DON MARIANO ARCIERO, BEATO. A CONTURSI TERME, LA FESTA DELLA BEATIFICAZIONE NELLA "ZONA DEL TUFARO".

domenica 24 giugno 2012.

UNA FESTA DELLA BEATIFICAZIONE NELLA “SMEMORATEZZA”. Una nota *

"Il comitato parrocchiale, guidato dal monsignor Spingi, parroco di Contursi, e il comitato diocesano, presieduto dall’arcivescovo Luigi Moretti, hanno individuato la zona del Tufaro, quale luogo in cui celebrare la beatificazione".

Quando i contursani e le contursane hanno saputo della scelta del luogo (in esso fu ritrovato, nel 1959, il corpo di una giovane uccisa), hanno pensato subito che le ragioni non fossero casuali o solo logistiche, ma che fossero dettate da una bella e buona volontà - in nome di don Mariano Arciero (nato a Contursi nel 1707 e morto a Napoli nel 1788: le sue ossa furono riportate a Contursi nel 1950) - di risanare le ferite di un momento terribile di tutta la comunità. Ma poi hanno dovuto ricredersi.

Incredibilmente, da parte dei due comitati, c’è stato silenzio assoluto su quanto accaduto nella "zona del Tufaro", nel 1959. La preoccupazione dominante da parte loro è stata unicamente quella di mettere a punto la macchina organizzativa. Di tutto il resto, niente! "Smemoratezza" totale!

Che dire?! C’è solo da sperare che lo spirito di don Mariano Arciero li illumini alla grande e produca un grande miracolo!

Che il 24 giugno 2012, la giornata della celebrazione della sua beatificazione, possa essere una giornata memorabile di rinnovamento civile e morale di tutta la comunità locale e di tutta la comunità religiosa (da quella parrocchiale a quella diocesana e a quella vaticana - vista anche la presenza del cardinale Angelo Amato alla cerimonia)!

*

Federico La Sala (16 maggio 2012)


Per approfondimenti, nel sito, si cfr.:

-  NAPOLI, CASSANO SULLO IONIO, CASTROVILLARI, E CONTURSI TERME SUL SELE, UNITI DALLA MEMORIA DEL BEATO MARIANO ARCIERO (1707-1788), L’APOSTOLO DELLE CALABRIE.

-  DON MARIANO ARCIERO, ILDEGARDA DI BINGEN, E UNA "CAPPELLA SISTINA" IN ROVINA. Al cardinale Angelo Amato, all’arcivescovo di Salerno Luigi Moretti, l’invito a un sollecito interessamento.


DUE CITAZIONI (per capire meglio):

-  IN ONORE DI DON MARIANO ARCIERO:

-  ...E DEL PARROCO DON SALVATORE SIANI. LA SUA CONSAPEVOLE AUTOCRITICA:

* da: "Breve vita del venerabile Sac. D. Mariano Arciero", del parroco che nel 1950 riportò - anche con l’aiuto del vescovo di Campagna, mons Giuseppe M. Palatucci - le ossa di don Mariano Arciero a Contursi - don Salvatore Siani, Gonnella Grafica, Contursi Terme 1995, pag. 10 e pag. 22).


Rispondere a questa breve

Forum