RINASCIMENTO ITALIANO, OGGI ..

AUGUSTO, LA SIBILLA TIBURTINA, E LA "MADONNA DI FOLIGNO". Una nota di Federico La Sala

VERSO IL 2015. A MILANO, DOPO "COSTANTINO (313-2013)" AL PALAZZO REALE, LA "MADONNA DI FOLIGNO" DI RAFFAELLO A PALAZZO MARINO (FINO AL 12 GENNAIO 2014)
sabato 18 gennaio 2014.
 

FOTO. FILIPPO BARBERI o BARBIERI (Philippus de Barberis o Philippus Siculus),"Discordantiae Sanctorum doctorum Hieronymi et Augustini, et alia opuscola", Roma, 1481: La Sibilla Tiburtina.

MADONNA DI FOLIGNO

Se teniamo presente che, commissionata nel 1511 dal segretario papale Sigismondo de’ Conti per la chiesa dell’Aracoeli, "la pala raffigura la visione della Vergine che Augusto ebbe il giorno della nascita di Cristo", e che "la chiave per comprendere l’apparizione si trova nella Legenda Aurea di Jacopo da Varazze (cfr. Marco Carminati, L’enigma del fulmine, Il Sole-24 0re, 08.12.2013, p. 37), e nel manuale xilografico "Discordantiae Sanctorum doctorum Hieronymi et Augustini et alia opuscola di Filippo Barberi (Philippus Siculus), Roma 1481" (a riguardo, si cfr. Federico La Sala, Della Terra, il brillante colore. Parmenide, una “Cappella Sistina” carmelitana con 12 Sibille (1608), le xilografie di Filippo Barberi (1481) e la domanda antropologica, Edizioni Nuove Scritture, Milano 2013, pp. 37-65 e, partic., p. 58), emerge ben chiara la connessione con il tema e le idee di Michelangelo, con il già realizzato ("Tondo Doni") e ancor più con il lavoro in corso nella Volta della Cappella Sistina (1512).

E, ancora, se rileggiamo quanto scrive Jacopo da Varagine [Varazze], nella sua Legenda Aurea:

appare ben chiaro come il discorso per immagini fatto da Raffaello, nella sua pala (si tengano presenti con il loro significato anche i santi: Giovanni Battista, Francesco d’Assisi, e Girolamo) - per essere ben compreso e collocato nel suo tempo - sia da mettere in rapporto (per contrasto) con l’altra e più dominante leggenda, quella dell’"In hoc signo vinces" di Costantino e della divinizzazione dell’Imperatore-Cristo - e, con la corona ferrea e con Napoleone!

CHIUSE LE CELEBRAZIONI (con la Mostra ospitata a Palazzo Reale dal 25 ottobre 2012 al 17 marzo 2013) del diciassettesimo centenario della emanazione nel 313 d.C. dell’Editto di Milano da parte dell’imperatore romano d’Occidente Costantino (e del suo omologo d’Oriente, Licinio), la Mostra della "Madonna di Foligno" di Raffaello è stata una buona e significativa scelta, per Milano, per l’Italia e per la Chiesa! COME A DIRE, DOPO DICIASSETTE SECOLI, CHE LA ’CROCE’ (lettera alfabeto greco = X) DI CRISTO NON HA NIENTE A CHE FARE CON IL CROCIFISSO DELLA TRADIZIONE COSTANTINIANA E CATTOLICO-ROMANA. . DECISAMENTE: UNA BUONA INDICAZIONE - E UN BUON AUGURIO. E NON SOLO PER IL 2015!

*Federico La Sala (08.01.2014)



SUL TEMA, IN RETE E NEL SITO, SI CFR.:

-  UOMINI E DONNE, PROFETI E SIBILLE, OGGI: STORIA DELLE IDEE E DELLE IMMAGINI. A CONTURSI TERME (SALERNO), IN EREDITA’, L’ULTIMO MESSAGGIO DELL’ECUMENISMO RINASCIMENTALE
-  RINASCIMENTO ITALIANO, OGGI: LA SCOPERTA DI UNA CAPPELLA SISTINA CON 12 SIBILLE.

-  DAL "CHE COSA" AL "CHI": TRACCE PER UNA NUOVA ERMENEUTICA. Materiali sul (e dal) lavoro di Federico La Sala DELLA TERRA, IL BRILLANTE COLORE.


Rispondere all'articolo

Forum