L’ILLUMINISMO, OGGI: "CIELO PURO, LIBERO MARE" (NIETZSCHE). LIBERARE IL CIELO, PER LIBERARCI ... DALL’ "IDIOTISMO DEL MESTIERE" E NON NAUFRAGARE.

MISERIA DELLA FILOSOFIA, OGGI. "Il campo" o, meglio, la critica dell’ "orticello": un testo di Pierre-Edouard Lemontey, citato da Marx - a cura di Federico La Sala

I saperi di ieri (epoca della manifattura) .... ancora come quelli di oggi (epoca dell’informatica)
lunedì 20 aprile 2009.
 

Il campo

di Pierre-Edouard Lemontey *

Noi restiamo colpiti da ammirazione al vedere tra gli antichi lo stesso personaggio essere al tempo stesso, e in grado eminente, filosofo, poeta, oratore, storico, sacerdote, amministratore, generale di esercito.

I nostri spiriti si smarriscono alla vista di un campo così vasto. Ognuno ai giorni nostri pianta la sua siepe e si chiude nel suo recinto. Ignoro se con questa sorta di ritaglio il campo si ingrandisce, ma so bene che l’uomo si rimpicciolisce.

*

Pierre-Edouard Lemontey, (1762-1826), storico ed economista francese, membro del’Assemblea legislativa dal 1791 al 1792, è stato redattore di vari giornali sotto il Direttorio. Citato da Karl Marx, Miseria della filosofia, Roma 1948, p. 115)

* Fonte: Eddyburg, 20.04.2009.

-  ---

*

TESTO ’AMPLIFICATO’ DELLA CITAZIONE DI MARX NELLA MISERIA DELLA FILOSOFIA:

[...]

Ma ascoltiamo Lemontey: suum cuique [a ciascuno il suo].

"Il signor J-B. Say mi ha fatto l’onore di adottare, nel suo eccellente trattato di economia politica, il principio che io per primo ho esposto nel frammento" sull’influenza morale della divisione del lavoro. "Il titolo un po’ frivolo del mio libro [4] non gli ha, senza dubbio, permesso di citarmi. Io non posso attribuire che a questo motivo il silenzio di uno scrittore troppo ricco di per se stesso per disconoscere un prestito così modesto." (Lemontey, "Oeuvres complètes", vol. I, pp. 192-193, Paris 1829.)

[...]

La caratteristica peculiare della divisione del lavoro nella società moderna sta nel fatto di generare le specializzazioni, i tipi e, con esse, l’idiotismo del mestiere.

"Noi restiamo colpiti da ammirazione", dice Lemontey, "al vedere tra gli antichi lo stesso personaggio essere al tempo stesso, e in grado eminente, filosofo, poeta, oratore, storico, sacerdote, amministratore, generale. I nostri spiriti si sbigottiscono alla vista di un campo così vasto. Ai giorni nostri ognuno pianta la sua siepe e si chiude nel suo recinto. Ignoro se con questo spezzettamento il campo si ingrandisce, ma so bene che l’uomo si rimpicciolisce." [Lemontey, loc. cit., p. 213.]

— 

4. Lemontey allude al suo libro Raison, folie, chacun son mot, petit cours de morale mis à la portée des vieux enfans pubblicato nel 1801. Marx cita l’opera dall’edizione delle Oeuvres de P. E. Lemontey (7 vv., Paris, 1829) di cui costituisce il I volume.


Sul tema, nel sito, si cfr.:

-  DOPO HEGEL (E DOPO HEIDEGGER) ... NON UNA, MA TRE CIVETTE (ORMAI DIVENUTE SCIMMIETTE) SUL COMO’ DEL DOTTORE - DEGLI INTELLETTUALI ITALIANI (1994-2009).

-  PENSIERO LIQUIDO E CROLLO DELLA MENTE. Sulle nuove frontiere della riflessione estetica, un originale saggio di Gaetano Mirabella, scrittore e collaboratore del "McLuhan Program in culture and technology" di Toronto

-  Ragione ("Logos") e Amore ("Charitas"). Per la critica dell’economia politica ..... e della teologia "mammonica" ("Deus caritas est", 2006)
-  L’ILLUMINISMO, OGGI. LIBERARE IL CIELO. Cristianesimo, democrazia e necessità di "una seconda rivoluzione copernicana"

-  DAL DISAGIO ALLA CRISI DELLA CIVILTA’: FINE DEL "ROMANZO FAMILIARE" EDIPICO DELLA CULTURA CATTOLICO-ROMANA.

-  "X"- FILOSOFIA. A FIGURA DEL "CHI": IL NUOVO PARADIGMA.


Rispondere all'articolo

Forum