L’ONORE E L’INDECENZA STRETTI IN UN SOL PATTO : IL BERLUSCONISMO E LA CONNIVENZA DEL MONDO POLITICO, ECONOMICO, INTELLETTUALE, ED ECCLESIASTICO CATTOLICO ...

IL "LOGO" DELLA GRANDE ABBUFFATA. CONCESSO IL COPYRIGHT DI "FORZA ITALIA", L’ITALIA VIENE "CONCIATA" PER LE "FESTE". Quando fu spenta la democrazia. Una lettera con la risposta di Corrado Augias (6 giugno 2009) - a cura di Federico La Sala

Con l’avallo di giuristi e studiosi di diritto, di avvocati, di intellettuali e artisti di varia estrazione
mardi 8 novembre 2011.
 

-  Carissimi Italiani, carissime italiane, nel mondo .... 2 GIUGNO 2009 : IN ITALIA E’ LA FESTA DELLA REPUBBLICA, MA IN ITALIA C’E’ ANCORA CHI FA IL FURBO E HA IL COPYRIGHT SU "FORZA ITALIA" !!!
-  Alcune note per informarvi e un fortissimo "Viva l’Italia" !!!

-  ALLARME COSTITUZIONALE, LOGICO E LINGUISTICO. L’ITALIA DELL’INDECENZA : IL NOME E L’IDENTITA’ DI TUTTO IL PAESE NELLE MANI DI UN PRIVATO E DI UN PARTITO !!!
-  PER LE EUROPEE, 93 SIMBOLI DI PARTITI. Per tutelare il ’copyright’ ed evitare atti di pirateria, anche il contrassegno di "Forza Italia" (già registrato nel ’94). ANCORA ?!! Il sonno della ragione a quanto pare è proprio lungo

-  ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE ? GIA’ FATTO !!! Un appello al Presidente Napolitano

-  LA QUESTIONE MORALE, QUELLA VERA - EPOCALE.
-  AL GOVERNO DELLA CHIESA UN PAPA CHE PREDICA CHE GESU’ E’ IL FIGLIO DEL DIO "MAMMONA" ("Deus caritas est") E AL GOVERNO DELL’ **ITALIA** UN PRESIDENTE DI UN PARTITO (che si camuffa da "Presidente della Repubblica"), che canta "Forza Italia" con il suo "Popolo della libertà" (1994-2010). Questo è il nodo da sciogliere


-  Quando fu spenta la democrazia

-  risponde Corrado Augias (la Repubblica, 6.06.2009)

-  Caro Augias,

ho letto giorni fa una lettera del professor Lucio Villari nella quale si ricordavano certi accadimenti del fascismo. Ci si può infatti chiedere perché certi sistemi politici che si ispirano a principi di libertà e democrazia si siano, nel corso del Novecento, degradati o siano stati sostituiti da sistemi autoritari con l’aiuto degli strumenti e dei poteri che la libertà e la democrazia avevano creato.

Il regime fascista, giunto al potere nell’ottobre del 1922, ci ha messo quattro- cinque anni per smantellare gli istituti dello Stato liberale, le sue magistrature, le libertà dei cittadini. Le leggi che hanno instaurato il potere autoritario (e personale) del fascismo sono infatti state varate nel 1926-1927.

Le censure continue e infine la soppressione dei giornali dell’opposizione o non graditi al governo avvennero tra il 1925 e il 1926. Accusati, tra l’altro, di mancanza di rispetto al capo del governo e di ostacolo alla sua attività.

Idem per i partiti, le associazioni politiche, le autonomie locali e alla fine per tutte le libertà che la Costituzione di allora (lo "Statuto" del 1848) garantiva abbastanza bene.

Queste decisioni furono prese con leggi e decreti approvati dalla Camera dove per alcuni anni fu resa impossibile la funzione dei partiti di opposizione, anche con l’avallo di giuristi e studiosi di diritto, di avvocati, di intellettuali e artisti di varia estrazione.
-  Lettera firmata

-  Anche le dittature hanno bisogno di tempo per assestare i loro colpi finali, prima è necessario che l’opinione pubblica venga lungamente ammorbidita e conciata, proprio come si fa con le pelli per poterle "lavorare" meglio. Quando è diventata sufficientemente duttile è più facile far aderire l’opinione comune alle forme volute, o imposte.

Su Repubblica di ieri Aldo Schiavone ha scritto una cosa illuminante. Ha detto che contro la bolla di stanchezza e di indifferenza che sembra attraversare l’elettorato di centro-sinistra è necessario far ricorso non al cuore, ma alla ragione. La sinistra è famosa per aver sempre avuto molto (troppo) cuore.

Adesso sembra proprio il caso di metterlo da parte e non solo perché quel cuore spesso s’è sbagliato, ma anche perché la deriva populista del paese, martellato per anni da una schiacciante propaganda, "conciato" a dovere, ha ormai raggiunto una soglia di pericolo di cui l’indifferenza è un sintomo.

Anni fa, prima di essere condannato, Cesare Previti minacciava : « Dopo le elezioni non faremo prigionieri ». Frase rozza, da capomanipolo. Adesso l’avvertimento è più sottile, ma non meno minaccioso : « Dopo le elezioni sistemeremo molte cose ». La ragione dice che astenersi o buttare via il voto seguendo il proprio cuore è un lusso che non possiamo permetterci. A meno di non voler essere "sistemati". O "conciati".


Sul tema, nel sito, si cfr. :

-  Carissimi Italiani, carissime italiane, nel mondo ....
-  2 GIUGNO 2009 : IN ITALIA E’ LA FESTA DELLA REPUBBLICA, MA IN ITALIA C’E’ ANCORA CHI FA IL FURBO E HA IL COPYRIGHT SU "FORZA ITALIA" !!!
-  Alcune note per informarvi e un fortissimo "Viva l’Italia" !!!

-  ALLARME COSTITUZIONALE, LOGICO E LINGUISTICO. L’ITALIA DELL’INDECENZA : IL NOME E L’IDENTITA’ DI TUTTO IL PAESE NELLE MANI DI UN PRIVATO E DI UN PARTITO !!!
-  PER LE EUROPEE, 93 SIMBOLI DI PARTITI. Per tutelare il ’copyright’ ed evitare atti di pirateria, anche il contrassegno di "Forza Italia" (già registrato nel ’94). ANCORA ?!! Il sonno della ragione a quanto pare è proprio lungo

-  LA COSTITUZIONE, LE REGOLE DEL GIOCO, E IL MENTITORE ISTITUZIONALE ...
-  1994-2008 : LA LUNGA E BRILLANTE CAMPAGNA DI GUERRA DEL CAVALIERE DI "FORZA ITALIA" CONTRO L’ITALIA. Alcuni documenti per gli storici e i filosofi del presente e del futuro

-  ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE ? GIA’ FATTO !!! Un appello al Presidente Napolitano

ULTIMA NOTIZIA. Una riunione di grandi intellettuali (uomini e donne) delle Accademie e delle Università della Penisola ha deciso all’unanimità di approvare il nuovo inno "nazionale" : "Forza Italia" !!!

-  La Patria di Berlusconi, il nuovo padrone dell’Italia. Sotto il bombardamento mediatico del Partito di "Forza Italia", la perdita della ragione costituzionale e il cedimento strutturale delle Istituzioni.....
-  "FESTA DELLA LIBERTA’", IL 25 APRILE . VIVA IL (PARTITO DEL) "POPOLO DELLA LIBERTA’", VIVA IL PRESIDENTE (DEL PARTITO UNICO) D’ITALIA : "FORZA ITALIA" !!!

-  IL BERLUSCONISMO E IL RITORNELLO DEGLI INTELLETTUALI. Dal 1994 al 2008 : "Gran brutta aria, regime ancora no" !!!

-  VENENDO DA UN PAESE EUROPEO, ALLA FRONTIERA, SUL CANCELLO D’ENTRATA DEL NOSTRO PAESE C’E’ LA SCRITTA : "FATTORIA ITALIA" ... CASA DEL "POPOLO DELLA LIBERTA’".
-  ELEZIONI EUROPEE. LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA FATTA DALL’UNIONE EUROPEA PER INVITARE I CITTADINI A VOTARE CENSURATA DAL GOVERNO ITALIANO.

-  TUTTO A "CARO-PREZZO" : QUESTO "IL VANGELO CHE ABBIAMO RICEVUTO". IL VANGELO DI RATZINGER, BERTONE, RUINI, BAGNASCO E DI TUTTI I VESCOVI.

-  CRISTIANESIMO, CATTOLICESIMO E BERLUSCONISMO.

-  LA QUESTIONE MORALE, QUELLA VERA - EPOCALE.
-  AL GOVERNO DELLA CHIESA UN PAPA CHE PREDICA CHE GESU’ E’ IL FIGLIO DEL DIO "MAMMONA" ("Deus caritas est") E AL GOVERNO DELL’ **ITALIA** UN PRESIDENTE DI UN PARTITO (che si camuffa da "Presidente della Repubblica"), che canta "Forza Italia" con il suo "Popolo della libertà" (1994-2010). Questo è il nodo da sciogliere

-  LA TEOLOGIA DEL MENTITORE, LA CHIESA DI COSTANTINO, E LA SOVRANITA’ DEL PAPA. Perché il papa difende Sodano ? Un’analisi di Vito Mancuso

-  LA TEOLOGIA POLITICA DELLA "SOVRANITA’ PRIVATA" DELL’IMPRENDITORE E LA COSTITUZIONE.


Répondre à cet article

Forum