DELITTO NEL POLLINO

Omicidio Di Sanzo: arrestati moglie e amico.

mercoledì 28 giugno 2006.
 

Omicidio Di Sanzo: arrestati moglie e amico.

Il cadavere di un uomo di 49 anni Ŕ stato trovato carbonizzato dal Corpo Forestale dello Stato lo scorso lunedý notte a Rotonda, piccolo centro in provincia di Potenza a pochi chilometri da Campotenese, immerso nel Parco Nazionale del Pollino. Stando alle indagini, avviate dai Carabinieri di Lagonegro, la vittima Ŕ stata prima colpita violentemente con un bastone, in seguito caricata su di un’automobile poi data alle fiamme. Per questo, escludendo il suicidio, sono stati fermati la moglie ed un amico. Il movente sarebbe proprio una vendetta della donna per i continui maltrattamenti subiti.

Il corpo esanime di Francesco Di Sanzo era stato ritrovato nel territorio comunale di Rotonda, da alcuni agenti del CFS. Un automobilista, dopo aver avvistato l’incendio, aveva immediatamente avvertito il 1515 ed i Vigili del Fuoco. GiÓ dai primi accertamenti, era stato escluso il suicidio: troppe le contraddizioni e troppi gli indizi lasciati sul luogo del misfatto, come tracce di sangue e di materia celebrale. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro ha immediatamente interrogato parenti e conoscenti, optando poi per il fermo dei due presunti responsabili del delitto, in attesa dell’interrogatorio. Secondo gli investigatori, la moglie e l’amico avrebbero colpito ed ucciso la vittima con un bastone. Poi, per nascondere le tracce, avrebbero dato fuoco alla Fiat Uno con Di Sanzo all’interno, versando il gasolio che lo stesso teneva sempre in auto.

Mauro Diana.


Rispondere all'articolo

Forum