CASO ELUANA. L’ ACCANIMENTO DEL CARD. BARRAGAN E DEL VATICANO : E’ UN ASSASSINIO !!! IL PADRE, NESSUN COMMENTO.

mardi 11 novembre 2008.

ANSA » 2008-11-11 14:30

Santa Sede : sospendere alimenti è assassinio

CITTA’ DEL VATICANO - Sospendere l’idratazione e l’alimentazione in un paziente in stato vegetativo è "una mostruosità disumana e un assassinio" : lo ha ribadito all’ANSA il presidente del Pontificio consiglio per la Salute, card. Javier Lozano Barragan, in attesa della sentenza della cassazione sul caso di Eluana Englaro.

’’L’accanimento terapeutico - ha affermato - non si consiglia mai, ma l’idratazione e l’alimentazione non appartengono a questa categoria. Qualcuno obietta che insieme all’ alimentazione vengono somministrati anche i farmaci che tengono in vita - ha aggiunto - e allora, io dico, togliete i farmaci’’. Diverso e’ il caso di pazienti ’’nell’ultima agonia’’, per i quali, ’’quando nutrizione e idratazione diventano completamente inutili, non vanno sprecati’’. In ogni caso - ha concluso - ’’sospendere idratazione e alimentazione in un paziente in stato vegetativo peggiora il suo stato, e la terribile morte per fame e per sete e’ una mostruosita’ disumana e un assassinio’’.


"EUTANASIA", LEGGE E AMORE ("Charitas"). SUL CASO DI ELUANA ENGLARO, ALTRA ENNESIMA INGERENZA "CARITATEVOLE" ("Deus caritas est" !!!) DEL VATICANO CONTRO LA CASSAZIONE E LA LEGGE DEI NOSTRI PADRI E DELLE NOSTRE MADRI COSTITUENTI.

-  GESU’ "CRISTO", GESU’ DI NAZARET. MA CHI ERA COSTUI ?! CERTAMENTE IL FIGLIO DELL’AMORE ("CHARITAS") DI GIUSEPPE E DI MARIA !!!
-  NON IL FIGLIO DEL "DIO" ("CARITAS") DELLA CHIESA AF-FARAONICA E COSTANTINIANA !!!
-  A memoria eterna di PIERGIORGIO WELBY e della sua lezione di sovranità umana, civile, e "christiana".

-  MESSAGGIO EV-ANGELICO E SANTO PADRE ?! ABUSO DEL TITOLO E MENZOGNA. L’ERRORE DI RATZINGER.


ANSA » 2008-11-11 18:45

ELUANA : PG CASSAZIONE, RICORSO INAMMISSIBILE

MILANO - Il ricorso portato avanti dalla Procura di Milano sul caso Englaro e’ inammissibile, secondo il procuratore generale della Cassazione, Domenico Iannelli, che ha chiesto l’inammissibilita’ perche’ il Pm di Milano non era ’’legittimato a muovere l’azione’’, in quanto, secondo il Pg Iannelli, non si tratta di ’’un interesse generale e pubblico ma di una tutela soggettiva e individuale’’ di Eluana.

AVV.ANGIOLINI,LASCIAMO A CORTE SERENITA’PER DECIDERE

’’Bisogna lasciare alla Corte la serenita’ per prendere questa decisione’’. Lo ha detto l’avvocato Franco Angiolini, legale del padre di Eluana Englaro, all’uscita della Cassazione dopo la conclusione dell’udienza pubblica. ’’Il procuratore generale ha dato un avviso sulla inammissibilita’ del ricorso della Procura Generale di Milano che e’ in linea con quanto noi abbiamo sostenuto nel nostro controricorso’’. Il legale ha sottolineato che ’’la discussione e’ stata ampia e credo che la Corte abbia tutti i materiali per decidere. Quando arrivera’ la decisione ne valuteremo le motivazioni. In questo momento non si puo’ dire piu’ di questo’’. Gli avvocati di Beppino Englaro ritengono poco probabile che l’esito della camera di consiglio possa conoscersi in serata.

IL PADRE, NESSUN COMMENTO

’’Non ho nulla da dichiarare, nella maniera piu’ assoluta’’. Beppino Englaro ha risposto cosi’ per tutta la mattina ai tentativi dei giornalisti che gli chiedevano un commento sulla udienza pubblica davanti alle Sezioni riunite civili della Cassazione. Englaro ha assistito all’udienza in prima fila e al termine, accompagnato dai suoi legali ha lasciato la Cassazione per tornare a Milano dicendo che sarebbe tornato a Milano.


Répondre à cette brève

Forum