PER WOJTYLA, PER DON PEPPINO DIANA, PER L’ITALIA. "Per amore del mio popolo non tacerò" (Profeta ISAIA).

CAMPANIA. A POMPEI, IL SILENZIO ASSORDANTE DEL PAPA SULLA MALAVITA ORGANIZZATA. IN NOME DEL DIO MAMMONA ("CARITAS"), BISOGNA CONVIVERE CON LA "CAMORRA" E CON "MAMMASANTISSIMA" ?! Il vicedirettore della sala stampa vaticana precisa : « perchè ne ha parlato altre volte » - a cura di Federico La Sala

dimanche 19 octobre 2008.
 

-  PER L’ITALIA E PER LA CHIESA : LA MEMORIA DA RITROVARE. L’"URLO" DI DON PEPPINO DIANA.
-  « La camorra ha assassinato il nostro paese, noi lo si deve far risorgere, bisogna risalire sui tetti e riannunciare la "Parola di Vita" ».


-   Il Pontefice in visita a Pompei
-  Nessun cenno alla Camorra

La Santa Sede : « Si tratta di un tema affrontano più volte in passato, ma non bisogna generalizzare : la gente del posto spesso non c’entra » *

CITTA’ DEL VATICANO. Nel corso della sua odierna visita al santuario campano di Pompei il Papa non ha affrontato il tema della camorra, nonostante la sua attualità, « perchè ne ha parlato altre volte » e perchè quello di oggi è piuttosto un « pellegrinaggio » : lo precisa il vicedirettore della sala stampa vaticana.

« La parola camorra è stata esclusa di proposito dai discorsi del Papa a Pompei perchè ne ha parlato altre volte, anche l’anno scorso a Napoli, e stavolta il viaggio ha il carattere particolare di un pellegrinaggio », afferma padre Ciro Benedettini. « Ma soprattutto - aggiunge - per una forma di rispetto per le persone per bene, che in Campania sono la maggior parte ». Secondo il religioso, inoltre, « la Campania non è solo questo e il Papa ha inteso incoraggiare l’impegno delle persone per bene nella difesa dei valori e nella costruzione di una civiltà dell’amore, che rappresenta certamente anche un impegno anticamorra ».

"Superstizione e anticlericalismo ci sono ancora oggi"

Superstizione, pratiche spiritiche, così come anticlericalismo sono tendenze ancora diffuse : è la denuncia del Papa che ricorda la figura di Bartolo Longo. « La vicenda della sua crisi spirituale e della sua conversione - ha detto Benedetto XVI durante l’omelia di una messa celebrata sul sagrato del santuario a Pompei - appare oggi di grande attualità ».

« Egli infatti, nel periodo degli studi universitari a Napoli, influenzato da filosofi immanentisti e positivisti, si era allontanato dalla fede cristiana diventando un militante anticlericale e dandosi anche a pratiche spiritistiche e superstiziose. La sua conversione, con la scoperta del vero volto di Dio, contiene un messaggio molto eloquente per noi, perché - ha spiegato - purtroppo simili tendenze non mancano nei nostri giorni ».

* - La Stampa, 19/10/2008 (16:56)


Nel sito, sul tema, si cfr. :

-  PER L’ITALIA E PER LA CHIESA : LA MEMORIA DA RITROVARE. L’"URLO" DI DON PEPPINO DIANA.
-  « La camorra ha assassinato il nostro paese, noi lo si deve far risorgere, bisogna risalire sui tetti e riannunciare la "Parola di Vita" ».

-   Visita pastorale del Papa a Napoli ....
-  ALLARME : "CAMORRA" !!!, "MAMMASANTISSIMA" !!!
-  CAMBIARE ROTTA !!!
-  PER L’ITALIA, PER NAPOLI, RIPARTIRE DALLE RADICI MODERNE, EU-ANGELICHE E FRANCESCANE - dal "presepe" !!!

-  SINODO DEI VESCOVI 2008 : L’ANNO DELLA PAROLA DI DIO - AMORE ("CHARITAS") O MAMMONA ("CARITAS") ?!
-  Fatto sta che la prima enciclica di Papa Benedetto XVI (Deus caritas est, 2006) è per Mammona.

-  PIO XII, OGGI ?! DOPO E CONTRO LA LEZIONE DI PAPA WOJTYLA (DI ORIGINI EBRAICHE), IL REVISIONISMO NOSTALGICO DI RATZINGER.

-  LA "CHARTA CHARITATIS" (1115), LA "MAGNA CHARTA" (1215) E LA FALSA "CARTA" DELLA "DEUS CARITAS EST" (2006).


Répondre à cet article

Forum