FASCISMO E BERLUSCONISMO. LODE A FINI PER LE DICHIARAZIONI SULLE LEGGI RAZZIALI, MA "VERGOGNA" PER LA SUA SUDDITANZA AL PARTITO DI "FORZA ITALIA" !!!

samedi 16 janvier 2010.


-  Nuova condanna del presidente della Camera a 70 anni dai provvedimenti
-  "Fare i conti con questa vergognosa pagina alla quale l’Italia e il Vaticano si adeguarono"

-  Fini : "Leggi razziali, un’infamia
-  e la Chiesa non si oppose"

Levata di scudi nel mondo politico cattolico : "Sulla Chiesa Fini sbaglia" *

ROMA - Il fascismo rivelò la sua anima razzista prima delle leggi razziali, ma la Chiesa non fece abbastanza per opporsi a "quell’infamia". Il presidente della Camera Gianfranco Fini torna a condannare duramente le leggi razziali, ma questa volta - a Montecitorio, in apertura del convegno "1938-2008 : settant’anni dalle leggi antiebraiche e razziste, per non dimenticare" - sottolinea anche la passività della società italiana e della Chiesa cattolica contro la legislazione antiebraica.

"Vergogna". Fini usa parole dure, come "infamia", "odiosità" e "vergogna" per riferirsi ai provvedimenti varati da Mussolini : "La loro odiosa iniquità si rivelò in particolare contro gli ebrei che avevano aderito al fascismo. Ma l’ideologia fascista da sola non spiega l’infamia - sottolinea il presidente della Camera - c’è da chiedersi perché la società italiana si sia adeguata, nel suo insieme, alla legislazione antiebraica e perché, salvo talune luminose eccezioni, non siano state registrate manifestazioni di resistenza. Nemmeno, mi duole dirlo, da parte della Chiesa cattolica". Oggi Fini e il presidente degli ebrei italiani Renzo Gattegna hanno scoperto una targa nella sala della Regina a Montecitorio per ricordare il settantesimo anniversario.

Il significato. Fare i conti con "l’infamia storica" delle leggi razziali per Fini significa "avere il coraggio di perlustrare gli angoli bui dell’anima italiana, sforzarsi di analizzare le cause che la resero possibile, in un Paese profondamente cattolico e tradizionalmente ricco di sentimenti di umanità e solidarietà".

Le cause. Tra le cause delle leggi razziali, ricorda il presidente della Camera, "c’è l’anima razzista che il fascismo rivelò nel 1938, ma già presente nell’esasperazione nazionalistica che caratterizzava il regime e la politica coloniale". E alla base della "mancata reazione della popolazione", continua, ci furono altri elementi, come "la propensione al conformismo" o la "possibile condivisione della popolazione, negata ma presente, dei pregiudizi e delle teorie antiebraiche, una vocazione all’indifferenza più o meno diffusa". Dunque, "denunciare l’inequivocabile reponsabilità politica e ideologica del fascismo non deve portare a riproporre lo stereotipo autoassolutorio e consolatorio degli ’italiani brava gente’".

Le reazioni. Dopo la netta presa di posizione di Fini, una levata di scudi bipartisan nel mondo politico cattolico. Il vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi, Pdl, cita le "centinaia di documenti" che dimostrano che la Chiesa" ha sempre con forza contrastato le leggi razziali". Il deputato del Pd Enrico Farinone si dice d’accordo sul definire le leggi del ’38 un’infamia, ma dice : "Il presidente Fini dimentica figure come quelle del cardinale Schuster a Milano o di don Pappagallo a Roma. Per non parlare delle migliaia di ebrei che furono ospitati nei palazzi delle curie o nei conventi e dei laici che si opposero alla barbarie. Generalizzare non serve".

* la Repubblica, 16 dicembre 2008

-  I TESTI DELLE LEGGI RAZZIALI


Sul tema, nel sito e in rete, si cfr. :

-  ’FATTORIA ITALIA’. LA SCRITTA SUL CANCELLO D’ENTRATA : ’POPOLO DELLA LIBERTà’. La forma della Repubblica è cambiata nell’aula del senato alle 20 in punto del 22 luglio, 171 sì 128 no e 6 astensioni al lodo Alfano....
-  LE "BUGIE" DI MASSIMO GIANNINI E LA "VERITA’" DI BERLUSCONI : "FORZA ITALIA", "IL PRESIDENTE SONO IO" !!!

E BASTA CON QUESTA OPPOSIZIONE !!! BERLUSCONI (CON I SUOI COM-PARI) RUBA LE CHIAVI DI CASA DELL’ITALIA INTERA, REALIZZA UN COLPO DI STATO, E IL PARLAMENTO E IL CAPO DELLO STATO PERMETTONO A 14 ANNI DI DISTANZA ANCORA L’ESISTENZA DEL SUO PARTITO !?! ALLORA, VIA, TUTTI IN CORO : VIVA BERLUSCONI, VIVA "FORZA ITALIA" !!!

-  TEORIA E PRATICA DEL BALLISMO. COME UN CITTADINO RUBA IL NOME DI TUTTO UN POPOLO, NE FA LA BANDIERA DEL PROPRIO PARTITO PERSONALE, E GETTA LE BASI DELLA PIU’ GRANDE BOLLA SPECULATIVA DELLA STORIA D’ITALIA...
-  POLITICA, FILOSOFIA, E MERAVIGLIA. L’Italia come volontà e come rappresentazione di un solo Partito : "Forza Italia" !!! Materiali per un convegno prossimo futuro

-  PER L’ITALIA, IL NOME E LA GIUSTIZIA !!! RIPRISTINARE LA SOVRANITA’ DELLA LEGGE E RIDARE FIDUCIA E ORGOGLIO A TUTTO IL POPOLO ITALIANO


Répondre à cette brève

Forum