PER L’ITALIA, PER LA SICILIA, E PER LA CHIESA. IN RICORDO DELL’"URLO" DI KAROL J. WOJTYLA AD AGRIGENTO ....

CHIESA E MAFIA. LA VISITA DI PAPA BENEDETTO XVI IN SICILIA. E la differenza tra il vescovo Romeo e il vescovo Romero. Una riflessione amara dei Teologi di una Chiesa di frontiera a Milano - a c. di Federico La Sala

Abbiamo letto l’appello dei bambini di una Scuola di Palermo al Papa affinchè parli contro la mafia. A tal proposito, vogliamo inviarvi una riflessione, ecclesiologica e teologica assai amara e disillusa... Vorremmo sbagliarci, lo speriamo ancora...
dimanche 26 septembre 2010.
 


-  CHIESA E MAFIA

-  IL VIAGGIO DEL PAPA in SICILIA :

-  è finito il tempo della lotta ? ...da che parte sta ?

Una riflessione amara dei Teologi di una Chiesa di frontiera a Milano

Abbiamo letto l’appello dei bambini di una Scuola di Palermo al Papa affinchè parli contro la mafia. A tal proposito, vogliamo inviarvi una riflessione, ecclesiologica e teologica assai amara e disillusa... Vorremmo sbagliarci, lo speriamo ancora... e staremo a vedere cosa accadrà...

Erano altri tempi quando GIOVANNI PAOLO II nell’estate 1993 tuonava con forti parole davanti ai templi di Agrigento : "Una volta verrà il Giudizio di Dio !".

Come è lontanto il tempo in cui il grande cardinale di Palermo Salvatore Pappalardo esclamava davanti alla bara di un magistrato nel Duomo normanno rivolto ai politici :"Dum Romae, consulitur Saguntum Espugnatur !..." (" Mentre a Roma ci si consulta, Sagunto viene espugnata.. !")

Oggi sono tempi più prosaici, più mediocri e opachi, anche dentro alla Chiesa, anche a Roma sulla cattedra di Pietro e a Palermo su quella di San Mamiliano.

Qualcuno dice : saranno all’altezza della sfida sempre più impari e divenuta anche più subdola e insidiosa il Vescovo Romeo e il Papa Benedetto ?

La visita di questo Papa, Benedetto XVI Joseph Ratzinger, è molto prevedibile che non porterà pressochè nulla di nuovo, in termini cristiani, alla Sicilia e all’Italia meridionale in genere, perchè il Papa-Teologo, come lo chiamano, ha una visione cattolicistica della fede : un concentrato di devozionismo ottocentesco, che sta tra il Concilio di Trento e il Concilio Vaticano I.

La Chiesa non ha nessuna missione profetica, è solo depositaria di riti e sacramenti che in virtù del loro mero rappresentarsi e ripresentarsi sono veicoli di grazia e salvezza.

Nella visione ratzingeriana simile a quella agostiniana e pessimista, del peccato e della grazia, l’uomo non ha quasi niente da fare di buono, in quanto è di fatto destinato al male... e l’unica via di salvezza è soltanto escatologica e non terrena... in ultima analisi affidata soltanto a Dio.

In questo mondo non vi è speranzadi riscatto : con questa visione assiologica e dottrinale - che tra l’altro contraddice anche lo spirito stesso delle Beatitudini evangeliche in cui Cristo esorta a lottare contro le ingiustizie umane, per la pace, per la povertà di spirito, la purezza di cuore, che già qui e ora realizzano il Regno di Dio - è assai difficile che sortisca una qualche forza per combattere i mali sociali e le storture dovute al malaffare e al connubio tra mafia e politica che devastano l’Italia e la Sicilia in particolare... !

La Chiesa di Ratzinger è una chiesa del riflusso verso epoche devozionistiche, formalizzate del sacro, prive di spinta profetica e di autenticità evangelica.

Non è il Vangelo di Cristo che - con le migliori intenzioni - interessa all’attuale Papa tedesco, nonostante le apparenze dei suoi discorsi teologici, Egli non crede nella sua forza prorompente e rivoluzionaria di fronte alle oppressioni e alle strutture di ingiustizia e di non verità... è una Chiesa ingessata nel suo ruolo di sacra casta e di sacra istituzione che preme a Lui e al Vaticano.

E’ ritornata in auge la Chiesa vecchia che contemplava se stessa come fonte di tutto il bene e della grazia di Dio... una Chiesa distante anni luce dal vivere degli uomini e le donne dell’oggi, del nostro mondo contemporaneo...

La visita pastorale, per così dire, in Sicilia, sarà la solita passerella clericale, che ossequierà potenti politici e mafiosi di tutte le risme e dei vari rispettabili livelli... sarà l’esclusione stessa di Cristo e del suo messagggio, e lo escluderà nei fatti stessi proprio mentre dirà di volerlo a parole e solennemente proclamare...
-  niente di nuovo ormai più sotto il Sole, di questo pontificato...

Quanto all’Arcivescovo di Palermo, che insinua velenosamente sulle cene dei Magistrati e sulle loro scorte, beh basterebbe ricordargli le scorte e i magistrati Falcone e Borsellino che sono saltate per aria... !

Un arcivescovo che si esprime così è forse un contiguo alla mafia ?... poichè così parla un amico dei mafiosi... e ricordiamo quello che disse a noi lo stesso mons. Romeo (il cui nome ci ricorda un ben altro mons. Romero ! ucciso in Salvador perchè lottava contro la dittatura e l’ingiustizia sociale....) anni fa’ quando era Nunzio apostolico in Italia circa l’indagine sul conto dell’arcivescovo di Salerno Gerardo Pierro indagato per vari scandali finanziari e di corruzione dalla Procura :

"Occorre stare attenti a chiedere ai giudici di usare clemenza, poichè essendo rossi, poi fanno il contrario... !"

Non era per nulla sfiorato dal fatto che un uomo di Chiesa, un Vescovo non debba rubare o favorire il latrocinio,no !

Era preoccupato di chiedere al Governo in carica di bloccare o frenare almeno dei giudici ritenuti troppo spavaldi e inamovibili...

Questo il personaggio, che abbiamo udito con le nostre orecchie : oggi capiamo il perchè di questi riferimenti ai giudici... non casuali... aveva un conto aperto con la magistratura... !

Da questi uomini di Chiesa noi non ci aspettiamo più niente !

NIENTE !

E la gente - dopo scandali eclatanti di corruzione morale, pedofilia, e malaffare dentro la Chiesa - è pressochè indifferente... INDIFFERENTE e spesso OSTILE... (ogni giorno di più ci accorgiamo di questo...)

Coltiva spesso un disprezzo interiore e sordo verso questi uomini di Chiesa.... per non parlare dell’opinione dei giovani sulla Chiesa cattolica... basta leggere qualche sito internet....

Alcuni infatti hanno la vocazione perchè innamorati di Cristo e del suo Vangelo e vivono ogni giorno questa passione, altri, e sono tanti, fanno il prete o il vescovo e anche il papa per il solo scopo di apparire, di ricevere onori e ricchezze... oppure con assoluta indifferenza fanno i burocrati dell’esistente e della mediocrità e comodità... !

Quanti sono oggi questi ultimi due tipi di preti e di vescovi ?

Guardando alla situazione italiana nel periodo berlusconiano e leghista, crediamo che siano almeno la maggioranza in assoluto !

Certo, per chi crede, poichè molti preti e vescovi sono di fatto atei, sappiamo cosa disse il Signore riguardo i servi malvagi e infedeli (Luca 19:11-27) , oppure a chi busserà alla sua porta chiedendo "Signore Signore aprici !"
-  " Ma egli rispose : In verità vi dico : non vi conosco !" (Matteo 25, 12)

L’ultimo coinvolgimento della Banca vaticana dello IOR sulla questione della violazione delle norme sul riciclaggio di danaro (quasi sempre sporco e di associazioni mafiose e simili... ) NON PROMETTE NULLA DI BUONO !

SAREMO FORSE DRASTICI MA OCCORRE DIRLO : LA CHIESA CATTOLICA ROMANA di oggi, nella sua stragrande maggioranza (eccettuato i pochi preti veramente profetici ed evangelici) NON PORTERA’ NULLA DI BUONO NE’ ALL’ITALIA NE’ ALLA SICILIA !

Vorremmo tanto sbagliarci oggi... ma NON ASPETTATEVI NIENTE !

VENERDÌ 24 SETTEMBRE 2010

I Teologi del Centro Studi Teologici di Milano Centro Ecumenico


Sul tema, nel sito, si cfr. :

-  MAFIA : LA CHIESA, L’ITALIA.... e W O ITALY. L’URLO DI KAROL J. WOJTYLA AD AGRIGENTO (1993)

-  CHIESA, POLITICA, E ... "MAMMASANTISSIMA". INTERVISTA AL CARDINALE PAPPALARDO

-  CAMPANIA. A POMPEI, IL SILENZIO ASSORDANTE DEL PAPA SULLA MALAVITA ORGANIZZATA.
-  IN NOME DEL DIO MAMMONA ("CARITAS"), BISOGNA CONVIVERE CON LA "CAMORRA" E CON "MAMMASANTISSIMA" ?!
-  Il vicedirettore della sala stampa vaticana precisa : « perchè ne ha parlato altre volte »

-  IN NOME DELLA FAMIGLIA DI "MAMMASANTISSIMA" E DI "MAMMONA"

IL DIO DEI MAFIOSI NON E’ CRISTIANO, MA CATTOLICO-ROMANO - ’MEDITERRANEO’. Il sociologo Augusto Cavadi ne parla con Alessandra Turrisi. E don Mario Torcivia parla del "martire" don Puglisi

-  LA QUESTIONE MORALE, QUELLA VERA - EPOCALE. AL GOVERNO DELLA CHIESA UN PAPA CHE PREDICA CHE GESU’ E’ IL FIGLIO DEL DIO "MAMMONA" ("Deus caritas est") E AL GOVERNO DELL’ **ITALIA** UN PRESIDENTE DI UN PARTITO (che si camuffa da "Presidente della Repubblica") e canta "Forza Italia", con il suo "Popolo della libertà" (1994-2010).

COSTITUZIONE, EVANGELO, e NOTTE DELLA REPUBBLICA (1994-2010) : PERDERE LA CONOSCENZA DELLA LINGUA ("LOGOS") COSTITUZIONALE ED EVANGELICA GENERA MOSTRI ATEI E DEVOTI ...

GIOVANNI FALCONE, PAOLO BORSELLINO, ANTONINO CAPONNETTO. UN URLO PER L’ITALIA E PER LA COSTITUZIONE


Répondre à cet article

Forum