Ricordi "dannunziani". Settembre, andiamo ....

ESAMI DI "RIPARAZIONE" E CORSI DI RECUPERO DEBITI SCOLASTICI. Decreto firmato per le Scuole superiori. Fioroni ha auspicato che ’l’iter sia rapidissimo’. Ma quando partiranno gli esami di riparazione e i corsi di recupero per i politici e gli adulti di EDUCAZIONE CIVICA E COSTITUZIONE !?! - a cura di pfls

jeudi 4 octobre 2007.
 


-  GIOVANI ITALIANI NEL MONDO (PRIMA CONFERENZA),
-  ATTENTI AL TRUCCO E ALL’INGANNO. E ALLA VERGOGNA !!!
-  Il Presidente della Repubblica Napolitano grida : Forza ITALIA ;
-  ma Schifani, Frattini e Fini (nostante Mirko Tremaglia, onore a Lui) gridano per il partito : "Forza Italia" !!!
-  Un gigantesco conflitto d’interessi

EMERGENZA EDUCATIVA : TRADIMENTO DEGLI INTELLETTUALI.



-  Fioroni che ha firmato il decreto per le scuole superiori. Si dovranno recuperare le materie in cui c’è un debito prima dell’inizio dell’anno scolastico
-  Scuola, gli esami di riparazione
-  torneranno già da quest’anno

di SALVO INTRAVAIA *

Dopo 13 anni tornano gli esami di riparazione. Il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, ha presentato ’le nuove misure per il recupero dei debiti scolastici’. Un decreto che gli oltre due milioni di studenti italiani che frequentano i primi quattro anni delle scuole superiori attendevano con ansia. Anche perché - questa la prima novità - il decerto prevede che la riforma parta già dall’anno scolastico in corso. L’unico passaggio mancante è l’approvazione della Corte dei conti dove il provvedimento è stato già inviato per la registrazione. Fioroni ha auspicato che ’l’iter sia rapidissimo’.

Ma l’idea che una fetta consistente di alunni, dal 1995 ad oggi, è stata promossa nonostante avesse accumulato lacune anche gravi in una o più discipline non è andata proprio giù all’inquilino di viale Trastevere. "Quarantadue studenti su cento - ha sottolineato il ministro - vengono ammessi con debito alla classe successiva, solo 1 su 4 lo recupera, ma gli altri vanno avanti comunque". Ecco che perché correre ai ripari. "Sarebbe imperdonabile - continua Fioroni - prendere atto di questa situazione e non fare nulla. Per questo ho deciso di stabilire una data per accertare di aver colmato le lacune. Le scuole organizzeranno corsi e faranno verifiche anche durante tutto l’anno, ma l’ultima chiamata dovrà essere fatta prima che ricomincino le lezioni : chi ha saldato andrà avanti, chi ha bisogno di più tempo si fermerà".

Tecnicamente non si può parlare di esami di riparazione, nel senso che la normativa sui debiti scolastici non è stata abrogata. Nei fatti, la formula scelta da Fioroni assomiglia moltissimo alla vecchia kermesse di settembre, preceduta per intere generazioni da stressanti estati passate a studiare. Se, infatti, il prossimo mese di giugno i ragazzi che frequentano le classi del superiore non dovessero riportare almeno 6 in tutte le discipline, se riusciranno ad evitare la bocciatura, la loro promozione sarà ’congelata’ : ’il Consiglio di classe procede al rinvio della formulazione del giudizio finale’. Niente più, quindi, ’promozione con debito’.

Da questo momento per gli studenti comincerà il ’calvario estivo’. ’Il dirigente scolastico - recita il decreto - comunicherà alle famiglie, per iscritto, la motivazione delle decisioni assunte dal consiglio di classe’. Le famiglie saranno messe al corrente delle ’specifiche carenze rilevate’ e dei ’voti proposti’ dai prof . E, contrariamente al passato, sarà la scuola a farsi carico dei cosiddetti ’interventi didattici finalizzati al recupero dei debiti formativi registrati, che gli istituti saranno tenuti a realizzare entro il 31 agosto dell’anno di riferimento’. Le famiglie, tuttavia, possono decidere di affidare i propri figli alle cure di insegnanti privati, sollevando formalmente la scuola dall’adempimento.

Il momento della verità, come in passato, sarà a settembre. Entro il 7 settembre gli stessi insegnanti, ’in sede di integrazione dello scrutinio finale, procedono alla verifica dei risultati conseguiti e alla formulazione del giudizio definitivo che, in caso di esito positivo della valutazione, consente l’ammissione dell’alunno alla frequenza della classe successiva’. La stretta sugli alunni fannulloni del ministro Fioroni si tradurrà in un tour de force anche per i docenti e gli organi collegiali delle scuole che dovranno riprendere in mano i Pof (i Piani dell’offerta formativa) per organizzare gli interventi necessari a supporto degli studenti meno bravi.

L’estate scorsa, 42 studenti su 100 hanno ottenuto la promozione malgrado in una o più discipline i risultati finali non fossero, a parere dei prof, del tutto soddisfacenti. Nel 2005 se ne contarono il 30 per cento e due anni prima (nel 2003) se ne contarono 26 su 100. Per i ragazzi e le ragazze delle classi italiane l’autentica bestia nera è la Matematica, seguita dall’Italiano e dalle Lingue straniere. L’operazione avrà anche un costo, previsto dalla Finanziaria in fase di elaborazione. Attualmente, infatti, le ore di insegnamento dedicate ai ’corsi di recuperò vengono retribuite agli insegnanti con un compenso extra.

* la Repubblica, 3 ottobre 2007.


"Per gli esami di riparazione e i corsi di recupero debiti scolastici" di EDUCAZIONE CIVICA E COSTITUZIONE per i politici e per gli adulti, nel sito, si cfr. :

SCUOLA E "MAESTRIA UNICA" !!! CON LA GELMINI, IN AULA OTTO MILIONI DI BAMBINI, A CANTARE PER IL PARTITO UNICO ( "Italia") : "FORZA ITALIA" !!!

LA SCUOLA PUBBLICA COME ORGANO COSTITUZIONALE DELLA DEMOCRAZIA. Una nuova edizione del libro di Piero Calamandrei, "Per la scuola". Parte della prefazione di Tullio De Mauro

-  GIOVANI ITALIANI NEL MONDO (PRIMA CONFERENZA),
-  ATTENTI AL TRUCCO E ALL’INGANNO. E ALLA VERGOGNA !!!
-  Il Presidente della Repubblica Napolitano grida : Forza ITALIA ;
-  ma Schifani, Frattini e Fini (nostante Mirko Tremaglia, onore a Lui) gridano per il partito : "Forza Italia" !!!
-  Un gigantesco conflitto d’interessi

ETICA E POLITICA. CARO BERLUSCONI HAI STRAVINTO !!! ORA BASTA : DIMETTITI. Ascolta (anche) le tue figlie !!! Sciogli il partito di "Forza Italia" e restituisci la parola "Italia" al Presidente della Repubblica e al Parlamento

IL VIAGGIO IN CALABRIA DEL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE E LA LOGICA DEL PARTITO "FORZA ITALIA". Così facevan tutti. Come la Gelmini diventò avvocato. Un ’resoconto’ di Gian Antonio Stella

LA DIGNITA’ DELL’ITALIA SOTTO I PIEDI DEI BOSSI. L’ITALIA E "LA SOCIETA’ SPARENTE". "CE LA POSSIAMO FARE" !!!

EUROPA : EDUCAZIONE SESSUALE ED EDUCAZIONE CIVICA. ITALIA "NON CLASSIFICATA"...

LA TERRA E’ SEMPRE STATA ROTONDA, NON PIATTA - NEMMENO NEL MEDIOEVO. Una lezione di Umberto Eco


Répondre à cet article

Forum