CRISI COSTITUZIONALE : L’ITALIA E IL "QUIZ" CONTINUO !!! DUE PRESIDENTI (1994-2009) GRIDANO "FORZA ITALIA" ... CHI E’ IL VERO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ?!

I CENTO ANNI DI NORBERTO BOBBIO E UN’ITALIA CON "DUE PRESIDENTI" DELLA REPUBBLICA (IN "COABITAZIONE" ?) CHE GUIDANO L’ITALIA ?! Dopo l’attacco di Berlusconi sul Lodo Alfano, il Presidente Napolitano ribadisce : « Il capo dello Stato è un potere neutro, non finzione » - a cura di Federico La Sala

BERLUSCONI CONTINUA A CANTARE LA SUA CANZONE POPULISTICA - IL PRESIDENTE DELL’ "ITALIA" SONO IO : "FORZA ITALIA" !!!, VIVA IL "POPOLO DELLA LIBERTA’" !!!
jeudi 15 octobre 2009.
 


-  a un convegno per i cento anni della nascita di Norberto Bobbio

-  Napolitano : « Nonostante le tensioni proseguo sereno il mio mandato »

-  Dopo l’attacco di Berlusconi sul Lodo Alfano ribadisce : « Il capo dello Stato è un potere neutro, non finzione » *

MILANO - « Per quante tensioni e difficoltà comporti l’adempiere un simile mandato, proseguirò nell’esercizio sereno e fermo dei miei doveri e delle mie prerogative costituzionali ». Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano intervenendo a Torino a un convegno per commemorare i cento anni della nascita di Norberto Bobbio.

POTERE NEUTRO - Napolitano torna dunque a ribadire il ruolo di neutralità del presidente della Repubblica sottolineando che ciascun Capo dello Stato che lo ha preceduto aveva una propria storia politica ma non se ne è fatto condizionare : « Così come ci sono stati presidenti della Repubblica eletti in Parlamento da una maggioranza che coincideva con quella di governo tal volta ristretta o ristrettissima, o da una maggioranza eterogenea e contingente. Ma nessuno di loro se ne è fatto condizionare. Quello del Capo dello Stato, potere neutro al di sopra delle parti, fuori dalla mischia politica, non è una finzione, è la garanzia di moderazione e di unità nazionale posta consapevolmente nella nostra Costituzione come in altre dell’Occidente democratico ».

VISIONE AMPIA - « L’approccio partigiano, naturale in chi fa politica, è qualcosa di cui ci si spoglia in nome di una visione più ampia - ha proseguito Napolitano -. Tutti i miei predecessori, a cominciare nel primo settennato da Luigi Einaudi, avevano ciascuno la propria storia politica : sapevano, venendo eletto capo dello Stato, di doverla e poterla non nascondere, ma trascendere ». Infine il presidente ha citato Bobbio : « Posso ripetere le sue parole di una lettera del ’92 ? "Ci vorrebbe un po’ di equilibrio da parte di tutti". Sono parole, se ripetute ora, destinate a lasciare il tempo che trovano ? ».

* Corriere della Sera, 15 ottobre 2009


Sul tema, nel sito, si cfr. :

-  NORBERTO BOBBIO : I PRINCIPI DELLA DEMOCRAZIA. Una ’raccomandazione’ del 1958, commentata da Gustavo Zagrebelsky.

-  L’ITALIA (1994-2009), TRE PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA, E I FURBASTRI CHE SANNO (COSA SIGNIFICA) GRIDARE "FORZA ITALIA".

-  "APRITE, APRITE" : IL GOLPISMO DEL LUPO, LA PAROLA "ITALIA" CONSEGNATA A UN PARTITO (1994-2009), E I SETTE CAPRETTI.

-  UNA QUESTIONE DI ECO. L’orecchio disturbato degli intellettuali italiani

-  ABUSO ISTITUZIONALE DEL NOME "ITALIA" DA PARTE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO : DIMISSIONI SUBITO.

-  ZAGREBELSKY E IL GRANDE SILENZIO SULLA NASCITA DEL PARTITO GOLPISTA DEL FALSO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ("FORZA ITALIA"). La democrazia delegittimata

-  GIUSEPPE DE RITA, BERLUSCONI, E LA FALSA TERZIETA’. IN ITALIA E’ IL PATTO COSTITUZIONALE (IL "CHIASMA") A FONDARE E A REGOLARE GLI ANTAGONISMI (LA DIALETTICA POLITICA), NON VICEVERSA. Il vicolo cieco attuale (1994-2009) è un golpe strisciante

-  CARLO GALLI NON HA ANCORA CAPITO CHE, NEL 1994, CON IL PARTITO "FORZA ITALIA", E’ NATO ANCHE IL "NUOVO" PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.


Répondre à cet article

Forum