Dio è amore ("charitas") e il cristianesimo non è un cattolicismo !!!

IL "PADRE NOSTRO" NON E’ QUELLO DI PAPA BENEDETTO XVI. IL "DIO" DEI NOSTRI PADRI E DELLE NOSTRE MADRI NON CI INDUCE IN TENTAZIONE !!! Un errore teologico ed esegetico nel libro di Papa Ratzinger. Una nota di Renato Pierri - a cura di pfls

vendredi 9 novembre 2007.
 

Ancora un errore nel libro del Papa

Caro direttore,

potrebbe mai Dio ricorrere ad un mezzo cattivo per raggiungere un fine buono ? Impossibile, giacché andrebbe contro la sua natura. Non sarebbe Dio, non sarebbe Amore. Ed ecco l’astuzia di Satana : far credere che il Signore possa imprimere piaghe nelle mani dei santi (stimmate), oppurre mandar loro ogni sorta di malanni.

Far credere che Dio si metta, almeno per quanto riguarda il mezzo, sullo stesso piano dei suoi crocifissori. Davvero astuto e perfido ! Ma il fatto è che persino Benedetto XV si è fatto ingannare dal diavolo, e così, nel suo libro "Gesù di Nazaret", riguardo alla preghiera al Padre « e non c’indurre in tentazione », scrive : "Con essa diciamo : « Se tu decidi di sottopormi a queste prove, se...dai un po’ di mano libera al Maligno... »". Il che è irriguardoso verso il Signore.

Errore teologico, ma anche esegetico. Così Angelo Lancellotti (Matteo - Edizioni Paoline) : "« Indurre » traduce il termine usuale ebraico « entrare »... Ciò non allude ad un’azione diretta di Dio nella tentazione... Il senso di quest’appello al divino intervento è di far sì che noi non « entriamo » in tentazione, cioè non cadiamo".

Interpretazione, del resto, data anche dal Catechismo al paragrafo 2846 : "Non lasciarci soccombere alla tentazione... Dio non può essere tentato dal male e non tenta nessuno al male".

Renato Pierri


Sul tema, in rete, si cfr. :

IL NOME DI DIO. L’ERRORE FILOLOGICO E TEOLOGICO DI PAPA BENEDETTO XVI, NEL TITOLO DELLA SUA PRIMA ENCICLICA. Nel nome della "Tradizione"

-  Il cattolicesimo-romano e i suoi scheletri nell’armadio.

-  Con Wojtyla, oltre (2000). I "due corpi" del Papa-Re e la nostra sovranità

-  La Fenomenologia dello Spirito ... dei "Due Soli"


Répondre à cet article

Forum