Per il dialogo, quello vero....

L’11 SETTEMBRE DI GANDHI. PER LA PACE, INIZIATIVE IN DIECI CITTA’. A PALMI DI CALABRIA, SUL MONTE DI S. ELIA, RICORDANDO DOMENICO ANTONIO CARDONE - a cura di pfls

martedì 11 settembre 2007.
 

[...] In ossequio a ciò che Gandhi ci insegnò, noi possiamo osservare l’11 settembre come giorno di preghiera per la pace e l’armonia.

...Gandhi comprese più di un secolo fa che noi uomini abbiamo fatto delle religioni un fattore di divisione, nocivo alla pace e all’armonia. Come ragazzo cresciuto con il nonno, lo ricordo dire che “la religione è come scalare una montagna”. Se noi stiamo cercando di raggiungere tutti la stessa cima perché dovremmo questionare con coloro che cercano di arrampicarsi da un versante della montagna diverso dal nostro? Quando interrogato, egli soleva dire che era nello stesso tempo un indù, un musulmano, un cristiano, un buddista, perché rispettava tutte le religioni e prendeva le pepite di saggezza presenti in ciascuna, per accrescere la sua comprensione di Dio. Il possesso conduce all’arroganza e alla mancanza di rispetto verso gli altri, mentre la ricerca induce rispetto e umiltà.

...Io propongo che la nazione decida di celebrare l’11 settembre 2006 e ogni successivo 11 settembre, come giornata di preghiera per la pace e l’armonia [...]


-  INCONTRI IN DIECI CITTA’ ITALIANE
-  L’11 SETTEMBRE di Gandhi

Dieci citta’ italiane ricordano l’11 settembre, il Satyagraha di Gandhi, per rilanciare in Italia e nel mondo l’azione nonviolenta.

*

L’11 settembre 1906, nel Teatro Imperiale di Johannesburg in Sudafrica, una grande assemblea di immigrati indiani decideva di intraprendere una campagna di disobbedienza civile alle leggi discriminatorie del cosiddetto Black Act. Lo stesso Gandhi riconobbe in quell’evento l’atto di nascita del satyagraha, cioe’ di un modo nuovo di lottare che sostituisce alla forza fisica una forza piu’ grande, generata dalla Verita’ e dall’Amore.

Il convegno del 2006 a Pisa per il centenario, promosso dalla rivista "Quaderni Satyagraha", vide la partecipazione di oltre duecento abbonati e lettori provenienti da tutta Italia, oltre ai principali studiosi e personalita’ del mondo della nonviolenza.

*

Quest’anno in occasione della pubblicazione del n.12 dei "Quaderni Satyagraha" ( per riceverlo scrivere all’indirizzo e-mail: centro@gandhiedizioni.com) che comprende le relazioni piu’ importanti del convegno: L’11 Settembre di Gandhi - la luce sconfigge la tenebra (Firenze, Libreria Editrice Fiorentina, 16 euro) sono stati organizzati incontri di riflessione, preghiera e presentazione del volume in dieci citta’ italiane. Di fronte allo smarrimento e al senso di impotenza di molti pacifisti, all’uso spesso strumentale del termine "nonviolenza" e della stessa immagine di Gandhi, il quaderno riafferma con forza che la nonviolenza non e’ passivita’, rassegnazione al male minore: e’ invece attiva obiezione di coscienza alle strutture di dominio e di guerra, scelta rivoluzionaria di trasformazione sociale per costruire il potere di tutti (l’omnicrazia di Aldo Capitini).

Le varie iniziative italiane sono collegate a quelle che si svolgono in tutto il mondo in risposta all’appello di Arun Gandhi, nipote diretto del Mahatma, per trasformare l’11 settembre in giornata della speranza, della pace, del rilancio della lotta Satyagraha.

*

Ecco il calendario degli appuntamenti italiani:

Bergamo

Lunedi’ 10 settembre, presso la sede universitaria, nell’aula 1, alle ore 18, presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha", con Fulvio C. Manara, coautore del volume.

*

Palmi di Calabria

Martedi’ 11 settembre alle ore 17 si terra’ un incontro di preghiera ecumenica per la pace sul Monte S. Elia, uno dei luoghi simbolici della citta’, davanti al monumento dedicato a Domenico Antonio Cardone, filosofo calabrese della pace, amico e collaboratore di Aldo Capitini, protagonista negli anni ’50 della campagna Russell-Einstein per la messa al bando delle armi nucleari. Sara’ rievocato il Satyagraha di Gandhi, nella compresenza dei due grandi maestri Domenico Antonio Cardone e Danilo Dolci, che tanto hanno insegnato alla comunita’ di Palmi con la loro presenza, nel perdurante impegno quotidiano contro la violenza mafiosa, per il disarmo e l’educazione alla nonviolenza. Animeranno l’incontro Raffaello Saffioti, Rosellina Scarcella e tutti gli amici della Casa per la pace "D. A. Cardone".

*

Palermo

Martedi’ 11 settembre alle ore 21 presso la Chiesa di San Francesco Saverio nel quartiere storico dell’Albergheria incontro di riflessione e di presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha". Partecipano allíincontro don Cosimo Scordato, Andrea Cozzo, Enzo Sanfilippo, Augusto Cavadi.

*

San Ferdinando di Puglia

Martedi’ 11 settembre alle ore 21 presso la Casa per la nonviolenza incontro di preghiera e riflessioni sul Satyagraha di Gandhi con Mariella Dipaola e Matteo Della Torre, coautori del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha".

*

Tempio Pausania

Martedi’ 11 settembre alle ore 17, a cura dell’associazione Nord Sud, incontro di riflessione e presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha", con la partecipazione di Maria Erminia Satta, redattrice dei "Quaderni Satyagraha".

*

Napoli

Martedi’ 11 settembre, alle ore 17,15, presso l’Istituto Italiano Studi Filosofici, in via Monte di Dio 14, presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha". Interverranno Rocco Altieri, Franz Amato, Gianfranco Borrelli, Adriana Buffardi, Renato Briganti, Isadora D’Aimmo, Corrado Gabriele, Giuseppe Ferraro, Geppino Fiorenza, Giovanni Laino, Gordon Poole, Francesco Ruotolo, Donatella Trotta, Alex Zanotelli.

*

Firenze

Martedi’ 11 settembre alle ore 21 presso la Chiesa di San Martino a Giogoli di Scandicci incontro di preghiera e presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha". Sara’ presente Pierpaolo Calonaci della redazione dei "Quaderni Satyagraha".

*

Piacenza

Martedi’ 11 settembre alle 21 presso il Caffe’ letterario Baciccia, via D. Carli, presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha", con la partecipazione di Piero P. Giorgi, Daniele Novara, Federico Fioretto.

*

Torino

Martedi’ 11 settembre alle ore 20,30, presso il Centro Studi "Sereno Regis", in via Garibaldi 13, presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha". Saranno presenti Alberto Pellissero, docente di sanscrito presso l’Universita’ di Torino, Enrico Peyretti e Nanni Salio del Centro Studi "Sereno Regis".

*

Ovada

Martedi’ 11 settembre presso il Teatro comunale, Corso martiri della Liberta’ 10, alle ore 9 con le scuole e alle ore 21,30 con la cittadinanza nell’ambito della manifestazione "Testimone di pace" presentazione del n. 12 dei "Quaderni Satyagraha". Presenzieranno Ruben Dario Pardo Santamaria e Carla Mariani della Rete di solidarieta’ "Colombia Vive" e redattori dei "Quaderni Satyagraha".

-  Tratto da
-  Notizie minime de
-  La nonviolenza è in cammino
-  Numero 205 del 7 settembre 2007

-  proposto dal Centro di ricerca per la pace di Viterbo a
-  tutte le persone amiche della nonviolenza

-  Direttore responsabile: Peppe Sini.
-  Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel.
-  0761353532, e-mail: nbawac@tin.it

-  Arretrati in:
-  http://lists.peacelink.it/

*

[Da Rocco Altieri (per contatti: centro@gandhiedizioni.com) riceviamo e diffondiamo. Rocco Altieri e’ nato a Monteleone di Puglia, studi di sociologia, lettere moderne e scienze religiose presso l’Universita’ di Napoli, promotore degli studi sulla pace e la trasformazione nonviolenta dei conflitti presso l’Universita’ di Pisa, docente di Teoria e prassi della nonviolenza all’Universita’ di Pisa, dirige la rivista "Quaderni satyagraha". Tra le opere di Rocco Altieri segnaliamo particolarmente La rivoluzione nonviolenta. Per una biografia intellettuale di Aldo Capitini, Biblioteca Franco Serantini, Pisa 1998]

* Il dialogo, Venerdì, 07 settembre 2007



INVITO AD UNA PREGHIERA ECUMENICA PER LA PACE SUL MONTE S. ELIA

PALMI 11 settembre 2007 - H 17

di ASSOCIAZIONE CASA PER LA PACE “D. A. CARDONE” - PALMI (RC)

RICORDANDO DOMENICO ANTONIO CARDONE E L’11 SETTEMBRE DI GANDHI

PREMESSA AD UN INVITO

Perché la Casa per la Pace a Palmi

Perché i contributi al futuro di un mondo destinato ad evolvere anche oltre l’angusta ’globalizzazione’...devono provenire da quanti hanno cose nuove ed importanti da dire, cose decisive come quelle che da questa terra hanno, in altri tempi, indirizzato al mondo uomini della grandezza di Gioacchino da Fiore, Tommaso Campanella, Domenico Antonio Cardone e di cui noi oggi non possiamo che farci tramite...

E... non fu casuale l’impegno di Dolci per la Calabria, non la sua presenza a Palmi, il suo amore per questa terra...

...costruire dentro questo paesaggio, tra la vista del mare e il complesso della ’Casa della Cultura’ un ambiente, un oggetto, un’architettura che dica con parole semplici, con un linguaggio chiaro e suggestivo, usando tecniche costruttive antiche, materiali naturali, della possibilità di costruire un mondo pacifico e giusto, una vita organica per tutti.

-  Lucio C. Giummo
-  Architetto progettista della
-  Casa per la Pace “D. A. Cardone”

L’IMPEGNO DELL’ASSOCIAZIONE CASA PER LA PACE “D. A. CARDONE”

La nostra Associazione è nata per ricordare il Filosofo di Palmi, candidato al Premio Nobel per la Pace del 1963 e per promuovere la cultura della pace e della nonviolenza. E’ nel clima della sua fervida attività di questi anni che è stata concepita l’idea del TEMPIO PER LA PACE, in continuità con il Progetto della “Casa per la Pace”.

Il 25 agosto scorso l’Associazione ha ospitato un incontro regionale dei gruppi nonviolenti, in vista del XXII Congresso Nazionale del Movimento Nonviolento che avrà luogo a Verona dall’1 al 4 novembre prossimo. In quella occasione sono stati presentati due documenti: uno, per aderire al documento della rivista “Azione nonviolenta” per la messa al bando delle armi atomiche, ricordando l’impegno di pensiero e di opere del nostro Filosofo; un altro “Per l’11 settembre di Gandhi”.

Questo documento riprendeva una proposta avanzata dal nipote diretto di Gandhi, Arun Gandhi, nel convegno che ha avuto luogo a Pisa dal 9 all’11 settembre dell’anno scorso, per ricordare il centenario della nascita della nonviolenza moderna.

“PER L’11 SETTEMBRE DI GANDHI”

Arun Gandhi ha scritto:

In ossequio a ciò che Gandhi ci insegnò, noi possiamo osservare l’11 settembre come giorno di preghiera per la pace e l’armonia.

...Gandhi comprese più di un secolo fa che noi uomini abbiamo fatto delle religioni un fattore di divisione, nocivo alla pace e all’armonia. Come ragazzo cresciuto con il nonno, lo ricordo dire che “la religione è come scalare una montagna”. Se noi stiamo cercando di raggiungere tutti la stessa cima perché dovremmo questionare con coloro che cercano di arrampicarsi da un versante della montagna diverso dal nostro? Quando interrogato, egli soleva dire che era nello stesso tempo un indù, un musulmano, un cristiano, un buddista, perché rispettava tutte le religioni e prendeva le pepite di saggezza presenti in ciascuna, per accrescere la sua comprensione di Dio. Il possesso conduce all’arroganza e alla mancanza di rispetto verso gli altri, mentre la ricerca induce rispetto e umiltà.

...Io propongo che la nazione decida di celebrare l’11 settembre 2006 e ogni successivo 11 settembre, come giornata di preghiera per la pace e l’armonia. ...Inoltre propongo che le comunità, ciascun gruppo di vicinato, rione o città, organizzino una preghiera ecumenica con le diverse fedi per invocare la pace e l’armonia, alla maniera di Gandhi. Dal tempo della mia adolescenza io posso ricordare che le preghiere di Gandhi si tenevano, ogni mattina e ogni sera, in luoghi aperti o in saloni neutri, dove non erano in mostra simboli di alcuna religione. Al massimo ci poteva essere una candela accesa e tutti, radunati in assemblea, potevano cantare insieme le preghiere di ciascuna delle maggiori religioni mondiali. Possiamo noi ripetere ciò?(“La dualità dell’11 settembre”, in “Quaderni Satyagraha”, L’11 settembre di Gandhi. La luce sconfigge la tenebra, n. 12)

ATTUALITA’ DEL PENSIERO PROFETICO CARDONIANO

Il pensiero profetico cardoniano di un “autentico ecumenismo” rivela sempre più la sua attualità. E’ un pensiero che tende a farsi preghiera. Il bisogno religioso è un bisogno comune a tutti gli uomini. Come anche il bisogno della pace. Ma la pace rappresenta una sfida per le religioni. “Non ci sarà pace mondiale senza pace religiosa”.

Accogliamo la proposta di Arun Gandhi. Come in altre città italiane, nella Città di Palmi, che vuole essere “Città per la Pace”, organizziamo un incontro di preghiera ecumenica per la pace sul Monte S. Elia, davanti al Monumento a Domenico Antonio Cardone, uno dei luoghi simbolici della nostra Città, per il prossimo 11 settembre, alle ore 17.

Palmi, 5 settembre 2007

* Il dialogo, Sabato, 08 settembre 2007


SUL TEMA, NEL SITO, SI CFR.:

-  «Et nos credidimus Charitati...»!!!
-  MAZZOLARI E GANDHI (E IL DIO "CARITAS" DI PAPA RAZTZINGER). Gandhi, al pari di un vero cristiano, ha creduto nella Carità. Una nota (1948) di don Primo Mazzolari

-  Pianeta Terra. Mediterranea-mente ....
-  GELBISON, GIBSON ... E LA CHIESA CATTOLICA. DUE PAROLE, UN ’RIVELATIVO’ SEGNO DEI TEMPI.


Rispondere all'articolo

Forum