Sesso (Eros) e Amore (Charitas): l’indicazione terapeutica del Profeta

L’ALLEANZA DI "FUOCO", LE "MAMMELLE" DI ALLAH, E LA "MAMMELLA" DI FRANCESCO SUCCHIATA DA CHIARA D’ASSISI. ISLAM, CRISTIANESIMO, E DIRITTO. LA PROPOSTA DI UNA FATWA CORAGGIOSA DAL CAIRO, DALLA MOSCHEA AL AZHAR - NON DAL VATICANO E DA SAN PIETRO!!! AL DI LA’ DELLA FAMIGLIA "NATURALE", INCESTUOSA ED EDIPICA!!! TUTTI E TUTTE, FIGLI E FIGLIE DI "DIO", FRATELLI E SORELLE DI "LATTE" - a cura di pfls.

lunedì 1 ottobre 2007.
 


-  Egitto, singolare interpretazione del Corano di due religiosi
-  della moschea al Azhar del Cairo. Polemiche in Parlamento

-  "La donna deve allattare l’uomo per poterlo frequentare sul lavoro"

-  di ELENA DUSI *

PER risolvere il caso scabroso di due colleghi di sesso diverso che lavorano nella stessa stanza era apparsa impresa ardua agli esperti egiziani di diritto islamico. Che così hanno elaborato una fatwa piuttosto bizzarra. Alla donna in orario di lavoro è infatti concesso togliersi il velo, alzare la jallabia (il vestito che la copre dal collo alle caviglie), scoprirsi il seno e allattare il collega maschio. L’operazione, ripetuta 5 volte, è in grado di trasformare il compagno di lavoro in un membro della famiglia. Uno di quegli uomini che insieme a padri, fratelli e figli, può frequentare le donne a tu per tu e senza le restrizioni imposte dalle "regole del pudore".

Pescando direttamente dalle tradizioni del Profeta, il capo della sezione "diritto islamico" della moschea al Azhar del Cairo - il punto di riferimento più autorevole dell’islam sunnita - ha emanato questa fatwa che ora è approdata in parlamento.

L’editto "sull’allattamento degli adulti" ha mandato sulle furie i deputati dei Fratelli Musulmani. Il gruppo politico che si ispira ai principi dell’islam e che - pur essendo bandito dalla legge - è riuscito a mandare un’ottantina di rappresentanti in parlamento, annuncia che una norma simile "getterebbe i fedeli nel caos". E probabilmente renderebbe assai difficile il lavoro negli uffici.

La fatwa emessa dall’Al Azhar e firmata dal capo-giurista Izzat Attia si basa su un resoconto della vita del Profeta. Uno dei suoi ex schiavi, divenuto libero, aveva mantenuto l’abitudine di muoversi liberamente nella casa di Maometto anche dopo la pubertà. A una donna che se ne lamentava, il Profeta consigliò: "Allattalo, così diventerai tabù per lui, e il dissidio nei vostri cuori svanirà". Dopo aver seguito il suo consiglio, la donna riferì che effettivamente ogni discordia nella casa era svanita.

Attia forse si rendeva conto che riproporre un comportamento simile negli uffici del Cairo oggi avrebbe gettato scompiglio fra le stanze. Così ha cercato di mitigare il precetto suggerendo che l’allattamento poteva anche compiersi non direttamente dal seno della donna. Basta che lei porga al collega un bicchiere del suo latte per 5 volte perché l’operazione di "adozione" sia completata. I colleghi, diventati parenti stretti, non potrebbero avere relazioni sessuali senza cadere nel tabù dell’incesto.

La fatwa ha scatenato polemiche su tutti i giornali egiziani e non, sollevando una bagarre al parlamento del Cairo che mercoledì scorso ha discusso la norma. Mentre Attia ripeteva che allattare un uomo, anche adulto, per cinque volte esclude ogni possibilità di "relazione impura", la fatwa è finita preda del più irriverente settimanale satirico del paese, al Dustur. Che avverte i suoi lettori: "Non vi stupite se, entrando in un ufficio pubblico, vi imbattete in un funzionario 50enne che prende il latte dalla sua collega"

* la Repubblica, 21 maggio 2007



Sull’indicazione data da Maometto alla donna, non è male ricordare l’"allattamento" di Chiara di Assisi dalla "mammella" di Francesco d’Assisi - anche qui è una questione di Legge e di "regole" (quella del "Dio" del Papa o quella del "Dio" di Francesco e di Gesù): "Chiara racconta alle sue monache di avere succhiato la mammella di Francesco, per invito del santo, durante una visione piena di strani particolari" (Chiara Frugoni, "Una solitudine abitata. Chiara d’Assissi", Latera, Bari 2007).

Sull’argomento, questi i testi fondamentali ripresi dal Processo di canonizzazione di Chiara di Assisi*:

«Sora Philippa figliola già de mesere Leonardo de Gislerio, monacha del monastero de Sancto Damiano, giu rando disse... Referiva ancho epsa madonna Chiara, che una volta in•visione li pareva che epsa portava ad sancto Francesco uno vaso de acqua calda, con uno sciucchatoio da sciucchare le mane, et salliva per una scala alta, ma andava cusì legieramente, quasi come andasse per piana terra.
-  Et essendo pervenuta ad sancto Francesco, epso sancto trasse del suo seno una mammilla et disse ad•essa vergine Chiara: « Viene, receve et sugge ». Et havendo lei succhato, epso sancto la admoniva che suggesse un•altra volta.
-  Et epsa suggendo, quello che de lì suggeva, era tanto dolce et delectevole, che per nesuno modo lo poteria explicare. Et havendo succhato quella rotondità o vero boccha dela poppa donde escie [versione di Chiara Frugoni: escie, lo] lo lacte, remase intra li labri de epsa beata Chiara; et pigliando epsa con le mane quello che li era remaso nella boccha, li pareva che fusse oro così chiaro et lucido, che ce se vedeva tucta, come quasi in•uno specchio » (cfr. FF 2967.2995).

«Sora Cecilia figliola de messere Gualtieri Caccia guerra da Spello, monacha del monasterio de Sancto Damiano, giurando disse... Ancho disse de la visione de la mammilla de sancto Francesco, quello che sora Phylippa, excepto che non se recordava de quello che epsa haveva dicto de la boccha de la mammilla, che sancta Chiara retenne nella boccha sua» (cfr. FF 3036).

*Fonte:www.antonianum.ofm.org/studimedievali/cronaca.pdf



Sul tema generale, nel sito, si cfr. anche :

-  SESSO (EROS) E AMORE (CHARITAS). COSTITUZIONE E "KAMASUTRA". La lezione di Sigmund Freud (l’"Istruzione sessuale dei bambini") e una nota di Federico La Sala

-  Questione antropologica - Life out of Balance!!!
-  DONNE E UOMINI. L’"UDI": EQUILIBRARE IL CAMPO!!! 50e50: DEMOCRAZIA PARITARIA. Le donne sono l’altra parte del genere umano necessaria affinché l’umanità possa essere se stessa

-  INDIETRO NON SI TORNA: GIOVANNI PAOLO II, L’ULTIMO PAPA. PER IL DIALOGO A TUTTI I LIVELLI: UT UNUM SINT. Un omaggio a WOJTYLA: UN CAMPIONE "OLIMPIONICO", GRANDISSIMO. W o ITALY!!!

-  LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Mohammad Iqbal): PER UNA ’PARTITA’ DEL CUORE E DELLA RAGIONE tra Oriente e Occidente, Cristianesimo e Islamismo, tra ITALIA e PAKISTAN. Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due autori: ri-prendiamo il dialogo! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno!!!

-  IL FARISEISMO CATTOLICO-ROMANO E LA NOVITA’ RADICALE DELL’ANTROPOLOGIA CRISTIANA. PARLARE IN PRIMA PERSONA, E IN SPIRITO DI CARITA’.

-  L’UMANITA’, LE RELIGIONI, IL MONOTEISMO (DIO) E IL "MONOTEISMO" ("DIO")!!! CONTRO L’USO FURBESCO E MENZOGNERO DEL NOME DI "CRISTIANI" E DI "ALLAH" DA PARTE DELLA RELIGIONE CATTOLIOCO-ROMANA, CERCHIAMO DI PARLARE CON FRANCHEZZA ("PARRHESIA") E IN SPIRITO DI CARITA’ ("CHARITAS")!!!
-  LA LINGUA BIFORCUTA DEL VATICANO E LE VIOLENZE "ANTICRISTIANE" IN MALESIA: CHI SEMINA VENTO?!


IL CAIRO (Ansa) - 19.1 Kb

IL CAIRO (Ansa)


Rispondere all'articolo

Forum