di San Giovanni in Fiore (Cosenza), il cui inizio è previsto alle ore 17.

Discuteranno della costruzione di una discarica nel territorio comunale i consiglieri del centro calabrese (18.000 abitanti, 6.000 disoccupati e circa 7.000 emigrati iscritti nel registro dell’Aire), che si trova sull’altopiano silano e dovrebbe vivere di natura e turismo compatibile con l’ambiente.

Per questa nuova discarica, il sindaco Antonio Nicoletti (Sdi), il presidente della Provincia di Cosenza (Pd) e il governatore della Regione Calabria Agazio Loiero (Pd) hanno firmato un’intesa nei mesi scorsi.

Questa discarica si aggiungerebbe a una già esistente, ubicata in località "Vetrano", nei pressi del Comune di Caccuri (Cz) ma ricadente nel territorio di San Giovanni in Fiore ; contro l’uso massiccio della quale - e anche sulla scorta, pare, di un aumento di tumori nella zona - è sorto il comitato civico "Rifiutiamo i rifiuti".

La prima discarica a "Vetrano" doveva servire per il solo comune di San Giovanni in Fiore, ma l’assurda gestione dei rifiuti in Calabria, fatta di commissariamenti, emergenze e irresponsabilità politica, ha determinato una situazione paradossale, al punto che il sito ha accolto i rifiuti di una trentina di comuni della Provincia di Cosenza, arrivando in tempi brevi a saturazione.

Nei mesi scorsi, Cosenza ha avuto una preoccupante paralisi nello smaltimento dei rifiuti. Nella città capoluogo e nell’intera provincia il problema non è stato affatto risolto : la raccolta differenziata ha ancora, purtroppo, percentuali bassissime.

La gestione dei rifiuti è un affare.

Nel settore, hanno un significato le vicende legate al gruppo del condannato (in appello, a un anno e otto mesi di reclusione per falso e corruzione, nell’ambito dell’inchiesta "Puma") Raffaele Vrenna, imprenditore proprietario d’una discarica.

Ma un significato ha anche la gestione di Vallecrati, consorzio che ha in prevalenza riferimenti politici nel Pd cosentino. Consiglieri comunali ed esponenti della società civile lamentano un’eccessiva incidenza di Vallecrati sui bilanci degli enti serviti, tra l’altro con problemi di stipendi del personale e relative conseguenze nell’efficacia.

Recentemente, il comitato "Rifiutiamo i rifiuti" ha chiesto all’Arpacal, l’agenzia regionale di Protezione ambientale, i dati sulle analisi effettuate presso l’attuale discarica di "Vetrano". Abitanti di Caccuri riferiscono d’aver visto degli animali morti nei dintorni. Alcuni membri del comitato hanno detto che in discarica finiscono rifiuti forse non identificati.

Del caso si è occupata anche Enrica Majo, del giornale radio della Rai.

Un dirigente dell’Arpacal, che non volle specificare altro, disse, durante la puntata di mercoledì 8/10/2008 della trasmissione "Perfidia" (in onda su Telespazio Calabria), dell’apertura di un’indagine su "Vetrano" da parte della Procura della Repubblica di Cosenza, con ipotesi di irregolarità. Ma nessuno sa, e la stampa tace.

Servirà una nuova discarica, la cui realizzazione è stata decisa all’insaputa dei cittadini del luogo e contro cui hanno firmato più di duemila residenti ?

Vogliamo proporvi la diretta web del consiglio comunale di San Giovanni in Fiore anche per mostrare a chi non è del posto come si comporta la politica e se - e quanto - la stessa considera la volontà del popolo, in questo angolo di Calabria che si sta svuotando per causa del malaffare, del clientelismo e dell’assenza di progetti di sviluppo.


Répondre à cet article

Forum